AMX-400: Profilo di un’auto personalizzata

George Barris built the AMX-400 on a 1969 AMX. The two-toned paint job follows the body line of the custom car. See more custom car pictures. George Barris ha costruito l’AMX-400 su una AMX del 1969. La verniciatura bicolore segue la linea della carrozzeria dell’auto personalizzata. Vedere più immagini dell’auto personalizzata . .

Mentre le muscle car diventavano sempre più popolari e la mania delle auto personalizzate si spegneva, la AMX-400, costruita nel 1969, era un tentativo da parte di Barris Kustom di sposare le prestazioni delle muscle car con lo stile delle auto personalizzate.

Galleria immagini auto personalizzate

George Barris si è adattato ai tempi che cambiano, riprendendo un lavoro redditizio da Detroit e Hollywood quando i lavori per i singoli clienti hanno subito un rallentamento. La vicinanza del negozio Barris Kustom all’industria dell’intrattenimento ha portato a un flusso costante di progetti per la TV, il cinema e le celebrità, mentre l’abilità di Barris per la pubblicità ha attirato le case automobilistiche di Detroit.

Alla fine degli anni ’60, Barris ha collaborato con la American Motors Corporation per produrre un kit di personalizzazione bullonata per l’AMX che è stato commercializzato attraverso i concessionari AMC. Grazie a questo collegamento, George mise le mani su una AMX del 1969, appena fabbricata, e le diede il trattamento completo Barris.

La modifica più grande è stata la parte superiore tagliata, che è scesa di 4-1/2 pollici e mezzo. Nel processo, i montanti del parabrezza sono stati rastrellati all’indietro di due pollici, e il lunotto posteriore è stato inserito tra i pilastri posteriori “flying buttress”.

Articolo molto interessante
1971 Plymouth Road Runner

Il muso dell’auto personalizzata è stato allungato di 15 pollici e ha dato un nuovo look selvaggio con una griglia a griglia con un picco radicale. I fari rettangolari erano nascosti dietro tre barre della griglia, mentre il cofano è stato rivisitato con due palette gemelle e una punta a punta che si adattava alla forma delle barre della griglia.

The headlights of the AMX-400 are hidden behind the radical peaked louver grille.” ” I fari dell’AMX-400 sono nascosti dietro la griglia della presa d’aria radicale.

Tutte le aperture delle quattro ruote sono state irradiate, e sono stati aggiunti razzi di segnalazione della carrozzeria anteriore personalizzati per adattarsi alle linee di carattere della carrozzeria posteriore.

La parte posteriore della vettura personalizzata è stata allungata di otto pollici e riconfigurata con una fila di 15 feritoie che partiva dalla parte superiore del lunotto e proseguiva lungo tutto il tronco e la fascia posteriore.

Un nuovo sistema di fanali posteriori era caratterizzato da una luce a tutta larghezza che si illuminava di verde in accelerazione, di ambra in decelerazione e di rosso in frenata.

I dettagli della carrozzeria comprendevano un set selvaggio di tubi laterali da tre pollici di diametro e un paio di tappi per il rifornimento del carburante in stile competizione. Entrambi i tappi di rifornimento sono solo per l’aspetto; lo sportellino del carburante vero e proprio si trova nella parte posteriore dell’auto.

Uno schema di vernice bicolore in perla di Murano color crema e arancio rustico ha sapientemente utilizzato le linee della carrozzeria dell’auto come pause di colore.

Articolo molto interessante
1963, 1964, 1965, 1966, 1967 Chevrolet Corvette Sting Ray

Poiché il V-8 di serie dell’AMX, con i suoi 315 cavalli di potenza 390-cid V-8, non sono state apportate modifiche al motore. Allo stesso modo, l’interno è stato lasciato praticamente di serie, in quanto era ben equipaggiato dalla fabbrica con servosterzo, aria condizionata e un piantone dello sterzo inclinabile.

George Barris extended the rear of the AMX-400 eight inches and installed 15 louvers.George Barris ha allungato la parte posteriore dell’AMX-400 di otto pollici e ha installato 15 prese d’aria. Publications International, Ltd.

Il tempo totale di costruzione è stato di soli tre mesi. L’AMX-400 ha girato il paese nel circuito ISCA per alcuni anni, ed è anche apparso in un episodio della serie televisiva Banacek nel 1972 prima di andare in magazzino.

Mike e Lin Geary hanno acquistato l’auto nel 2003 in condizioni relativamente buone, con soli 3300 miglia sul contachilometri, e si sono messi a ristrutturarla. L’auto è stata ridipinta da Tabz Toys a Lancaster, New York, e Ron Lasker ha ricreato la gessatura originale.

Dopo il restauro, l’AMX-400 ha fatto il suo debutto pubblico al 50° anniversario dell’AMC a Kenosha, Wisconsin, nel luglio 2004.

Il restyling delle muscle car non ha mai davvero preso piede nel mondo dell’hot rod e del custom, ma l’AMX-400 rimane un impressionante artefatto di un periodo incerto.

Per saperne di più sulle auto personalizzate e le hot rod, vedi:

  • Storia delle Hot Rods
  • Profili auto personalizzati
  • Profili ad asta calda

Lascia un commento