Autista Abbigliamento di sicurezza – Controllo di sicurezza

Garantire la massima sicurezza nella cabina di guida

Vedi tutte le 7 fotoMichele JewettphotographerLarry JewettphotographerCourtesy of DupontphotographerFeb 10, 2003

La necessità di velocità deve essere sempre superata dalla necessità di sicurezza. Anche se forse non è la mentalità comune ancora oggi, eventi catastrofici in pista hanno attirato l’attenzione sul concetto. L’era dell’invincibilità sta cominciando a calare, ma c’è ancora molto lavoro da fare.

Il corridore intelligente valuta costantemente il suo equipaggiamento di sicurezza. Non è un progetto per la bassa stagione: E’ solo un buon momento per aggiornarsi. Il momento migliore per aggiornare effettivamente l’equipaggiamento di sicurezza è prima che diventi un problema.

Non ci si può aspettare che i prodotti durino per sempre. È ovvio che i dispositivi di sicurezza hanno una vita utile, proprio come i componenti del motore e le sospensioni. Non controllare regolarmente l’equipaggiamento di sicurezza è come non controllare l’olio.

Il conducente deve essere protetto dalla testa ai piedi con la migliore protezione possibile. Allo stesso modo, l’area circostante il conducente dovrebbe essere libera da minacce per il suo benessere.

Vedi tutte le 7 foto

Iniziare con il vestito

La tecnologia necessaria per la realizzazione della tuta del guidatore si è concentrata sul comfort e sulla protezione. In superficie, si può pensare che il comfort non appartenga, ma è una preoccupazione molto valida.

“Abbiamo dovuto continuare ad alzare il livello della causa di oggi”, ha detto Chad Liberto di Sparco Safety. “Le tute di oggi sono più leggere e non così ingombranti. Si può fare una tuta con livelli di sicurezza molto più elevati, ma sarebbe così scomoda che il guidatore non riuscirebbe a concentrarsi sul suo compito. Le tute più recenti sono più leggere per un motivo”.

Il materiale predominante in un abito moderno è il Nomex, che ha dato prova di sé nel tempo. “La tuta Proban ha una vita limitata”, dice Kevin Larkins di Speedway Motors. “Dopo così tanti utilizzi, inizia a perdere le sue capacità di protezione. Il Nomex è molto meglio”.

“Proban è un materiale trattato chimicamente e ci si può aspettare di ottenere solo da 25 a 50 lavaggi, nel migliore dei casi”, dice il Vice Presidente della Simpson Race Products, Doug Doolen. “Nomex è chiaramente superiore. I test sono stati effettuati da DuPont sul Thermo Man, un uomo in acciaio inossidabile con 122 sensori di calore. Hanno preso i dati e li hanno estrapolati per tradurli nella possibilità di sopravvivenza”.

Vedi tutte le 7 foto

Simpson sta usando un filamento Nomex in alcune delle sue tute. Non contiene kevlar e i test hanno rilevato che lo strato esterno si gonfia, creando una sacca d’aria che aggiunge isolamento per proteggere il guidatore in caso di incendio.

Articolo molto interessante
Cablaggio Hot Rod

Una taglia non va bene per tutti quando si tratta di tute da guida. Una buona vestibilità aiuta l’aspetto della protezione, ed è fondamentale per la parte del comfort. Liberto ha sottolineato un errore comune quando si acquista una tuta, sia che si tratti di una sostituzione o del primo capo di abbigliamento. “Il modo migliore per un pilota non professionista per determinare se la vestibilità è corretta è indossarla e sedersi sul sedile”, dice. “Tutti lo proveranno e andranno in giro, ma non è questa l’esigenza critica”. Sarai legato con le gambe ammassate e la schiena piegata”. In alcuni punti diventa stretto, forse anche scomodo. La vestibilità può compromettere la sicurezza. Se è stretto sulla pelle, il calore passa da lì”.

Il calore porta alla stanchezza, una minaccia per le prestazioni del guidatore. Il fuoco è un’altra fonte di calore, e gli aspetti di protezione antincendio sono considerati in ogni elemento della tuta. Mentre le tute sono progettate per svolgere il loro lavoro, c’è un aspetto critico da ricordare: “Niente è ignifugo”, dice Bob Stroud di Stroud Safety. “Si possono saldare pezzi di acciaio con il calore. Ricordate che queste tute sono ignifughe. Quello che si compra qui è il tempo, il tempo necessario per spegnere il fuoco”.

Il tempo può fare la differenza tra trattenere il respiro o andare in ambulanza. L’attuale equipaggiamento di sicurezza è stato progettato per proteggere il conducente il più a lungo possibile con l’obiettivo di aumentare il tempo di protezione. Il conducente può aiutare la causa pensando a tutte le sue esigenze di abbigliamento. “L’abbigliamento intimo Nomex può dimezzare la percentuale di ustioni”, dice Doolen. “Questo è un importante livello di protezione per il conducente”.

La vita di una tuta da corsa dipende da una serie di fattori. In primo luogo, la qualità del materiale iniziale deve essere valutata, vale a dire che il Nomex è migliore del Proban e durerà più a lungo. In secondo luogo, la vostra applicazione individuale e la vostra cura pesano molto su quanto tempo potete aspettarvi di ottenere la giusta protezione.

Vedi tutte le 7 foto

“Se non puoi permetterti una protezione adeguata, non puoi permetterti di correre”, sottolinea Stroud. “Queste tute vengono fornite con istruzioni per la cura, sia che si tratti di lavaggio che di lavaggio a secco. Consigliamo il lavaggio a secco per due motivi. In primo luogo, aiuta la solidità del colore; mantiene l’aspetto della tuta. In secondo luogo, toglie lo sporco, i materiali sintetici, e il sapone normale non lo fa. Mantenere la tuta pulita”.

Articolo molto interessante
2008 Dodge Charger RT Hemi Shaker Scoop - Aggiornamento dell'imbuto dell'aria fresca

“La longevità è determinata dalla cura”, dice Liberto. “La maggior parte di noi gareggia duramente e la tuta ne paga il prezzo”. Con il passare degli anni, la protezione diminuirà. Il Nomex è delicato. Consigliamo di sostituire la tuta ogni due o tre anni. Il fattore di utilizzo è il motivo per cui vedrete i professionisti passare da 5 a 10 tute all’anno”. “Una tuta da pilota si sfilaccia o si scolorisce”, dice Larkins. “Una buona regola è quella di sostituirlo ogni due anni; prima se c’è un segno di usura”.

Prendersi cura di una tuta significa molto di più che lavarla. Quando lo si indossa, bisogna trattarlo come un capo d’abbigliamento speciale. “Trattate il vostro abito come il vostro abito della domenica”, aggiunge Liberto.

Se vi capita di essere stati coinvolti in un incendio, dovete davvero valutarlo – anche se siete scappati illesi. “E’ una cosa da nulla: Vuoi che ti protegga. Se è scoppiato un incendio ed è stato spento, ispezionate visibilmente la tuta. Il processo di combustione potrebbe creare un punto debole. Dovete prestare attenzione al vostro equipaggiamento di sicurezza. Se hai quel punto debole, non vuoi pensarci se ti trovi in un altro incendio”, dice Liberto.

Vedi tutte le 7 foto

“Dovete assicurarvi che non ci siano buchi o strappi nella vostra attrezzatura”, aggiunge Stroud. “Usare il buon senso in questa situazione”. Queste tute utilizzano fili speciali e materiali speciali. Non lasciate che vostra moglie o la vostra ragazza aggiusti la tuta. Non possono farlo. I materiali, i macchinari e i metodi sono tutti diversi”.

Una storia dell’orrore include il tentativo di sostituire una cerniera lampo. Un abito da autista è stato dato a una sarta per una nuova cerniera, ma la cerniera di ricambio era di plastica. La cerniera si sarebbe fusa in un incendio, intrappolando essenzialmente l’autista. Fortunatamente, la tuta è stata scartata prima che accadesse una cosa del genere.

Protezione della testa

Era una battuta di lunga data sull’acquisto di un casco da 200 dollari per una testa da 25 centesimi, ma le ferite alla testa non fanno ridere. I produttori prendono sul serio la loro responsabilità e cercano costantemente di migliorare la protezione esistente. Vogliono il più recente e il più grande sugli scaffali ogni volta che un pilota fa una selezione.

Vedi tutte le 7 foto

“Introduciamo sempre nuove idee”, dice Doolen. “Guardiamo il peso del casco”. Guardiamo la sua costruzione. Dobbiamo superare i test di certificazione Snell. Lo standard del 2000 è stato difficile da superare. Abbiamo alcune novità in cantiere; alcune che toglieranno un mezzo chilo di peso e avranno ancora la protezione necessaria a g alti”.

Articolo molto interessante
Chirurgia minore - Sostituzione del cerotto del pannello inferiore

I danni ai caschi possono arrivare in molti modi, alcuni non evidenti. È necessario ispezionarlo dopo ogni incidente.

“Per prima cosa, assicurati che il tuo casco sia aggiornato prima di usarlo”, dice Stroud. “Guardate l’esterno e assicuratevi che non sia incrinato. Procuratevi un nuovo casco dopo l’impatto se non siete sicuri della sicurezza del casco. Usare il buon senso”.

Vedi tutte le 7 foto

“Offriamo un servizio di ispezione del casco”, dice Doolen. “Se c’è una crepa nel gel coat, danni visibili alla calotta, danni alla fodera, cose del genere, il casco deve sparire. Ricordate, un buon casco è l’ultima linea di difesa”.

Per la maggior parte, gli enti sanzionatori e gli ippodromi faranno raccomandazioni per i caschi, ma di solito richiedono che il casco sia conforme all’ultimo standard Snell, in questo caso, Snell 2000. In alcuni luoghi sono ancora consentiti i caschi Snell 95, ma se il vostro casco è più vecchio di quello, chiedete a un museo di esporlo.

Altro Abbigliamento

Un pacchetto completo di sicurezza per il guidatore copre il guidatore dalla testa ai piedi, compresi la biancheria intima, la calza per la testa (passamontagna), i guanti e le scarpe. Questi elementi richiedono un’ispezione e una sostituzione, in particolare gli strati esterni. “Guanti e scarpe hanno un’usura più rapida perché si trovano in un punto di contatto”, offre Liberto. “È necessario ispezionarli per verificare che non ci siano buchi e strappi”.

“Assicurati che le tue scarpe abbiano suole e battistrada”, osserva Stroud. “Il nastro adesivo intorno alla scarpa non vi servirà a niente, eppure lo vediamo ancora là fuori”.

Una critica ai concorrenti di livello inferiore è la loro riluttanza ad acquistare e ad indossare guanti o scarpe speciali. Non riuscendo a farlo, questi automobilisti si lasciano andare a ferite paralizzanti a mani e piedi.

“Se non rispetti il tuo corpo”, dice Stroud, “è un tuo problema. Ma quando si corre al fianco di qualcuno, si ha un effetto anche su di lui. Devi pensare a fare tutto quello che puoi fare”.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20032139-0305-safe-pl.jpg

Lascia un commento