Bangin Gears – Dieci anni dopo

Vedi tutte e 1 le fotoJohnny HunkinswriterAug 23, 2013

Immaginate un confronto tra le auto, i pezzi di ricambio e le riviste di oggi e quelle di 10 o 20 anni fa. Faremmo un vero e proprio massacro nel 2003 e nel 1993

Mentre scrivo la rubrica Bangin Gears di questo mese, stiamo dando gli ultimi ritocchi a quello che è il mio 120° numero di Popular Hot Rodding. Mi sono quasi perso la pietra miliare, tranne che l’altro giorno mia moglie mi ha ricordato che abbiamo vissuto in California per quasi un decennio. All’inizio non sembrava così tanto, ma poi ho iniziato a notare i cambiamenti.

Riconosciamo (e poi dimentichiamoci!) il fatto che dopo 10 anni sono più pesante di 10 chili, devo indossare le bifocali, e grazie a una figlia diciassettenne i miei capelli sono quasi completamente grigi. Per il resto, in pratica non mi sento peggio per l’usura. Una delle cose belle che non mi sarei mai aspettata è la facilità e, soprattutto, il divertimento che deriva dall’essere parte di una macchina ben oliata. Ero abituato a sbandare di scadenza in scadenza, perdendo il sonno e chiedendomi se i lettori avrebbero voluto una storia. Con il tempo, ho imparato a capire meglio ciò che fa ticchettare una testa del cambio. In effetti, sognare storie fantastiche e farle passare attraverso i social media è una delle mie parti preferite del lavoro. Centoventi numeri sono un sacco di esperienza da cui attingere sia per i successi che per i fallimenti e prometto di usarli per rendere PHR ancora migliore nei prossimi anni.

Uno dei maggiori cambiamenti nelle ultime 10 orbite intorno al sole è che le riviste di automobili sono migliorate di anni luce e non solo PHR, tutte. Quelli che non sono migliorati sono scomparsi. Si sopravvive o si muore. Controllate voi stessi: Se sei come me, hai vecchie riviste nascoste ovunque. Il garage, il bagno, il soggiorno, il baule dell’auto, un cassetto al lavoro, eccetera, sono dappertutto. Ora prendine una più vecchia, più vecchia è, meglio è, e sfogliala con il pollice. Guardate la fotografia, il disegno del layout, il testo della storia, la qualità della carta, il registro di stampa, il colore, e confrontatelo con quello che c’è ora in edicola. Non c’è paragone.

Per quanto sia stato orgoglioso del mio primo numero di PHR¿ , che ha fatto molto bene in edicola nel 2003, impallidisce rispetto a quello che stiamo facendo in questi giorni. Abbiamo più eventi, più concorsi, più copertura, migliore tecnologia e più possibilità di entrare in PHR come mai prima d’ora. I lettori hanno anche accesso diretto e immediato allo staff praticamente 24 ore su 24, non solo via e-mail, ma anche su Twitter, Facebook e YouTube. Se siete collegati, allora mesi fa sapevate già di cosa si trattava in questo numero. E la rivista è materialmente migliorata di conseguenza. È come paragonare l’EFI ad anello chiuso ad autoapprendimento sequenziale a larga banda con l’EFI ad anello aperto e in batch.

Con l’ascesa di Internet, alcuni sono giunti alla conclusione che le riviste sono irrilevanti. Penso che siano le stesse persone che dicono che le auto sono irrilevanti. Per un esperto di cambio, le auto non sono solo un mezzo di trasporto, sono uno stile di vita scelto e le riviste di auto sono una parte immutabile di questo stile di vita. Provate questo esperimento di pensiero: Se dovessi scegliere tra far finire la tua auto sulle pagine di una rivista o su uno dei tuoi siti web preferiti, cosa sceglieresti? Sarei sorpreso se anche uno solo di voi scegliesse di non essere in edicola in ogni Wal-Mart, negozio di alimentari e libreria del paese.

E mentre la circolazione della stampa è diminuita negli ultimi 10 anni, ha fatto sì che le riviste si siano evolute in prodotti più emozionanti e interattivi che sfumano il confine tra stampa e digitale. Dieci anni fa, non era realistico pensare di vedere foto, risultati o video di un evento, di un servizio fotografico o di una storia tecnologica solo poche ore o anche pochi minuti dopo l’accaduto. Ma è così che facciamo di questi tempi. Se non si conta l’attuale edizione cartacea, negli ultimi 30 giorni abbiamo pubblicato 18 nuovi video, 38 post sul blog, una galleria fotografica di 170 foto e un numero incalcolabile di post su Facebook e Twitter. Veniamo da voi come una scimmia ragno 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con tutti i tipi di notizie e contenuti interessanti!

Fare una rivista migliore, però, non sarebbe possibile senza di voi. State costruendo più velocemente, più cool, più impressionanti hot rod e state usando più velocemente, più cool, più bitchin parti dai produttori che abbelliscono le nostre pagine. Tutti stanno alzando la posta in gioco allo stesso tempo in una spirale ascendente di evoluzione meccanica. Immaginate un confronto tra le auto, i pezzi di ricambio e le riviste di oggi e quelle di 10 o 20 anni fa. Se ci fosse un vero e proprio matchup, massacreremmo il 2003 e il 1993 e, per di più, il “noi” del 2013 è molto più difficile del “noi” del 2003 o del 1993. Siamo una macchina da combattimento più magra e più cattiva. Ora prendi quel progresso, quell’evoluzione, e proiettala 10 anni nel futuro. Cavolo, ci sono dei momenti divertenti in serbo per noi!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento