Big Punch: 428 Cobra Jet in una Ford Galaxie 500XL del 1964

Ricordando i giorni dei fuochi d’artificio a grandezza naturale

Vedi tutte le 19 fotoTom ShawwriterMay 22, 2015

Molto tempo fa, prima che gli scuotitori tremassero e i numeri coincidessero, gli uomini costruivano grandi macchine con grandi motori. A volte le fabbriche costruivano automobili con grandi motori, ma molte volte le fabbriche di automobili costruite avevano motori più piccoli. I motori più piccoli non erano abbastanza grandi. Servivano motori più grandi, più grandi e più potenti. Molto più potenti. I grandi motori erano amati in tutta la terra, e legioni di motori grandi e potenti si potevano trovare in vendita sul mercato di molte città e villaggi. Poiché i grandi motori erano potenti, relativamente economici, e disponibili da molti sul mercato, i tempi erano buoni e la gente ballava. Beh, metaforicamente parlando comunque.

A quei tempi, i veri capi del cambio si strappavano alle loro auto. I cofani erano alzati nei fine settimana perché le valvole venivano regolate, i bulloni della testata erano serrati, i punti venivano sostituiti e i carboidrati erano a getto. I miglioramenti erano sempre in corso. I ragazzi che lasciavano le loro auto erano considerati dei sempliciotti meccanici o frustrati perché la padrona di casa non amava gli scarichi rumorosi e non riusciva a spostare un bastone. Erano i geek e i quadrati del giorno.

D’altra parte, i ragazzi che si strappavano le auto erano sempre in giro, testando la loro fattura, mettendo le loro auto contro i rivali e pianificando le loro successive modifiche. Per loro, il magazzino e l’originale non erano una destinazione, ma un punto di partenza.

Vedi tutte le 19 foto

All’epoca, veri e propri cambiali strappati alle loro auto

La Galaxie 500XL del 1964 di Jerry Ostalecki è un’auto a motore intercambiabile, proprio come si trovano molti, se non la maggior parte, dei seri bombardieri dei viali nel periodo di massimo splendore delle crociere. Il motore più grande possibile, l’induzione a induzione, le testate, le ruote personalizzate e persino un cofano a goccia. Sissignore. È un’auto grande che dà un bel pugno.

Jerry ha iniziato con una California black-plate 1964 Galaxie 500XL, il modello fullsize top di gamma della Ford, ben conservata, e ha iniziato a creare il tipo di auto con cui è cresciuto. Il motore è il cuore della questione, non ha lesinato. Aveva una 428 Cobra Jet bilanciata e progettata, poi assemblata intorno a una Comp Cams a doppia durata 3/4 di camma e valvolame. Le teste sono state portate e lucidate e trattate per indurire le sedi delle valvole e per migliorare l’oliatura. Una pompa ad alto volume Melling mantiene l’olio che scorre dove dovrebbe, e un vassoio di avvolgimento nel canton 7-quart pan impedisce che schizzi sulla manovella durante l’accelerazione ad alto G. Sfruttando tutta quella capacità di flusso d’aria in più, c’è un trio di carboidrati a due barili Holley, proprio come la Ford offriva nel 1961 e nel ’62 del ‘390. Le testate Tri-Y e le marmitte Flowmaster continuano il flusso d’aria potenziato sul lato dello scarico.

Articolo molto interessante
Dodge Racing - Salta sul carrozzone

Vedi tutte le 19 foto

A completare la linea di trasmissione sono un differenziale Traction-Lok a 31 scanalature con nuovi ingranaggi 3:50:1 e robusti assali stradali e stradali a 31 scanalature Strange Engineering. Le molle a balestra di Detroit Eaton ottengono l’altezza di marcia al posto giusto, e le barre di trazione Traction Master aiutano a garantire il corretto aggancio quando la potenza scorre.

Jerry ha speso uno sforzo extra anche per gli interni, ricostruendo completamente il cruscotto con gli indicatori N.O.S. e le finiture, e ricostruendo i sedili a secchio con schiuma fresca e nuove finiture. In alto sul cruscotto c’è un grande quadrante Sun Super Tach, con lettura da zero a 9.000 giri al minuto.

“Quest’auto è al 100% priva di ruggine”, commenta Jerry. Dovrebbe saperlo. È stata spogliata fino al metallo nudo prima di ricevere un nuovo e liscio strato di Rangoon Red.

Questa vettura è al 100% priva di ruggine

Lo stile è stato un punto di forza della Galaxie del 1964. Il tetto fastback, introdotto nel gennaio 1963, continuò, conferendo al tetto rigido a due porte un profilo elegante. Le linee pulite e ben modellate della carrozzeria non mostravano nessuna delle stranezze che sembravano influenzare alcuni modelli di Detroit di pochi anni prima.

Jerry ha aggiunto un cappuccio a goccia Crites, un’idea presa dalla Ford Thunderbolt, per ospitare le sue grandi condotte dell’aria fredda. Qui sembra proprio a casa sua, insieme alle sempre belle ruote Torq-Thrust D e ai radiali a parete nera P235/70R15 BFGoodrich.

La lista dell’hardware è impressionante, ma Jerry cercava più di una vetrina di pezzi.

Articolo molto interessante
1999 Pep Boys Indy Racing League Championship Greg Ray Winner & Other News- Racin' Around

Vedi tutte le 19 foto

“Non è stata risparmiata nessuna spesa per rendere tutto giusto e affidabile”, dice. È completamente stabile e non si surriscalda, non perde liquido, non si blocca e non ha nessuna di quelle cattive abitudini spesso associate ad auto da strada molto potenti.

Ha un modo di connettersi con gli appassionati di muscle car che ricordano quei giorni e ne apprezzano il raro fascino vintage. “Fa girare la testa e fa girare i pollici in su”, dice Jerry.

Ci puoi scommettere. Lunga vita ai primordiali predatori: con le canne da pesca, il maxi motore, la vecchia scuola, le canne da pesca d’epoca, caricate per l’orso e pronte ad aggrovigliarsi con tutti gli avversari!

Non è stata risparmiata alcuna spesa per rendere tutto giusto e affidabile

A colpo d’occhio

1964 Galaxie 500XL

Di proprietà di: Jerry Ostalecki, Novi, MI

Ripristinato da: Proprietario; paint by Jim Nicolson

Motore: 1969 428ci Cobra Jet

Trasmissione: C6 automatico a 3 velocità

Riavviare: 3.50 ingranaggi con Traction-Lok

Interno: Stock sedili a secchiello in vinile plissettato

Ruote: 15-inch Torq-Thrust D

Pneumatici: P235/70R15 BFGoodrich Radial T/A

Parti speciali: 428 Cobra Jet engine swap, induzione a triplo carburatore, testate Tri-Y, freni a disco Powerfront, cofano a goccia

La Gerarchia completa di Ford per il 1964

Custom Super spogliarellista. Coprimozzo. Tre galloni verticali nella parte anteriore dei parafanghi. Nessuna guarnizione del finestrino. Interno di base. Solo berlina a due porte.

Custom 500 Aggiunge la modanatura del gocciolatoio, la modanatura della lancia laterale stretta e l’interno aggiornato con moquette. Solo berlina a due o quattro porte.

Galaxie 500 Lancia laterale a tutta lunghezza, cornice del finestrino illuminata, ornamenti del parafango, tappezzeria dei sedili e pannelli delle porte migliorati, orologio elettrico, luce del vano portaoggetti, luce del posacenere. Berlina a due o quattro porte, hardtop a due o quattro porte, cabriolet.

Galaxie 500XL Top trim. Badge XL all’interno e all’esterno, interno a secchielli e console, illuminazione su pedali, pannelli porta deluxe con luci di cortesia, copriruota a ruota rotante. Hardtop a due o quattro porte, convertibile.

Vedi tutte le 19 foto

Ai tempi delle auto preponderanti, la fortuna di un costruttore cavalcava sui suoi modelli a grandezza naturale, nel bene e nel male. È qui che si concentravano i talenti della società. La XL del 1964 è bellissima sia davanti che dietro. La Ford ha offerto anche la Galaxie 500XL in un hardtop a quattro porte. Da notare la targhetta del concessionario del Michigan del 1964.

Articolo molto interessante
La Ford Roadster di Todd Kindler del 1932 - Columbus Turtle Wax Top 100

Vedi tutte le 19 foto

Uscirà solo nell’aprile del 1968, ma il 428 Cobra Jet prenderà il sopravvento da dove il 427 è partito. Se la 427 originale cadeva in circostanze sfortunate, o se la vostra auto era stata originariamente costruita con un motore troppo caldo, la 428 CJ era il biglietto vincente per la super potenza. Questa è dotata di una presa d’aria in alluminio 3×2 e di un trio di carboidrati Holley. Le teste sono state portate e lucidate, e lo scarico è stato migliorato in ogni punto per sfruttare l’aspirazione ad alto flusso.

Vedi tutte le 19 foto

L’interno del Galaxie 500XL è stato caratterizzato da un’abbondanza di spazio e da appuntamenti di alto livello. I pedali assomigliano agli articoli Cal Custom, ma sono originali di fabbrica. Jerry ha ricostruito il cruscotto con spessori e finiture N.O.S.; gli spessori sotto il cruscotto sono dei componenti aggiuntivi.

Vedi tutte le 19 foto

Il Galaxie sembra duro con un set di Torq-Thrusts americani. I radiali BFG sono una punta di diamante che a Jerry piace guidare il suo bruiser.

Vedi tutte le 19 foto

Il Sun Super Tach (e il suo trasmettitore sotto cofano) sono tra le due mods scelte che Jerry ha fatto al suo Galaxie 500XL. L’auto ricorda i giorni in cui nessuno lasciava il proprio parco macchine.

Vedi tutte le 19 foto

Il cappuccio a goccia è un elemento preso in prestito dal Thunderbolt del 1964. Non è un semplice accessorio cosmetico, ma è utile per eliminare l’induzione a triplo carb del Cobra Jet.

Vedi tutte le 19 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2015\05\1964-ford-galaxie-500xl-front-three-quarter1.jpg

Lascia un commento