Bob Dally’s Turbocharged Slant-Six Barracuda Land Speed Racer di Bob Dally

Questo Barracuda può essere piccolo sui cubi, ma è grande sul divertimento.

Vedi tutte le 43 fotoEric EnglishwriterNov 10, 2015

Normalmente non ci si aspetterebbe di prendere il virus delle corse guardando un film, ma è esattamente quello che è successo a Bob Dally qualche anno fa quando ha guardato “L’indiano più veloce del mondo”. Nell’acclamato film del 2005, Anthony Hopkins interpreta il ruolo del leggendario Burt Munro, che all’età di 68 anni ha stabilito un record di velocità su terra ferma a Bonneville con la sua moto indiana del 1920. Senza dubbio molti appassionati di cinema hanno trovato “Indian” una storia avvincente, ma scommettiamo che pochi hanno continuato a partecipare allo sport delle gare di velocità su terra per questo motivo.

Poco dopo aver visto lo show, Dally e sua moglie Linda hanno deciso di partecipare allo Speedweek di Bonneville per vedere cosa fosse tutto quel trambusto. Dally è stato immediatamente morso. Si scopre che la sua ispirazione per un giovane di 64 anni non è venuta solo da Munro, ma anche da un particolare corridore che ha incontrato ai box di Bonneville. “Durante una conversazione che abbiamo avuto, il ragazzo mi dice ‘Ho 66 anni, con la previdenza sociale, e ho iniziato a correre qui l’anno scorso” spiega Dally. “Sapevo che se lui poteva farlo, potevo farlo anch’io”. Presto è stata individuata un’auto che avrebbe consentito un inizio perfetto, una Barracuda del ’66 parzialmente completata, acquistata da Josh Skinner alla fine del 2011. Dally l’ha trasportata a casa nella sua zona di Seattle e si è recato al lavoro con l’obiettivo di partecipare a Speedweek 2012.

Vedi tutte le 43 foto

Come principiante, la prudenza ha portato a partire in una classe di velocità ragionevolmente sicura e modesta. Con un corpo non modificato, il Barracuda rientra nella categoria della produzione classica (CPRO). Mentre esaminava i record di classe, Dally si rese conto che F/CPRO era una classe in cui un sei cilindri Mopar a sei cilindri da 170 pollici si sarebbe adattato bene. E perché non un 225 pollici si potrebbe chiedere (l’abbiamo fatto)? La risposta è semplice – un 225 si inserisce in E/CPRO (184,00 260,99 pollici cubici), con un record di oltre 200 miglia orarie in più di velocità rispetto a quanto Dally cercava per la sua prima impresa.

Articolo molto interessante
Possono mettere fuori legge l'Hot Rodding?

Poiché la classe F/CPRO aveva un record aperto, il Barracuda doveva essere costruito secondo le specifiche della classe E/CPRO più alta successiva. È la ragione per cui c’è un sacco di equipaggiamento che non ci si può aspettare su una vettura che ha stabilito il record nazionale F/CPRO a 132,85 miglia orarie nel 2013, e che ha fatto passare ufficiosamente una media di 136,59 miglia orarie. Dally aveva sperato di superare il record a oltre 140 miglia orarie negli ultimi due anni, ma le attività di Bonneville sono state annullate nelle ultime due stagioni a causa del maltempo.

Vedi tutte le 43 foto

Sappiamo che i corridori non si accontentano mai di riposare sugli allori, e Dally non è diverso. Il suo piano per portare il record a più di 140 miglia orarie doveva essere seguito da un nuovo motore turbo e aiuti aerodinamici che avrebbero messo l’auto in Classic Altered. Nonostante le recenti cancellazioni di Bonneville, Dally sta procedendo con questi piani. Ha tutte le parti per il nuovo motore e ha fabbricato a mano una diga d’aria in lamiera e uno spoiler posteriore. Il piano è per una Speedweek 2016 di successo e un record di 140 mph F/CPRO, poi un rapido colpo alle specifiche di Classic Blown Altered in tempo per le Finali Mondiali appena due mesi dopo. Auguriamo a Dally e a tutti gli altri piloti di Bonneville un ritorno alle buone condizioni di gara!

Chi: Bob Dally

Cosa: 1966 Plymouth Barracuda

Dove: Seattle, Washington

Vedi tutte le 43 foto

Motore: E’ passato un po’ di tempo da quando abbiamo pubblicato una Slant Six sulle pagine di Car Craft, e in effetti potremmo non aver mai pubblicato una versione da 170 pollici prima d’ora. Tuttavia, il motore fa parte della storia essenziale. È abbastanza semplice al momento, mentre un 170 turbo-spec 170 è in attesa nelle ali. l’attuale combinazione si avvale di un assemblaggio bilanciato, ma per lo più di tipo stock alternativo, ad eccezione delle lumache forgiate JE 13:1. È interessante notare che l’albero motore di serie da 3,125 pollici è in acciaio forgiato. La testa del cilindro in ferro di produzione viene portata e rilavorata con valvole Manley di grandi dimensioni, e camere di combustione saldate / rinfrescate. I bilancieri a rulli RAU e le aste di spinta Smith Brothers sono abbinati ad un bastone solido Comp Cams con 239/242 gradi di durata a 0,050, e 0,534/0,576-inch di sollevamento. L’induzione avviene tramite un Holley da 600 cfm su una presa Clifford. Una prossima evoluzione del 170 metterà il Barracuda nella classe Classic Blown Altered (Fuel or Gas), dove potrà anche usufruire di alcuni aiuti aerodinamici come una diga d’aria in lamiera e un’ala posteriore. Il nuovo motore è pronto per l’uso insieme ai pistoni Wiseco, alle aste Cunningham e ad una manovella preparata. Sarà pressurizzato da un turbo Precision 6266 intercooled.

Articolo molto interessante
Guarda la Cadillac 500CI che alimenta questa Buick!

Vedi tutte le 43 foto

Scarico: Testata Clifford 3+3 con primarie da 1 pollice e collettori da 2 pollici. Doppio tubo centrale da 2 pollici, senza marmitte.

Trasmissione: Siamo rimasti sorpresi nell’apprendere che la Chrysler A-833 a 4 marce era opzionale a volte in sei applicazioni di tipo A, eppure la Barracuda di Dally non era una di queste. In ogni caso, ora è equipaggiata con un A-833 insieme a un cambio Hurst, campana Quick Time, volano in acciaio e frizione SPEC fase 2.

Carburante e accensione: Il sistema di alimentazione di Dally è composto da una cella a combustibile ATL da 10 galloni, una pompa elettrica Holley, linee da 3/8 pollici, una lattina di raffreddamento e un carburatore Holley da 600 cfm. L’accensione è dotata di un innesco a manovella personalizzato, MSD 6AL, e doppie batterie.

Riavviare: Un posteriore di 8 pollici da un corpo B è stato montato sul primo ‘Cuda. Ospita un differenziale aperto e sorprendentemente ripido da 3,55 marce che ha prodotto 6500 giri al minuto a 142 miglia all’ora.

Sospensione: I bracci di controllo superiori regolabili di Reilly Motorsports aiutano a produrre quasi 9 gradi di ruote, e sono abbinati a bracci di controllo inferiori modificati, barre di torsione sovradimensionate, foglia posteriore disarcata e ammortizzatori Bilstein.

Freni: I freni non sono un fattore importante a Bonneville, quindi non c’è niente di speciale qui, solo tamburi Mopar B-body a 4 ruote di diametro maggiore. Le scarpette sono facilmente retrocesse per una resistenza praticamente nulla, e questo è il motivo per cui Dally non fa girare i dischi.

Articolo molto interessante
Mickey Thompson's Funny Pinto F/C - Dove tutto è cominciato nel 1971

Ruote/gomme: Sono ruote in acciaio Wheelsmith da 15×4,5 pollici con dischi lunari. Le gomme sono Goodyear 24×5.0x15, anteriori, e 26×4.5×15, posteriori.

Vedi tutte le 43 foto

Interno: Sventrato all’essenziale, all’interno dell’auto non troverete molto di più del roll-gabbia della Gerber Motorsports, un sedile di contenimento Kirkey, un’imbracatura a 5 punti, spessori da competizione, sistema antincendio e casse di zavorra.

Esterno: Dally ha ridipinto la Barracuda nel suo colore originale “Giallo tenue”, quello che lui chiama vernice “auto da corsa”, cioè che non è perfetta. Chi si aspetterebbe la perfezione da un lavoro fatto nel garage del proprietario? Per inciso, i parapetti sono necessari per le auto che vanno a più di 200 miglia all’ora, ma dato che la F/Classic Production aveva un record aperto, l’auto doveva essere costruita secondo le specifiche della classe successiva – che sta battendo la soglia dei 200 miglia all’ora.

Vedi tutte le 43 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2015\11\1966-plymouth-barracuda-431.jpg

Lascia un commento