Borsa soldi – Smettila di chiedermi più soldi

È di questo che si tratta veramente?

Vedi tutte e 2 le fotoCarolyn WoodardillustratorTed AustadwriterDec 13, 2006

Vorrei avere un dollaro per ogni volta che un autista mi ha detto che tutto quello che dovevo fare per attirare più auto e tifosi era pagare qualche soldo in più.

Sarebbe un “giro di soldi” per il promotore (più o meno). Basta mettere un dollaro sulla scrivania e chiedere qualsiasi cifra. Vedrò cosa posso fare.

Fatto: Ogni pilota nelle corse su pista corta ha bisogno di più soldi per inseguire i propri sogni di vittoria. Il denaro li aiuta anche ad evitare il problema di rispondere alle mogli, alle compagnie di carte di credito e forse ai genitori.

Fatto: I conducenti non possono acquistare la loro strada in Victory Lane.

La maggior parte dei conducenti di veicoli a corta percorrenza ha bisogno di capire meglio la seconda affermazione. Non si può comprare la strada in Victory Lane. Ci vuole lavoro, determinazione, pratica e talento. Sì, è vero, ci vuole talento per vincere nel nostro sport. Il ragazzo con più soldi non è sempre il vincitore. Ma, posso azzardare l’ipotesi che il ragazzo che vince abbia del talento.

Se i soldi fossero il gioco, allora la serie IROC finirebbe in un pareggio con 12 piloti che attraversano la linea in perfetta formazione (forse sei file di due nello stesso ordine in cui sono partiti alla goccia della bandiera verde).

Il talento vince le gare dell’IROC, e il talento vince le gare su pista corta.

Allora perché tanti piloti pensano che il denaro sia il fattore determinante su chi corre, quando corre, e perché corre?

Il premio in denaro per il primo posto nella maggior parte delle gare (anche nella Nextel Cup) non copre le spese di gara. Man mano che si va più in là nel foglio dei pagamenti, la situazione peggiora per quanto riguarda la copertura delle spese sostenute dal team di gara per quella notte. La borsa non coprirà mai completamente le spese di gara, anche se si vince la maggior parte del tempo. Non importa a quale livello si gareggia.

Articolo molto interessante
Motorama 1959 Chevrolet Corvette - Profilo

Ai colleghi del settore delle promozioni piace coniare la frase: “un autista spenderà dieci volte di più di quanto si paga per vincere”. Ciò significa che un autista spenderà oltre 1.000 dollari per la sua auto quando si pagano 100 dollari per vincere l’evento principale.

E’ una valutazione abbastanza corretta della situazione nelle corse su pista corta. Se il promotore decide di pagare 500 dollari per vincere, i piloti spenderanno 5.000 dollari per cercare di vincere quella borsa. Otterranno più cavalli di potenza con un nuovo lavoro di valvole di lusso. Potrebbero ottenere gomme nuove con una mescola più morbida. Che ne dite di prendere quel collettore inciso con l’acido e cercare di farne passare uno di nascosto ai funzionari?

Per gli autisti è facile trovare il modo di spendere soldi. Non è mai facile trovare i soldi necessari per coprire le spese.

Vedi tutte e 2 le foto

L’autista che è così ansioso di chiedere soldi al promotore farebbe meglio a lavorare sul suo campo di vendita e a chiedere un po’ di soldi a uno sponsor. Uno sponsor potrebbe trovare un qualche beneficio diretto da questo scambio di denaro, e l’autista avrebbe una maggiore opportunità di successo invece di essere rifiutato.

Le borse solide sono progettate per pagare un importo equo per i posti migliori. L’importo di solito riflette il conteggio delle auto e la base dei ventilatori sulla pista. La paga scende fino a dove l’uomo che non ha il maggior successo in quella determinata notte di solito ha abbastanza soldi per rientrare al cancello la prossima settimana. Wow, che bonus! Di solito non si vede questo tipo di ricompensa in altri tornei sportivi per gli appassionati del fine settimana.

Articolo molto interessante
Automobili uniche - Un Homecoming unico

Lo stesso dovrebbe valere per i programmi di bonus per i fondi a punti di fine anno. Gli importi sono di solito in cima alla classifica con forse i Top 10 o a volte 20 che ricevono abbastanza soldi per pagare i biglietti del banchetto. Nessuno fa un colpo in banca alla fine della stagione. Nessuno conta sul grande giorno di paga per entrare nella prossima stagione. Se vi dicono che stanno finanziando, (all’interno di uno scoop) vi stanno raccontando frottole.

Non è una questione di soldi! Si tratta dell’esperienza. Si tratta delle amicizie. Si tratta della realizzazione. Si tratta di onorare i nostri coetanei con la speranza che un giorno sperimenteremo lo stesso rispetto e lo stesso onore da parte loro.

È per questo che corriamo. È divertente.

I buoni promotori creano un evento che è coerente, equo e divertente per il concorrente insieme alla sua squadra, alla sua famiglia e ai suoi tifosi. Lo spettacolo dovrebbe svolgersi in orario, senza grandi ritardi, e dovrebbe arrivare ad un’ora decente, e offrire un po’ di ricompensa a coloro che si comportano bene in quella particolare serata.

I buoni promotori creano un’atmosfera divertente in pista. E’ un’atmosfera che i fan, gli sponsor, la famiglia e gli amici vogliono vivere nel fine settimana.

I buoni promotori creano opportunità mediatiche per i piloti di mostrare il loro talento e, possibilmente, attirare qualche sponsorizzazione per il loro team di gara. Le opportunità mediatiche possono creare degli eroi dei piloti all’interno della comunità.

Articolo molto interessante
Aste dei lettori - Marzo 2014

I buoni promotori sono uomini d’affari e donne d’affari, proprio come gli autisti. Cercano di sbarcare il lunario creando un prodotto che genera denaro. Proprio così. Lo spettacolo deve creare denaro. La gente deve partecipare, e la gente deve acquistare i biglietti per l’intero evento per lavorare.

Sapete una cosa? Questo è proprio quello che vogliono un pilota e una squadra. I soldi sono già spesi quando si arriva all’autodromo. Non importa se la ricompensa è di 50 o 5.000 dollari quella sera. I tuoi soldi sono già in gioco. La tua ricompensa è un bonus. Faresti meglio a divertirti, altrimenti finirai per impazzire.

Dimentica i soldi. Guardate in tasca dopo che la notte è finita e siate felici di avere qualcosa che vi farà tornare lì la prossima settimana per divertirvi di più e forse, solo forse, essere il miglior pilota in pista.

Per chi cerca qualcosa di più, porta un dollaro nel mio ufficio, mettilo nel barattolo in fondo alla scrivania e chiedimi altri soldi per la borsa. Oggi sono un po’ a corto per il pranzo. In più, sono stufo degli hot dog freddi strappati dagli avanzi dello stand in concessione. Grazie.

(Nota dell’editore: Ted Austad è il promotore di Oglethorpe Speedway Park a Pooler, Georgia. È ben qualificato per affrontare questo argomento. Deve essere stata una pessima serata).

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2006\12\ctrp-0602-pl-race-promoting-money-.jpg

Lascia un commento