Buona Festa della Mamma da The Wood Brothers Racing Team!

Vedi tutte le 1 fotoWood Brothers Racing TeamwriterMay 7, 2010

La serie principale della NASCAR sarà inattiva questa domenica in onore della Festa della Mamma, come di solito è e probabilmente lo sarà sempre. Se c’è mai stato uno sport o un’industria che avesse un debito con le madri dietro le quinte, è la NASCAR. Nel corso della sua storia, lo sport della NASCAR, l’organo sanzionatorio, le sue squadre e le sue piste, è cresciuto e ha prosperato in gran parte grazie al contributo delle mamme che hanno solidamente sostenuto i loro mariti e i loro figli. I loro nomi sono leggendari per gli addetti ai lavori di questo sport come quelli dei loro mariti e dei loro figli che sono diventati leggendari grazie alle loro imprese. Annie e Betty Jane France, Elizabeth e Lynda Petty, Martha Earnhardt, Judy Allison e Bernece Wood sono tra coloro che vengono subito in mente.

Nella classifica a squadre della squadra corse dei fratelli Wood Brothers sono elencate tre persone che hanno fatto parte della squadra per tutti i 60 anni della sua esistenza – Glen Wood, Leonard Wood e Bernece Wood. Ha visto la squadra fondata dal marito Glen crescere da un’operazione part-time in una centrale elettrica NASCAR. Ci è stata quando i suoi figli, Len, Eddie e Kim hanno preso il loro posto nell’azienda di famiglia, e ora sta guardando i suoi nipoti, Jordan, Jon e Keven entrare a far parte dell’operazione.

Articolo molto interessante
2006 Ford Mustang - Mostra 'N' Go

I compiti di Bernece Wood sulla carta della squadra sono elencati come “Curatore del museo”, ma suo figlio Eddie dice che lei significa molto di più per la squadra, per la sua famiglia e per la NASCAR in generale. “Lei rappresenta la longevità di ciò che facciamo”, ha detto Eddie. “Lei c’era all’inizio ed è ancora una grande parte di esso”. Wood ha detto che sua madre conosce ogni pezzo del museo della squadra a Stuart, Va. e che è lì quasi tutti i giorni per raccontarlo ai visitatori. Ha detto che potrebbe essere la persona più adatta della famiglia a raccontare i 60 anni di storia. “Papà e Leonard erano sempre impegnati a fare le cose che facevano, quindi lei probabilmente aveva una visione migliore di chiunque altro di quello che è successo in questi 60 anni”, ha detto. E come le altre matriarche della NASCAR, Bernece Wood non ha mai avuto il credito che si meritava. “Ha sacrificato molto”, ha detto. “Non è cosa da poco sopportare le corse, e tre generazioni. “Nella NASCAR ci sono sempre state donne forti che hanno sempre sostenuto i loro uomini. Sono rimaste sullo sfondo e di solito hanno avuto poco credito per tutto ciò che hanno contribuito”.

Bernece Wood sarà anche rimasta fuori dai riflettori per la maggior parte della sua carriera agonistica, ma è sempre in prima linea quando si tratta di raccontare la storia della squadra corse della sua famiglia. Proprio la settimana scorsa ha spiegato con entusiasmo l’aggiunta di un cappuccio dell’attuale n. 21 Motorcraft/Quick Lane Ford della squadra al museo di Stuart. Sul cofano c’è un logo speciale che rappresenta i 60 anni dei Woods nella NASCAR. “E’ proprio fuori dalla macchina da corsa, ed è rosso mela candita”, ha detto, riferendosi alla tonalità di vernice rossa che il team ha usato per anni. La signora Wood è spesso la voce piacevole che si sente quando si telefona al museo, ed è la guida turistica che la maggior parte dei visitatori preferisce. Per lei va benissimo. “Alle persone anziane piace soprattutto parlare con me”, ha detto.

Articolo molto interessante
1954 L'imperatore Darrin - Il miracolo di Abrahams

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2010\05\ctrp-1005w-02-circle-track-happy-mothers-day.jpg

Lascia un commento