Carburante alterato Flash-Forward a Famoso

Vedi tutte le 22 fotoCole CooncewriterTed SoquiphotographerMay 28, 2014

Nei tempi dell’età della pietra di otto fili per candele di accensione, i dinosauri dragstrip coesistevano con altre forme di vita primitive in una terra conosciuta come 1320. Per la comunità scientifica, il phylum di queste creature è “combustibile”, la classe è “Altered” e l’ordine è “Awful Awful”. In quei giorni antidiluviani, le specie conosciute come “AA/Fuel Altereds” si foraggiavano e si divertivano e combattevano tra le tribù per la supremazia e la sopravvivenza, dalle città di drag di Famoso a Fremont, da Great Lakes a Green Valley, e da Tucson a Puyallup.

Sì, come King Kong, i Fuel Altereds erano impossibili da contenere – molto meno mercato – e all’inizio degli anni ’70, una nuova razza di macchinari mutanti aveva invaso il mainlandshowroom-replica Funny Cars. Le parole “Production Bodies only” divennero scolpite nell’ardesia. Il loro aumento di popolarità significò la rovina di Fuel Altereds. Il bestiale colosso Awful Awfuls si è estinto.

L’ultima volta che AA/Fuel Altereds si è radunata in massa come classe propria per saltare sul marciapiede in un incontro di marzo è stato nel 1970. Quell’anno, il Burkholder Bros. ’23 T ha battuto la Fiat di Mike Sullivan. L’anno successivo, la classe era stata ripiegata su Combo Eliminator, per gareggiare contro i dragster Junior Fuel, i flopper a iniezione e, infine, i dragster Top Gas. Nonostante l’imminente obsolescenza della sua classe, Mike Sullivan, con i capelli lunghi e i baffetti, tornò a Bakersfield con una nuova macchina e fece scendere il suo Topolino non verniciato lungo un quarto di miglio, dichiarando il dominio e l’ordine sul resto del clan degli uomini delle caverne.

“La classe [nel ’71] era dominata dai Fuel Altereds”, ha ricordato Rod Hynes, un pensionato a lungo e a lungo in pensione AA/Fuel Altered shoe e storico non ufficiale di tutte le cose Awful Awful. “In semifinale, due delle quattro vetture erano Fuel Altereds. La MOB contro Sullivan è stata una gara, che Sullivan ha vinto. Non ricordo chi Rich Galli abbia corso con il suo dragster a benzina iniettata nell’altra gara, ma è stato Galli che Mike ha battuto in finale, mentre era in fiamme!

Articolo molto interessante
1960 Chevrolet Corvette - Il vincitore - Rod e Custom

Anche se spettacolare, è stata una vittoria di Pirro. Le comete si erano schiantate. Molti Fuel Altered si nascosero nelle grotte, in attesa che l’era glaciale si scongelasse.

Alcuni di questi uomini e macchine sono sopravvissuti alla trasformazione. Nel corso degli anni, i vivi si svegliavano dall’ibernazione e si svegliavano in fasce di secondo mercato a Palmdale e Tucson. In effetti, la specie è mutata e ha tentato di sopravvivere al Freeze Out.

Negli anni ’90, alcuni si sono adattati mescolando il loro seme con quello delle Funny Cars. Queste creature divennero note come “trasformatori”. L’interasse crebbe fino a 130 pollici e queste macchine fecero spuntare le ali Top Fuel Dragster e gli sbalzi del serbatoio del carburante. Scambiando i loro flip-top body, questi ibridi potevano gareggiare come Funny Cars o Fuel Altereds, a seconda della preferenza di un determinato promotore di pista, sia a Palmdale, Tucson, Cordova, Boise o Bakersfield.

Le epoche sono passate. Il ghiaccio si è sciolto. Mike Sullivan si è tagliato i capelli. L’anno scorso, l’International Hot Rod Association ha fatto risorgere i restanti Awful Awfuls come “Classic Fuel Altereds” nella loro serie Nitro Jam. In seguito, nel 2014 i Fuel Altereds sono riapparsi anche al Bakersfield March Meet di Bakersfield, come eliminatore di otto auto.

Ma non tutto è stato kumbaya venire la resurrezione. C’erano i puristi. E c’erano i nuovi arrivati, gli intrusi.

Vedi tutte le 22 foto

Uno stalwart di lunga data di Fuel Altered che non è soddisfatto delle auto da corsa in stile trasformatore è Dave Benjamin, che è tornato al Famoso March Meet, spremendo il suo Nasty Benjamin ’27 Ford T-Bucket, prima di impegnarsi in un’ulteriore competizione all’IHRA Nitro Jam di Tucson il fine settimana successivo.

“Queste cose non devono sembrare astronavi per andare in pista”, ha dichiarato Benjamin. “Guardate l’inferno puro: 6.20 a 244. Niente strapiombi davanti, niente ali dietro”.

Famoso ha imposto ai suoi concorrenti AA/FA Eliminator di aderire ad un indice di 6.00, nel tentativo di tenere sotto controllo le astronavi e di dare una possibilità di combattere agli Altereds veramente classici. Ma questa regola di break-out ha fatto poco per spegnere l’ira di Benjamin.

Articolo molto interessante
1955 Ford F-100 - Classic Combo

“Tutti sembrano voler stare sempre più in prima linea”, ha continuato. “La metà di loro non sa cosa sta facendo. Il 98 per cento non sa di non aver bisogno di tutta quella merda là fuori”. Si potrebbero appendere 25 libbre di peso sul davanti e farebbe la stessa cosa. Se stai cercando di correre a 280 miglia all’ora, avrai bisogno di una grande ala. Ma per quello che stiamo cercando di fare, non è necessario”.

Ho chiesto a Mark Leigh, capo equipaggio della Chevrolet Chevrolet del ’34 di Dan Hix, in stile Heatseeker Transformer di Dan Hix, cosa ne pensava della classe e di come la loro auto da corsa fosse diversa da una Funny Car: “E’ lo stesso passo”, ha detto Leigh. “Il posizionamento del motore è lo stesso e ha la stessa frizione di una Funny Car Nostalgia”.

Leigh era a favore della regola dell’evasione.

“Questa classe modificata sarà fantastica perché c’è l’indice 6.0 e non si può andare più veloce. Quindi non hai bisogno dei freni in fibra di carbonio e non hai bisogno del sistema Leahy [di spegnimento automatico]”.

Leigh ha rivelato che la sua squadra utilizzava una 526ci Miner Bros. Hemi, alimentata da una pompa Waterman da 30 gpm che “stanno spurgando”.

Ha detto: “Puoi scegliere la tua pompa del carburante e il tuo motore e loro non devono venire a cercare altro se non articoli di sicurezza. È semplice. Mantiene la tecnologia al minimo”.

Oltre a tenere a bada la burocrazia, Leigh la vedeva come un’occasione per far sventolare una bandiera di libertà.

“C’è una certa espressione permessa”, ha spiegato. “Puoi fare quello che vuoi”.

La libertà taglia in entrambi i sensi. Al suo ritorno a Famoso, la scelta di Mike Sullivan è stata quella di mantenere la tradizione con una nuova Topolino del ’48 che assomiglia notevolmente a quella che prese fuoco nel 1971, in rotta verso il cerchio del vincitore del March Meet.

Articolo molto interessante
1968 Ford Torino - La corsa del Campionato ARCA di Benny Parsons - Auto da corsa del mese

Quando gli è stato chiesto perché sta ancora correndo Fuel Altereds, Sullivan si è calmato: “Qualcuno ha detto che ero fuori di testa, ma è stato mentre aggiustavo queste valvole”.

Quando ha fatto un quiz su ciò che era diverso dalle sue auto da corsa originali, ha detto: “E’ un ultimo modello [Hemi] e circa 10 pollici più lungo. A parte questo, cerchiamo di renderla come l’originale”.

E a differenza dei tipi di trasformatori, Sullivan evita ancora l’ala.

“Finora siamo riusciti ad arrivare da un capo all’altro senza un’ala. È ancora un caos controllabile e controllabile, credo”.

Con suo figlio Jeremy che scambiava i pedali, la voce Sullivan si è fatta strada attraverso una staffa di otto auto che comprendeva alcune delle stesse voci dei tempi passati: Pure Heaven, Pure Hell, e il Winged Express, che si mescolavano con i moderni trasformatori come il Witch Doctor e il Heatseeker.

Indipendentemente dallo stile vintage o veicolare, l’azione è stata folle. Scambio di corsia. Blocco opposto. Coni del tempo che volano in aria. Cavalletti a 1.100 piedi. Lavoro con il pedale dell’acceleratore. L’inferno puro ha eliminato il Winged Express. Jeremy Sullivan ha inviato Pure Hell. Dall’altro lato della scala, i trasformatori sembravano distruggersi l’un l’altro. Il round finale è stato come una prova di gusto tra la Coca-Cola Classica e la New Coke: John Henry contro la potenza del vapore. I luddisti contro il laissez-faire. Mike Sullivan contro la Heatseeker.

Dan Hix ha fatto un 6.11 e ha battuto Jeremy Sullivan, che ha girato un 6.21 a 220 mph.

La tradizione è stata sconfitta. I Transformers hanno trionfato. Ma la vecchia scuola sembrava sicuramente più figa, anche nella sconfitta. Non è mai stato così.

Vedi tutte le 22 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20145drag-racing-71.jpg

Lascia un commento