Carburante senza piombo – Dibattito NASCAR – Tira fuori il piombo

Gli ambientalisti spingono l’uso del gas senza piombo nelle corse

Vedi tutti i 6 fotoswpengineWordsNov 16, 2005

Quando qualcuno ti diceva “prendi il comando”, di solito significava che la tua auto da corsa era lenta e che in qualche modo dovevi trovare un modo per renderla più veloce. In un futuro non troppo lontano, il termine potrebbe portare a cambiamenti significativi nei rifornimenti di carburante e nelle modifiche al motore.

Gli ambientalisti hanno recentemente intensificato il loro assalto alle corse automobilistiche e all’uso di carburanti a base di piombo. Con la NASCAR come obiettivo primario, agroup chiamato “Clean Air Watch” ha inviato una lettera al gigante delle corse automobilistiche, sollecitando l’abbandono dei carburanti a base di piombo all’inizio di quest’anno.

“Permettendo l’uso continuato del piombo, la vostra organizzazione può mettere in pericolo milioni di spettatori e di residenti nelle vicinanze, con il rischio inutile di subire gravi effetti sulla salute”, ha dichiarato la lettera indirizzata al presidente dellaNASCAR Brian France. “A causa della chiara minaccia per la salute pubblica, il piombo viene eliminato dalla benzina in gran parte del mondo. Se il Kazakistan può eliminare il piombo dalla benzina, perché laNASCAR non può farlo?”

Il problema del carburante al piombo è un problema che probabilmente non scomparirà – soprattutto quando i gruppi di sorveglianza modificano i media – fino a quando la NASCAR e le organizzazioni sanzionatorie di othermotorsports non inizieranno a utilizzare carburanti senza piombo. Nel 2006, per esempio, IRL inizierà ad usare carburante a base di etanolo nelle sue auto da corsa.

Vedi tutte e 6 le foto

Se è indubbio che i bassi livelli di piombo nei carburanti per autotrazione hanno avuto un effetto positivo sull’ambiente, non vi sono prove schiaccianti che l’uso di carburanti al piombo nella NASCAR e in altre forme di sport motoristici abbia causato notevoli problemi di salute ai partecipanti, ai tifosi e alle comunità che circondano le piste.

Tuttavia, è inevitabile a causa delle tecnologie emergenti e della pressione del pubblico da parte di gruppi come il Clean Air Watch, che il carburante senza piombo trova la sua strada nei motori in tutte le forme di gara. In effetti, la ricerca sui carburanti senza piombo da corsa è un processo in corso da anni sia a livello di enti sanzionatori che di base, e diverse aziende offrono già un carburante da corsa senza piombo.

“Abbiamo fatto alcuni test con un motore Late Model a due barili che utilizzava carburante senza piombo un paio di anni fa”, ha detto il costruttore di motori NASCAR TimmyPetty. “Era nella gamma di compressione 12:1 e sembrava che il carburante senza piombo non danneggiasse affatto la potenza. Sono abbastanza sicuro che avrebbe funzionato in un motore Late Model a compressione inferiore. Il problema più grande che incontrerete – sia che si tratti di un Late Model o di un motore NASCAR – è la condizione della scintilla. Il motore si accenderà prima del previsto. Ma ancora una volta, in un motore 12:1, penso che sarà al limite se si sta per entrare in una condizione di scintilla. Se ci si trova in una situazione di detonazione prematura, non è una buona cosa. Ti capiterà di avere dei punti caldi e comincerai a fare scintille”.

Per capire il dibattito odierno sull’uso del carburante da corsa al piombo, bisogna tornare indietro di quasi 100 anni agli inizi dell’automobilismo moderno. Nella maggior parte dei casi, soffrivano anche di un forte urto durante il ciclo di combustione.

Vedi tutte e 6 le foto

I ricercatori dell’epoca pensavano che aumentando il numero di ottani del carburante si sarebbero curati molti di questi problemi, e hanno concentrato i loro sforzi sul riordinamento delle molecole presenti nel petrolio per fornire una maggiore quantità di ottanegasolina.

Articolo molto interessante
Efficienza del sistema frenante - Freni a corta corsa

La General Motors è stata particolarmente attiva in questa ricerca dopo la prima guerra mondiale, conducendo diversi esperimenti con l’ottano. In origine, lo iodio era pensato per essere un valido agente antidetonante, ma si rivelò essere un additivo animpratico, in parte a causa del cattivo odore che produceva.

I primi test di TEL hanno dimostrato che il battito dei motori di prova è diminuito in modo significativo. La scoperta è stata acclamata come una svolta. Nel 1923, GM, in una joint venture con Standard Oil of New Jersey e Dupont, fondò la Ethyl Gasoline Corporation. L'”etilico”, come fu chiamato, fu aggiunto direttamente alla benzina in forma liquida nella raffineria. Alla fine degli anni ’30, quasi il 90% di tutto il gas conteneva TEL.

Negli anni ’50, la ricerca scientifica ha iniziato a scoprire gli effetti debilitanti del piombo in prodotti come la benzina e le vernici. Il Congresso degli Stati Uniti è poi entrato in azione, finanziando nel 1960 uno studio biennale del Public HealthService sull’inquinamento atmosferico delle automobili.

Percependo la reazione negativa e forse il pericolo per la salute sospettato di essere generato dal suo prodotto, la General Motors ha ceduto la EthylCorporation nel 1962. Cinque anni dopo, il Congresso approvò il Air QualityAct/Clean Air Act, che autorizzava le sovvenzioni alle singole agenzie statali per il controllo dell’inquinamento dell’aria. L’EPA ha emesso i suoi primi standard di riduzione nel 1973, chiedendo una riduzione del piombo a un decimo di grammo pergallone entro il 1986. Il contenuto medio di piombo nella benzina nel 1973 era di 2-3 grammi per gallone, ovvero circa 200.000 tonnellate di piombo all’anno. Nel 1995, il carburante al piombo rappresentava solo lo 0,6% delle vendite totali di benzina e meno di 2.000 tonnellate di piombo all’anno.

Nel 1996, la legge sull’aria pulita dell’EPA ha vietato la vendita di carburante al piombo per l’uso su veicoli stradali, ma ha dichiarato che il carburante al piombo potrebbe continuare ad essere venduto per uso su strada, come le auto da corsa, gli aerei, le fattorie e le applicazioni marinare.

Questa è stata una buona notizia soprattutto per NASCAR, che aveva bisogno di un carburante ad alto contenuto di ottano per far funzionare i suoi motori ad alta compressione nell’intervallo 8.000-10.000 giri/min. Il Sunoco 110 Leaded Racing Gasoline usato nella NASCAR Nextel Cup, Busch e Truck Series è pubblicizzato sul sito web dell’azienda per “far funzionare meglio le auto di serie”.

“La NASCAR è dovuta passare alle regole di compressione 12:1 circa due o tre anni fa perché alcuni costruttori di motori spingevano la compressione fino a 18:1 nei motori a piastre”, ha dichiarato Petty. “Ovviamente, il carburante senza piombo non avrebbe funzionato in quei motori. Ma se tornassimo ai motori a compressione 9:1 che usavamo nei NASCAR Busch e TruckSeries, penso che si potrebbe passare al carburante senza piombo senza problemi. Si potrebbe certamente farlo con un mix di carburante senza piombo e un po’ di piombo, tanto per cominciare”.

La lunga esperienza di Petty come costruttore di motori da corsa gli dà una prospettiva concreta sulla situazione del carburante senza piombo. Figlio del famoso costruttore di motori Maurice Petty, Petty ha prodotto centinaia di motori in un ampio spettro di divisioni da corsa. Oggi, Maurice Pettyand Associates offre programmi di noleggio motori a tutte e tre le principali divisioni NASCAR, oltre a produrre motori USAR Hooters Pro Cup Dodge per Steven Wallace, propulsori Chevrolet per il programma subacqueo di Joe Gibbs Racing e motori Ford a corto circuito per l’iniziativa diversity initiative di Belnavis/Roush.

Articolo molto interessante
Aggiornamento del Valvetrain Budget per motori LS

“Alcuni dei motori a corto raggio che costruiamo utilizzano diverse versioni del carburante da corsaSunoco 110 che la NASCAR utilizza”, ha detto Petty. “Questo è ciò che wedyno tutto con. Non credo che avremmo molti problemi a passare da quei motori a corto circuito al carburante senza piombo”. In quel tipo di motore, non sarebbe un grosso cambiamento”.

Naturalmente, avere i componenti giusti, specialmente nella NASCAR, dove le richieste di eventi di 500 miglia mettono i motori a limiti che non si vedono a livello di corse settimanali, renderebbe molto più facile il passaggio al carburante senza piombo.

“Se qualcuno stesse ancora facendo funzionare le valvole in acciaio inossidabile, penso che si potrebbero avere dei problemi nel treno di valvole che utilizzano carburante senza piombo”, ha detto Petty. “Nella NASCAR, è permesso far funzionare le valvole in titanio, quindi non credo che ci saranno problemi nel treno valvole. Inoltre, le nuove sedi delle valvole in rame berillio sono molto meglio delle vecchie sedi fuse. Sono sedi in lega molto indulgenti che sono abbastanza dure da sopravvivere alle richieste di prestazioni di quasi tutto ciò che ci lanciamo contro”.

Petty ha anche aggiunto che, man mano che NASCAR sviluppa nuovi motori per la concorrenza, le configurazioni future potrebbero facilmente prestarsi all’uso di carburante senza piombo.

Il concetto di “Motore del futuro” – pollici cubici più piccoli, un alesaggio e una corsa più piccoli – potrebbe utilizzare carburante senza piombo, specialmente se abbassano la compressione, diciamo 9:1. Spero di non sbagliarmi, ma penso che con i nuovi pacchetti ad anello e il peso più piccolo e leggero che stiamo già usando, si potrebbe ridurre un po’ il numero di ottani e farla franca con il carburante senza piombo nei nuovi motori che la NASCAR sta parlando di introdurre in futuro”.

Da parte sua, NASCAR ha anche condotto test sul carburante senza piombo per un certo periodo, ma secondo il portavoce di NASCAR, Ramsey Poston, l’ente sanzionatorio è ancora alla ricerca di risposte.

“NASCAR ha esaminato e continuerà a esaminare la possibilità di passare al senza piombo, ma non è stata in grado di trovare un tolead additivo alternativo, che lubrifica le valvole del motore”, ha detto Poston all’inizio di quest’anno. “Senza essere in grado di mantenere le valvole lubrificate, i motori non funzionano altrettanto bene”.

Vedi tutte e 6 le foto

Petty ritiene che la NASCAR sia seriamente intenzionata a trovare una soluzione al dibattito sul carburante senza piombo. Egli vede anche un vantaggio secondario rispetto ai motori NASCAR che funzionano con carburante senza piombo a basso numero di ottani.

“Penso che sarebbe bello per la NASCAR trovare dei motori che permettano di far funzionare lo stesso carburante senza piombo che tutti potrebbero comprare alla pompa”, ha detto Petty. “Dire che si possono comprare le samega alla pompa sarebbe una cosa molto bella per questo sport”.

Supponendo che Petty sia corretto e che le nuove generazioni di motori NASCAR possano bruciare efficacemente il carburante senza piombo, gruppi come la Clean Air Watch dovranno trovare altri obiettivi. Tali obiettivi includeranno molto probabilmente l’industria delle corse su pista corta settimanali. Anche in questo caso, Petty pensa che il problema possa essere superato.

Articolo molto interessante
Installazione dei rotori dei freni posteriori - Alt!

“Non credo che i corridori settimanali avranno molti problemi con il carburante senza piombo”, ha detto Petty. “Penserei che la maggior parte di questi ragazzi stanno già usando una miscela di carburante senza piombo e piombo, qualcosa con solo una spruzzata di gas da corsa per far salire il numero di ottani. Vogliono il numero di ottano, non il piombo, per un po’ di potenza in più. Ci sono in realtà alcuni carburanti senza piombo ad alta prova sul mercato ora che hanno un ottano nella gamma 96. Se si riesce a ottenere il giusto numero di ottano in un carburante senza piombo, non ci saranno problemi”.

Il che ci riporta alla situazione che l’industria automobilistica ha affrontato quasi un secolo fa, trovando il giusto additivo per la benzina che aumenterà il numero di ottani e le prestazioni.

“Penso che sia solo una questione di tempo prima di dover fare il pieno di benzina senza piombo in tutte le auto da corsa”, ha detto Petty. Non sono sicuro di cosa possiamo fare per togliere il piombo dal carburante da corsa ed essere ancora in grado di aumentare il numero di ottani”. Immagino che dovremo tornare sui nostri libri di chimica per scoprirlo”.

Senza piombo in Racing

Vedi tutte e 6 le foto

Diverse aziende produttrici di carburanti offrono già opzioni per i carburanti da corsa senza piombo. Molte delle applicazioni sono legali per la strada nella maggior parte degli stati e sono state progettate pensando all’elettronica delle auto moderne.

Sunoco ha nella sua famiglia i carburanti senza piombo GT100 Unleaded e GT Plus Unleaded.GT Plus ha un indice antidetonante di 104, che è uno dei massimi dei carburanti da corsa senza piombo. Può essere utilizzata in motori che hanno una compressione fino a 12:1, che sembra essere il punto di rottura con i carburanti di oggi.

Ecco un confronto testa a testa tra il carburante al piombo standard di Sunoco e il GT Plus Unleaded.

RPMSTANDARD LEADGT PLUSSpecific Gravity.725.746Antiknock Index110104ColorPurpleLt. BlueOxygenNone4.5%Mostra tutto Vedi tutte le 6 foto

Nella famiglia VP Racing Fuels, ci sono diverse opzioni. Molte di queste opzioni sono adatte per uso motociclistico o marino, ma ci sono anche quelle che funzionano bene nel settore automobilistico.

L’azienda sta attualmente sviluppando il marchio StreetBlaze, disponibile per le applicazioni stradali di carburanti senza piombo ad alto numero di ottani. Il numero di ottano stradale più alto fino ad oggi è 103.

Per l’uso fuoristrada, come gli sport motoristici, il 100-ottano C10 è gas da corsa anonimi ossigenati che viene utilizzato nelle classi SCCA e IMSA.Motorsport 100, che è di colore arancione, è ossigenato con etanolo.c’è anche un Motorsport 101, simile nel colore, ma una tacca di inoctane più alto. Il Motorsport 103 senza piombo può fornire potenza e protezione simile ad alcuni carburanti da corsa al piombo. VP ha anche una specialità unleadedMotorsport 109, che può essere eseguito in compressione del motore fino a 13:1. Il carburante CSP a 102 ottani è utilizzato nella serie Toyota Atlantic, mentre il carburante SR1 è offerto per quelli della SCCA con compressione del motore inferiore a 10:1.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2005\11\ctrp-0510-lead-pl.jpg

Lascia un commento