Carburatore in linea – Dare una buona occhiata al Badman

Barry Grant reinventa il carburatore in linea

Vedi tutte le 16 fotoJohnny HunkinsphotographerRon CeridonowriterCourtesy della biblioteca S.A.E., per gentile concessione di Barry Grant Inc. e del fotografoJul 16, 2007

Negli ultimi decenni ci sono stati progressi tecnologici sorprendenti con l’automobile, molti dei quali hanno trovato la loro strada nelle strade. E, sebbene gran parte di questa tecnologia avanzata abbia ovvi vantaggi, può anche portare una serie di complicazioni. Sembra che ora tutto abbia bisogno di un computer autonomo, di un fascio di fili del diametro dell’avambraccio del Governatore e di sensori ovunque tranne che nei fanali posteriori; questo vale soprattutto quando l’iniezione di carburante aftermarket è il soggetto a portata di mano.

Mentre i vantaggi dell’iniezione elettronica sono ben noti, il fatto è che ci sono alcuni casi in cui la semplicità di un carburatore è un netto vantaggio, in particolare quando viene utilizzato un albero a camme ad alte prestazioni. Nella maggior parte delle applicazioni, l’iniezione di carburante controllata dal computer si basa su un forte segnale di vuoto al minimo per determinare la giusta quantità di carburante da erogare. Tuttavia, la maggior parte degli alberi a camme ad alte prestazioni e di lunga durata – il tipo con l’albero a camme grumoso che la maggior parte dei roditori caldi ama al minimo – si traduce in un debole segnale di vuoto al minimo. Il computer interpreta questo come se il motore fosse sotto carico e fornisce agli iniettori più carburante di quello effettivamente necessario. Il risultato è una scarsa prestazione a bassa velocità e una risposta iniziale dell’acceleratore. D’altra parte, un carburatore riconosce solo una cosa: il segnale di vuoto al punto di scarico del carburante viene scaricato.

Articolo molto interessante
Selezione Camquest Cam

La velocità dell’aria aumenta quando l’aria passa attraverso un venturi (un tubo che diventa gradualmente più piccolo di diametro poi diventa di nuovo più grande). Grazie a una cosa chiamata legge di Bernoulli, la pressione dell’aria diminuisce all’aumentare della velocità dell’aria. Il carburante – che è l’altro componente della miscela combustibile necessario al funzionamento del motore – è tenuto in una camera separata con uno sfiato per far entrare l’atmosfera. L’aria che passa attraverso il Venturi quando il motore è in funzione crea una zona di bassa pressione mentre nella vasca di galleggiamento c’è un’atmosfera più alta. Di conseguenza, il carburante passa attraverso un passaggio che porta al venturi e viene introdotto nel vapore d’aria. L’acceleratore controlla la quantità di flusso d’aria, e la quantità di flusso d’aria controlla la quantità di carburante tirato fuori dalla vasca del galleggiante. La pressione dell’aria nel venturi e nella vasca del galleggiante è uguale quando il motore si spegne, quindi il carburante smette di fluire. Naturalmente, questa è una spiegazione piuttosto semplicistica di come funzionano i carburatori, e hanno molti sottosistemi che perfezionano il loro funzionamento, ma il punto è che non c’è un condensatore o un chip di computer necessario per fare il lavoro; un carburatore risponde alle esigenze del motore senza di essi.

Uno dei confronti standard effettuati tra l’iniezione di carburante e i carburatori ha a che fare con l’equilibrio della miscela. Ovviamente, un iniettore di carburante in ogni bocca di aspirazione è meglio in grado di fornire una quantità uguale di carburante ad ogni cilindro rispetto ad un carburatore sprofondato nel mezzo di otto cilindri. In virtù della posizione del carburatore, le guide del collettore non solo hanno lunghezze diverse, ma alcune hanno curve più strette di altre. Una soluzione a questo dilemma è quella di utilizzare più carburatori e di distribuirli. Ma, a volte la cura è peggiore della malattia; i carburatori multipli spesso rendono più complicate la messa a punto e la manutenzione. Un mezzo più efficace per migliorare la distribuzione del carburante è semplicemente cambiare la forma del carburatore, cosa che Ford ha scoperto alla fine degli anni ’60.

Articolo molto interessante
Pit Stop - Radici Supercharger

Ford ha sviluppato l’esclusivo carburatore in linea Autolite 4100 nel tentativo di risolvere i problemi di distribuzione del carburante nei suoi Can Am Mustang. Anche se l’idea era buona, l’esecuzione lasciava un po’ a desiderare, e il carburatore non è mai stato all’altezza del suo potenziale. Tuttavia, le sue prestazioni erano abbastanza buone da far sì che il carburatore venisse bandito dalla concorrenza di SCCA nel 1970 per aver dato alla Ford un vantaggio sleale.

Vedi tutte le 16 foto

Una delle cose che il team di Grant ha scoperto presto è stata la distribuzione superiore del carburante del carburatore in linea, che permetteva ai grandi alberi a camme di lunga durata di girare al minimo a regimi più bassi (fino a 400 giri/min. più bassi) rispetto a un singolo quattro cilindri. Il miglioramento della risposta dell’acceleratore a bassa velocità e la guidabilità a regime parziale, insieme a una migliore resa chilometrica del carburante, sono stati ulteriori vantaggi.

Simile a un convenzionale quattro barili, il BadMan ha due valvole a farfalla primarie e due secondarie ad azionamento meccanico che si aprono quando il carburatore si avvicina al largo. Ma, mentre il funzionamento progressivo delle piastre dell’acceleratore è standard, un notevole scostamento dalla norma è la mancanza di uno starter. Secondo i responsabili di Grant, uno starter non è necessario a causa della superiore distribuzione del carburante; inoltre, la maggior parte delle auto su cui questi sistemi troveranno la loro strada non sono molto utilizzate in inverno. Tuttavia, è nostra opinione che nelle giornate fredde potrebbe essere necessaria un po’ di manetta per l’acceleratore fino a quando il motore non si riscalda.

Articolo molto interessante
Chrysler 331 Hemi - Eccellenza economica: Parte II

Sono disponibili manicotti venturi intercambiabili che consentono portate d’aria da 500 a più di 1.000 cfm per facilitare la scelta della misura corretta BadMan per qualsiasi applicazione. Questa caratteristica elimina virtualmente il problema di avere un carburatore troppo grande o troppo piccolo e fornisce la possibilità di effettuare modifiche alla carburazione come richiesto da ulteriori modifiche al motore. Un altro fattore che è destinato a rendere popolare il BadMan è l’enfasi sulla semplicità – ci sono solo tre regolazioni: due viti per il minimo e una per il minimo.

Attualmente, il BadMan è disponibile per Chevys a blocchi piccoli, con versioni da montare su blocchi grandi e LSI da seguire. Sono disponibili due finiture: verniciatura a polvere as-cast o argento, e i coperchi laterali saranno offerti in finiture lucide o scanalate per abbinare i coperchi delle valvole e il filtro dell’aria. E, anche se non c’è ancora nulla di ufficiale, non siate sorpresi di vedere Barry Grant offrire il BadMan con componenti opzionali come teste cilindri e alberi a camme.

Vedi tutte le 16 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento