Carolina Modified Tour – Hammer Down

Una modifica necessaria sulle corse modificate

Vedi tutte le 1 fotoCourtesy CMTphotographerMay 1, 2000

Se la necessità è davvero la madre dell’invenzione, allora il Carolina Modified Tour (CMT) è stata un’invenzione necessaria. Non molto tempo fa, il Modified Racing nella Carolina cercava una direzione definita e stava lentamente perdendo popolarità e riconoscimento in un’area dominata dalle corse dei Late Model. Due piloti, Jim Long Jr. e David Taylor, che allora correvano a ruota libera sotto l’ente sanzionatore United Midwestern Promoters (UMP), non erano contenti della mancanza di crescita nei ranghi Modified della zona, così hanno sviluppato quello che ora è conosciuto come CMT. E le corse Modified racing in Carolina non sono più state le stesse da allora.

Humble Beginnings “Siamo stati sotto la sanzione dell’UMP per tre anni”, dice Long Jr., ora presidente e promotore della CMT, “ma non stava crescendo, e non c’era nessuno che costruisse automobili. Eravamo praticamente stagnanti a circa otto auto a gara. I promotori, i fan e i piloti non erano contenti, così abbiamo deciso di iniziare la nostra serie nell’inverno del 1997”.

Long Jr., un ex Campione dello Stato della Carolina del Sud UMP, ha guidato nel primo anno del CMT, ma durante la pausa invernale del 1998, ha scelto di uscire da dietro il volante e di arrivare dietro i regni del CMT. “Io e il mio partner avevamo entrambi auto in gara”, dice Long Jr., “ma ho visto la necessità di una gestione dedicata, così ho smesso di guidare. Il mio partner, tuttavia, voleva continuare a guidare, così ho deciso di rilevare la sua quota di partecipazione. Non c’era assolutamente nessun rancore nella vendita, era solo che le nostre priorità erano diverse”.

CMT ha iniziato umilmente. La prima gara ufficiale è stata nel marzo 1998, e la stagione delle 21 gare si è svolta su soli cinque tracciati, con una media di circa 12 vetture in gara per ogni gara. Ma la CMT ha aumentato la quota dei vincitori da 500 a 750 dollari nel 1999 e ha visto una crescita sia del numero di piste (nove) che del campo di partenza medio (16).

“Un fatto incoraggiante della scorsa stagione”, dice Long Jr., “è stato che una gara ha avuto un alto numero di vetture, 27, e abbiamo avuto 60 diverse auto e piloti che hanno corso con noi, quindi sappiamo che la parola comincia a uscire”. La maggior parte dei piloti proviene dalla Carolina, e la maggior parte delle gare si svolge su piste della Carolina del Nord e del Sud. Ma la CMT sta cominciando ad avere piloti dalla Florida, Kentucky, Tennessee e West Virginia, e la stagione 2000 ha due gare in programma a Savannah e Newington, Georgia.

“Quest’anno, probabilmente correremo su 14 piste diverse in questi tre stati”, dice Long Jr. “Stiamo ancora lavorando su alcune cose per espanderci nel Tennessee orientale e forse in Virginia e West Virginia. La cosa principale che stiamo cercando di fare è creare rapporti con alcune delle altre serie che sanciscono i Modifieds nella nostra zona. Per esempio, durante il weekend di quest’anno a Savannah, gareggeremo in collaborazione con la Southern Automobile Racing Association (SARA), dove i nostri piloti gareggeranno con i piloti della SARA”.

Articolo molto interessante
2008 Ford Mustang GT - All'interno degli OE

Non ci sono corse televisive nel programma del 2000, ma Long Jr. è fiducioso che la crescita del numero di auto, l’emergere di un title sponsor e l’eccitazione delle corse Modified porteranno una maggiore copertura mediatica al CMT.

“Questa corsa è buona come qualsiasi altra gara del paese”, si vanta Long Jr. “I Modifieds hanno messo su un grande spettacolo, anche meglio di molte gare di Late Model che vedo, semplicemente perché ai Modifieds non dispiace sbattere un po’. I Tardi

I modelli sono diventati così costosi, per cui è facile capire perché non sono in giro a sbattere. Ma ai Modifieds non dispiace un piccolo sfregamento del parafango. Ecco perché hanno delle barre nerf su entrambi i lati”.

La prima e più evidente differenza fisica tra CMT e Modifieds convenzionali è uno spoiler da 8 pollici simile a quelli dei modelli Super Late. Esatto, uno spoiler su un Modified. Per quanto possa sembrare insolito, c’è una ragione precisa per dare ai Modifieds le loro ali.

“Abbiamo scoperto che queste auto, con gli spoiler, piacciono davvero agli appassionati degli stati del Mid-Atlantic/Southern”, rivela Long Jr. “Lo spoiler è lì soprattutto per motivi estetici, ma un sottoprodotto è che permette ai piloti di agganciare meglio l’auto”.

Quanto meglio? Il secondo anno la CMT ha visitato il tracciato pianeggiante di 51/48 miglia a Savannah, questa volta con gli spoiler installati, le auto hanno corso quasi un secondo intero più veloce al giro.

La maggior parte dei telai sono stati acquistati nei negozi, tra cui GRT, Harris, DirtWorks e Throwing Dirt Chassis. I pneumatici Hoosier utilizzati per il 1999 possono essere cambiati con un’altra marca, ma al momento, le auto CMT saranno di nuovo calzate con Hoosiers nel 2000.

I CMT Modifieds funzionano su un pneumatico largo 8 pollici. I conducenti possono sostanzialmente far funzionare qualsiasi motore scelgano (ma non i blocchi di alluminio), ma la maggior parte funziona con motori Chevy 362ci a metanolo o 400ci a blocco piccolo. In genere, i motori producono circa 500-600 cv, e, combinati con un peso totale di 2.300 libbre, senza conducente, questi Modifieds possono funzionare.

Tradizionalmente, i Modifieds applicano una regola di rivendicazione del motore per aiutare a mantenere bassi i costi di gara. La regola di reclamo della CMT è di 1000 dollari e uno swap obbligatorio, il che significa che un pilota può reclamare il vincitore della gara, se il suddetto pilota finisce tra i primi cinque, è sul giro di testa, e paga 1000 dollari e il suo motore. Questo impedisce a un pilota di “battere ogni altro concorrente” e garantisce una gara competitiva.

Articolo molto interessante
18° edizione del Chili Bowl annuale al Tulsa Expo Raceway - Giornata delle gare

Un’altra regola unica, che in realtà è stata sviluppata e accettata dai piloti CMT, è che se un pilota vince tre gare di fila, gli viene richiesto di iniziare la gara successiva nella parte posteriore del campo.

Fast, Yet Easy on the Wallet “Quando abbiamo iniziato questa serie, volevamo pagare più soldi al pilota e mantenere bassi i costi delle corse”, dice Long Jr. “La chiamiamo ‘corsa tecnica a basso costo’. In genere, si pensa a un pilota a basso budget come a qualcosa di simile a uno Street Stock, ma la maggior parte di queste auto CMT hanno sospensioni posteriori come i modelli Late Models. Quindi queste auto danno al pilota l’opportunità di lavorare con l’auto e di imparare la tecnologia e le tecniche.

“Inoltre, per la prossima stagione, abbiamo fatto un accordo con la Franklin Racing Products. Promuoveremo il loro prodotto mentre loro mettono insieme un’economia per noi”. Nuova per il 2000, questa regola permetterà ai piloti di adattare più facilmente i cambi di marcia al variare delle condizioni e della lunghezza della pista da una notte all’altra.

I piloti CMT vanno per esperienza dai relativi principianti ai veterani che sono alla ricerca di corse competitive senza il costo di serie più costose. Un’auto CMT completa può essere acquistata per $9.000 a $13.000 (meno motore e trasmissione), a seconda del produttore del telaio. Circa altri 4.000 dollari vanno nel motore, 1.000 dollari nella trasmissione e dai 4.000 ai 15.000 dollari all’anno, a seconda delle esigenze e dei gusti del viaggiatore. Quindi, una stagione con CMT-senza fatture di riparazione, naturalmente, imposta un driver indietro ovunque da $ 18.000 a $ 33.000, che è molto favorevole per una serie di corse professionali. E la serie paga bene.

“Ci sono soldi da fare in CMT”, dice Long Jr. “Per la prossima stagione, pagheremo 1.000 dollari per vincere, e abbiamo aggiunto altri cinque posti pagati nei punti, dai primi 10 ai primi 15″. Inoltre, abbiamo raddoppiato le vincite del campione dei punti a 5.000 dollari, e il fondo punti passerà da 12.000 a 18.000 dollari”.

Oltre al fondo punti, c’è un premio annuale Rookie of the Year e un premio Hard Charger. Quest’ultimo premio va a un pilota che di solito non corre in prima linea, ma migliora continuamente le posizioni in ogni caratteristica.

Una gara settimanale ha inizio in occasione della riunione dei piloti, dove un sorteggio determina le posizioni di partenza per le gare di manche. CMT corre normalmente le manche, ma si qualificano per le gare con borse più grandi.

“Facciamo pagare una tassa di iscrizione alla gara di 15 dollari a settimana per aiutare a coprire i nostri costi amministrativi”, dice Long Jr. “L’anno scorso, tuttavia, ogni corridore ha ricevuto una garanzia di 100 dollari solo per le gare della funzione, quindi ci assicuriamo di pagare bene in fondo alla fila, non solo ai corridori in testa, perché non tutti possono finire tra i primi cinque. Riconosciamo che per arrivare alla gara costa al ragazzo in fondo al campo tanto quanto costa al ragazzo che ha vinto. In questo modo non si diventa ricchi, ma almeno si ottiene qualcosa per contribuire a pagare la benzina e la quota d’iscrizione”.

Articolo molto interessante
1963 Ford Unibody - Crossing Over

Lo schieramento di partenza per la caratteristica è di solito stabilito dopo tre gare di manche. Il vincitore di ogni manche riceve cinque punti verso la corona del campionato, il secondo posto ne riceve tre, il terzo ne riceve due e il quarto sul retro riceve un punto. In sostanza, se si inizia la gara di manche, si ottiene almeno un punto per il campionato.

Casa per le vacanzeLa stagione 2000, dal 21 al 22, inizierà a Fayetteville, North Carolina, il 1° aprile, e la stagione culminerà con la Carolina Shootout, sempre a Fayetteville, sempre a Fayetteville, il 21 ottobre. C’è un aspetto, però, del programma della CMT che è diverso dalla maggior parte, se non da tutti, gli altri Modified racing series: il tempo libero per le vacanze.

Ci prendiamo tutte le vacanze più importanti”, dice Long Jr. “La ragione di questo è che vogliamo essere ciò che io chiamo “a misura di famiglia”. Così ci prendiamo i fine settimana di vacanza come la Pasqua, il Memoriale, il Lavoro e il Giorno dell’Indipendenza – e persino la Festa della Mamma e del Papà. Quindi, anche con 21 o 22 gare, abbiamo un sacco di tempo nel nostro programma per prenderci quei fine settimana di vacanza”.

In attesa di un BreakoutAnche se ancora alla ricerca di un title sponsor per aiutare a spingere il CMT al livello successivo, Long Jr. è molto ottimista sulla stagione 2000 e oltre.

“La prossima stagione sarà davvero l’anno della nostra evasione”, prevede Long Jr. Con i 1000 dollari che offriamo, penso che attireremo la gente ad iniziare a costruire auto solo per la CMT”. Vogliamo continuare a costruire la divisione – questo è ciò che vogliamo da questa serie”.

Con l’aumento dei costi delle gare di Late Model, Long Jr. crede che la sua serie diventerà la scelta logica per il pilota che vuole gareggiare senza il prezzo elevato e, a sua volta, aiutare CMT a diventare più riconosciuto.

“Vorremmo portare la CMT al punto in cui siamo uno dei principali attori del mercato dei Modified”, conclude Long Jr. “Voglio solo che il CMT sia conosciuto come una serie dedicata ai Modificati”. Nelle corse, la dedizione è metà della battaglia.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20005ctrp-0005-03-ps-carolina-modified-tour-late-model.jpg

Lascia un commento