Causa e A/FX

Questa Funny Car è tutto Business

Vedi tutte le 10 fotoRandy BoligphotographerKevin ShawwriterJun 13, 2005

Certe cose sono chiuse nei ricordi che non possono mai essere scosse: l’odore della pipa del nonno, il tuo primo viaggio a Disneyland, il tuo primo bacio, o, ancora più importante, la tua prima esperienza con un hot rod. Dan Cook non è diverso. Cresciuto nel Michigan, Dan ricorda la sua prima esposizione a quei “grandi vecchi Mopar” quando suo fratello maggiore acquistò la Funny Honey Honey ’70 Challenger di Dela Wood. Competendo contro le Super Stockers e le auto A/FX, Dale (il fratello di Dan) ha dato al suo fratellino un’educazione che sarebbe diventata un’ossessione.

Avanti veloce fino ai giorni nostri. Dan ora gestisce la Dan Cook Racing, che presenta diversi Mopar in una varietà di spettacoli e gare, con una Hemi Coronet del ’65 spalmata di Mopar Performance. Dan si è reso conto che alla sua Coronet mancava qualcosa, qualcosa che ha reso il ’65 un anno di filigrana per le corse aziendali Chrysler – una corsa a passo alterato.

Non ha mai nemmeno pensato di hackerare il suo attuale ’65, così Dan ha iniziato a cercare un altro Coronet che fosse adatto. Una Coronet spogliata è stata trovata nello Stato di Washington, dove il precedente proprietario aveva iniziato il processo di modifica del passo, dei mozzi delle ruote, del telaio K, del tronco e dei parafanghi. Dan ammette che l’auto era in cattive condizioni, e aveva bisogno di quasi più di quanto fosse disposto a metterci dentro.

In realtà, era più di quanto Dan potesse gestire da solo, così ha chiesto un piccolo aiuto ai suoi amici – una squadra di fanatici Mopar composta da Steve Atwell, Richard e Dustin Vore, Randy Casey, Jan Feener, Jeff Mikuletzky, John Arruzza, Larry e Lenny di Statewide Upholstery, e, naturalmente, il fratello maggiore di Dan, Dale. Una volta che il corpo rotolante è stato spedito alla struttura di Dan a Jupiter, in Florida, l’equipaggio ha cominciato a scavare.

Mettere insieme la vasta gamma di pezzi necessari per un’auto così rara e specializzata si rivelerebbe quasi insormontabile. Tutte le staffe e le altre stranezze che non sono state trovate da Jay Feener sono state fabbricate a mano da Dale, che ha anche modificato i persici primaverili. I sedili originali A-990 Super Stock Plymouth sono stati posizionati con staffe personalizzate, insieme a un cruscotto su misura che ha eliminato la radio e il vano portaoggetti. Randy Casey di The Racecar Factory ha fabbricato l’intricato roll-gabbia, insieme alle testate Hemi da 21/8 di pollice, mentre la carrozzeria veniva modellata e levigata per nascondere le pesanti modifiche che modificano il passo posteriore. Spostando la sezione posteriore di 14 pollici in avanti e quella anteriore di 10 pollici, Jeff Mikuletzky ha portato l’auto alle stesse specifiche di fabbrica.

Per l’auto Funny sono state realizzate parti speciali, come i parafanghi anteriori in acciaio leggero, le portiere e i quarti di pannello. Il membro K in acciaio inossidabile e le barre di torsione a lunghezza estesa sono pezzi originali per gentile concessione di Steve Atwell. Le classiche finestre in Lexan sono state installate sia per un look vintage che per il peso piuma nominale che offrono. Sled City of Ohio ha fornito il cofano in fibra di vetro, il super stock ram-air scoop, il cruscotto e il paraurti anteriore.

Eppure, ciò che ha reso l’A/FX una leggenda è stato ciò che si è seduto tra quei parafanghi leggeri. Mentre tutto questo lavoro si svolgeva sul Coronet, Dan si è tuffato nella costruzione di una Hemi corretta per il Big B. Il compito di costruire una Hemi d’epoca corretta, con un bordo trasversale, è ricaduto su Dan, Richard e Dustin Vore. Una manovella Callies che utilizza le dimensioni di un magazzino, fa girare le aste Eagle in acciaio con pistoni Wiseco 11.0:1 per una specifica quasi corrispondente al magazzino.

Anche l’estremità superiore è quasi di fabbrica; le teste in acciaio Mopar con valvole Manley e molle Comp Cams supportano un originale collettore di aspirazione a croce sormontato da un doppio 770 Holley carbs alimentato da una pompa del carburante elettrica Holley Blue. L’elefante che respira pesantemente è supportato da un 727 auto riempito con un corpo valvola manuale Turbo Action/Cheetah e un convertitore di coppia di stallo Dynamic 3.800. Il pesante Dana 60 vanta 4,10 marce, un Sure Grip, e assi Moser, che aiutano il Coronet a bruciare i Mickey Thompson in polvere.

Questo leggero A/FX bizzarro pesa poco più di 2.800 libbre, ma può sicuramente dare una bella botta. Dan è così soddisfatto della sua nuova Dodge modificata che la porta a tutti gli spettacoli possibili, parcheggiandola accanto alla sua Mopar Performance Coronet P/E ’65. Ma metterla in mostra è solo la metà. Dan Cook gareggia in questo splendido ’65 come doveva essere. Finora il suo miglior tempo nel trimestre è stato di 10,88 a 126 miglia orarie. Con il tempo, sappiamo tutti che migliorerà e non possiamo aspettare.

Dan attribuisce il successo di questo progetto a tutti gli amici che hanno contribuito a questo sforzo, in particolare al fratello maggiore che lo ha iniziato al fascino di Mopar. E pensare che tutto è iniziato con un solo viaggio nella locale drag strip da bambino molti anni fa. -MMM

Fatti veloci

Proprietario: Dan Cook, Jupiter, Florida

Corpo: ’65 Dodge Coronet A/FX

Motore: 426ci Hemi

Presa trasversale

Doppio 770 Holleys

Stock 3.750 corsa in acciaio Callies manovella

Wiseco 11.0:1 pistoni

Teste in acciaio Mopar Performance

Valvole Manley .225 di aspirazione, .194 di scarico

Comp Camme di sollevamento .590/.618 pollici

Aste di bielle Eagle

Trasmissione :

727 TorqueFlite automatico

Turbo Action Cheetah corpo valvola manuale

Convertitore dinamico 3.800 di coppia di stallo

Turbo Action SCS Shifter

Riavviare:

Dana 60 con ingranaggi 4.10 Richmond

Asse di Moser

Ruote/gomme:

Davanti: American Torq-Thrust 15×4.5 con Moroso 29×15

Posteriore: American Torq-Thrust 15×12 con M/T 10,5x29x15

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento