C’è più di un modo per fissare un pavimento

Sotto il piede

Vedi tutte le 24 fotoJim RizzowriterJun 1, 2015

Quando si tratta di rimettere in forma una vecchia auto, uno dei compiti principali che dobbiamo affrontare è la battaglia contro i danni della ruggine. Non importa se il soggetto proviene dal soleggiato sud-ovest o dalle zone selvagge delle meraviglie invernali del nord, ci sarà sempre qualche danno da combattere contro la ruggine.

Il tema di questo particolare lavoro di riparazione e prevenzione della ruggine è un esempio piuttosto solido di un sopravvissuto degli anni ’60. La Pontiac Catalina a due porte hardtop del 1960 (su cui lavorerò nel prossimo futuro) era originaria del Colorado e, come spesso accade per un veicolo di 54 anni, aveva sofferto la sua giusta dose di ruggine sia nella superficie minore che nella marcescenza dei pannelli. Il danno più grave è stato relegato ai pianali interni e a parti del pavimento del bagagliaio. Qui mi concentrerò sulla riparazione (e sulla leggera modifica) di detto pavimento interno, ma non nel modo che mi viene in mente ogni volta che si parla di riparazione della ruggine (cioè la saldatura in chiazze di lamiera fresca). In questo caso particolare affronteremo il problema dal punto di vista dell’appassionato di hot rod che non possiede un saldatore, ma desidera comunque effettuare una riparazione per conto proprio. Daremo anche un rapido sguardo ad una piccola modifica del pavimento in cui un saldatore MIG è tornato utile.

Vedi tutte le 24 foto Vedi tutte le 24 foto

1. Come nella maggior parte delle situazioni, la moquette o il rivestimento del pavimento dovranno essere rimossi per poter accedere alle porzioni di pavimento arrugginite del veicolo. In questo caso il precedente proprietario aveva effettivamente riparato, ben tentato di riparare, il suddetto danno da ruggine dopo di che ha installato una nuova moquette di ricambio preformata¿ che rimuoverò e reinstallerò volentieri quando avr¿ finito.

Vedi tutte le 24 foto

2. Una volta rimossi i sedili, la moquette e l’imbottitura in iuta in stile OEM sono stati rimossi e messi da parte ho dato la mia prima occhiata al pianale nudo. Il vano piedi del guidatore anteriore era piuttosto sottile e presentava alcuni buchi di dimensioni ridotte che avrebbero dovuto essere curati. Il lato passeggero era fortunatamente abbastanza solido con un po’ di ruggine superficiale dovuta ad una possibile perdita del cofano. Il precedente proprietario aveva scelto di ignorare i piccoli fori di ruggine e di arrotolare un qualche tipo di rivestimento (possibilmente il rivestimento del pianale del camion) sulla metà anteriore del pavimento e l’ha chiamato un giorno.

Vedi tutte le 24 foto

3. Una cosa che ho dimenticato di menzionare prima è stato il piccolo problema che ho avuto nel capire come liberare il maledetto pedale dell’acceleratore per poter togliere il rivestimento del pavimento. Quello che alla fine ho scoperto sono state queste due borchie su cui si è spezzata la base di gomma del pedale di scorta. Bastava un po’ di curiosare con un cacciavite per alzare e staccare il pedale, un compito facile che mi ha preso più tempo di quanto vorrei ammettere per capire…

Vedi tutte le 24 foto

4. Con il pavimento esposto la mia prima azione è stata quella di afferrare il mio fidato 19,95 dollari, più di 10 anni, Harbor Freight 4-1/2-inch macinino elettrico (uno dei cinque che hanno pagato per se stessi innumerevoli volte nel corso degli anni) dotato del disco spogliarellista ideale e una ruota abrasiva in policarbide (grazie a Harbor Freight pure) che rendono le faccende di spogliarello di ogni descrizione un compito facile. In pochi minuti sono stato ricoperto di polvere e il pavimento è stato pulito. Raccomando vivamente l’uso di una maschera antipolvere e di una protezione per gli occhi per lavori come questo.

Vedi tutte le 24 foto

5. Con il pavimento esposto la mia prima azione è stata quella di afferrare il mio fidato 19,95 dollari, più di 10 anni, Harbor Freight 4-1/2-inch macinino elettrico (uno dei cinque che hanno pagato per se stessi innumerevoli volte nel corso degli anni) dotato del disco spogliarellista ideale e una ruota abrasiva in policarbide (grazie a Harbor Freight pure) che rendono le faccende di spogliarello di ogni descrizione un compito facile. In pochi minuti sono stato ricoperto di polvere e il pavimento è stato pulito. Raccomando vivamente l’uso di una maschera antipolvere e di una protezione per gli occhi per lavori come questo.

Vedi tutte le 24 foto

6. Se guardate attentamente vedrete uno dei due pannelli di toppa del pavimento che ho trovato nei poggiapiedi dei sedili posteriori. Entrambi erano piuttosto ben fissati e sono stati rivettati al loro posto.

Vedi tutte le 24 foto

7. Ho presto scoperto che entrambi i pannelli di patch erano belli e spessi, di circa 18 gauge, ma erano fatti di acciaio zincato, non la migliore opzione per la saldatura, ma almeno più resistenti alla ruggine rispetto all’acciaio dolce non protetto.

Vedi tutte le 24 foto

8. Questo è ciò che ho trovato dopo aver forato i rivetti e rimosso le toppe su entrambi i poggiapiedi posteriori. Per qualche motivo sconosciuto le toppe sono state installate senza tagliare i fori di putrefazione esistenti¿ non è l’ideale per una riparazione della ruggine di qualsiasi tipo se me lo chiedete. Sembrava un inferno da sotto la macchina e non ha fatto nulla per fermare l’avanzamento del marciume.

Vedi tutte le 24 foto

9. Per risolvere il problema, e per utilizzare i pannelli di patch esistenti, ho deciso di ripulire la riparazione e finire il lavoro in un modo in cui chiunque non avesse accesso ad un saldatore MIG avrebbe usato dei rivetti, ma con un po’ più di sforzo rispetto al precedente. Ho rimesso il pannello in posizione sopra il foro e ho segnato il contorno della toppa sul pavimento. Poi ho preso un’altra delle mie smerigliatrici elettriche Harbor Freight, questa dotata di un disco di taglio in ossido di alluminio di 4-1/2 pollici di diametro, ho indossato la mia protezione per gli occhi e mi sono messo al lavoro.

Vedi tutte le 24 foto

10. In un paio di minuti ho fatto rifilare entrambi i pianali a circa un pollice più piccoli dei pannelli di toppa effettivi, il che si tradurrà in una riparazione che, si spera, fermerà l’avanzata della ruggine e avrà un aspetto molto migliore anche da sotto la macchina.

Vedi tutte le 24 foto

11. Prima di riposizionare i pannelli di riparazione ho eseguito una perlina di sigillante, una miscela di lattice e silicone, lungo il perimetro dell’apertura. Ho poi posizionato con cura il pannello o i pannelli e li ho riposizionati utilizzando i fori originali praticati dal riparatore precedente insieme ad alcuni extra che ho aggiunto per buona misura.

Vedi tutte le 24 foto

12. Oh, e per motivi di continuità, anche la pistola e i rivetti sono stati acquistati da Harbor Freight.

Vedi tutte le 24 foto

13. Con il rattoppo maggiore completato mi sono mosso in avanti e ho ripetuto la stessa metodologia nella riparazione della piccola sezione del vano piedi del conducente che era anche assottigliata e perforata.

Vedi tutte le 24 foto

14. Con il marciume e la ruggine riparati in un metodo efficace ma semplice che chiunque può realizzare, ho poi messo gli occhi su una modifica al tunnel trans che dovevo fare mentre ero lì. Il 389ci V-8 della Catalina era stato completamente ricostruito poco prima del mio acquisto, ma il vecchio cambio automatico a due velocità Jet Away ha fatto una cagata poco dopo che ho guidato l’auto dal Colorado alla sua nuova casa nel sud della California. Così, per farla breve, ho sostituito il vecchio cambio a due velocità con un nuovo Phoenix Transmission TH400 e il cambio a colonne con un cambio a pianale Lokar (una saga che racconterò in dettaglio in un prossimo futuro).

Vedi tutte le 24 foto

15. Se guardate da vicino vedrete le misure e le marcature sul tunnel trans dove farò la mia apertura di accesso per la prossima installazione del cambio.

Vedi tutte le 24 foto

16. Ancora una volta, brandendo la mia fidata smerigliatrice elettrica con disco di taglio attrezzato, ho tagliato attraverso il tunnel di transito seguendo le marcature che avevo fatto e rimosso una sezione di lamiera abbastanza grande da darmi spazio per la futura installazione del cambio di piano.

Vedi tutte le 24 foto

17. Successivamente, ho scavato nella mia collezione di rottami metallici e ho trovato un pezzo di acciaio calibro 18 che era abbastanza grande da tagliare un pezzo per formare un labbro che sarebbe stato attaccato al bordo esterno della sezione del tunnel che avevo appena tagliato dal pavimento.

Vedi tutte le 24 foto

18. Con la mia cesoia senza gola Eastwood (PN 11797) ho proceduto a tagliare un anello da attaccare al bordo esterno della sezione del tunnel che ho rimosso dal pavimento.

Vedi tutte le 24 foto

19. Non appena ho finito di tagliare l’anello di montaggio in lamiera ho scoperto che avevo sbagliato le mie misure (non mi sorprende) e ho dovuto tagliarlo in quattro pezzi separati, perforare una fila di fori da 1/4 di pollice attraverso il bordo interno di ciascuno, e saldare a rosetta ogni sezione al bordo della sezione del tunnel per formare una superficie di montaggio intorno al suo perimetro in modo da poterlo rimettere a posto dopo l’installazione del traslatore.

Vedi tutte le 24 foto

20. Dopo avermi rimproverato mentalmente per aver sbagliato le mie misure sono andato avanti e ho messo il pezzo in posizione e ho praticato dei fori di montaggio intorno al bordo che avevo aggiunto al pannello e attraverso il pavimento in modo da poterlo avvitare in posizione e rimuoverlo e sostituirlo a piacimento.

Vedi tutte le 24 foto

21. Poi ho passato l’aspirapolvere sul pavimento interno dell’auto e, dato che avevo finito il PRE Painting Prep di Eastwood (PN 10041Z), gli ho dato una rapida passata con uno straccio bagnato più sottile di lacca e l’ho lasciato asciugare. Anche se avevo spogliato completamente la sezione del pavimento primario della Catalina, c’erano ancora piccole sezioni dove non potevo rimuovere il 100% della ruggine. Con questo in mente ho colpito il mio armadietto delle forniture e ho preso un paio di prodotti Eastwood che mi avrebbero aiutato a finire il lavoro e a garantire la migliore conclusione possibile della parte interna (curando il pavimento esterno sotto la macchina verrà in seguito) del processo di riparazione.

Vedi tutte le 24 foto

22. Il pavimento finito visto qui è stato realizzato trattando prima l’acciaio macchiato di ruggine con il Rust Converter di Eastwood (PN 51676ZP) e successivamente con un rivestimento di Eastwood Rust Encapsulator di colore nero opaco (PN 16065ZPL). Il convertitore di ruggine di Eastwood arresta la ruggine residua convertendola chimicamente in un rivestimento polimerico protettivo di colore nero che sigilla l’umidità. Per ottenere la massima resistenza alla corrosione, il Rust Converter è stato seguito (dopo un tempo di polimerizzazione di 48 ore) con uno strato di Rust Encapsulator, un rivestimento di tipo sigillante di colore nero opaco che previene l’ulteriore formazione di ruggine e che può essere rivestito con la maggior parte dei tipi di finiture, tra cui smalto, uretano, lacca, epossidico e poliestere. In questo caso il pavimento sarà rivestito con isolamento acustico/calore e la moquette sagomata che avevo rimosso in origine, in modo che non venga applicato alcuno strato di finitura. Cercate altri scorci del negozio di casa di Catalina e della ristrutturazione del vialetto di accesso alla strada nelle future storie di Street Rodder.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento