Che cosa va in giro…

La Ford F-1 del ’50 di Joe Henke

Vedi tutte le 11 fotoRich BoydphotographerD.Brian SmithwriterOct 25, 2005

Staccare la vernice vecchia su un camion d’epoca è come staccare una cipolla. Quando vedi alcuni dei colori e delle scuse per la vernice che sono nel passato del tuo camion, sei pronto a piangere. Abbiamo visto ogni lucentezza che si possa immaginare, dal verde del fondo della piscina al marrone del tuo stomaco. Ci sono stati peli di spazzola, segni di vernice, impronte di pollice, corse, sgocciolamenti ed errori all’infinito. Toni della casa in lattice, acquerelli, vernici da bombolette di aerosol. . . quasi tutto potrebbe essere nascosto su una macchina d’epoca. Colori misti di primer e gocce di bondo che ricoprono pannelli di carrozzeria arrugginiti ci offendono ancora di più.

Quando il nonno e il pop di Joe Henke acquistarono per la prima volta il Joe 50 F-1 negli anni ’70 da un fienile d’asta di auto, la Ford era rosa con strisce nere. Lo sappiamo… orribile. Con un’ulteriore applicazione di primer per nascondere la sgargiante vernice, il padre di Joe ha usato il veicolo come camioncino per il suo garage, Tom’s Service, per diversi anni. Non molto tempo dopo che Joe e suo padre hanno avviato un’attività part-time di restauro di automobili e di aste stradali, Diversified Concepts, il nonno di Joe ha venduto l’F-1 a Joe per quello per cui l’aveva vinto all’asta, $125.La prima cosa che Joe ha fatto è stata rimuovere tutta la vecchia vernice. Ha contato non meno di 13 strati. Per la sua seconda reincarnazione sotto l’orologio di Joe, l’F-1 indossava il turchese, aveva un compressore McCulloch, ed è stato fotografato in mostra per la prima edizione di CCT.

Articolo molto interessante
1970 Chevrolet C10 - Colpo di stato

Siamo stati attratti dall’F-1 alla F-100 SuperNationals 2005 per la sua seducente finitura blu brillante, gli interni impressionanti e il suo corposo V-8 a testa piatta. Quando abbiamo saputo che era fresca di vernice e di rifiniture, ci siamo convinti che la Ford di Joe’s Ford fosse degna di una caratteristica completa.

Dato che questa è la terza volta che Joe si mette in giro con il camion, ha deciso di far valere al massimo i suoi sforzi. Non ha davvero attaccato in modo logico, prima il telaio, poi la trasmissione, poi il secondo protocollo. Joe ci ha semplicemente attaccato con un abbandono ben fatto.

Per le fondamenta, ha inscatolato completamente i framerails F-1 e saldato su un IFS Volare IFS del ’76. Una Ford Mustang 9 pollici del ’70 con un rapporto di trasmissione finale di 2,79:1 ha sostituito la venerabile zucca della F-1. Per ospitare un sistema di sterzo a pignone e cremagliera Chevy Lumina del ’91, ha fabbricato dei supporti bassi personalizzati. Un serbatoio di carburante Mustang del ’66 da 16 galloni è stato montato sotto il letto. Dopo aver installato la barra anti oscillazione anteriore da 1,25 pollici di diametro e gli ammortizzatori Monroe, Diversified Concepts ha smontato il telaio (ricordate, Joe e Tom Henke e Diversified Concepts sono sinonimi). Hanno preparato le fondamenta con le loro smerigliatrici ad aria e hanno posato una finitura di vernice perlata argentata prima di ricostruire il telaio.

Articolo molto interessante
1970 Plymouth Road Runner - Bird Of Play

Poiché la potenza sarebbe venuta dall’originale V-8 a testa piatta dell’F-1, Joe ha annoiato il blocco di 0,050. Con le teste alettate in alluminio Offenhauser, i pistoni Jahns e un collettore di aspirazione Fenton 2×2, Joe ha impiegato un po’ di dolce finezza da speed-shop dei vecchi tempi per rivitalizzare la flatty. Holley 94s per 2 volte alimentano il potente mulino incontaminato con aria e carburante, mentre un sistema di oliatura a testa piatta Motor City mantiene le parti interne del motore di oltre 55 anni lubrificate a regola d’arte. Bob’s Transmissions ha ricostruito un trans Ford C4 del ’73 e lo ha ottimizzato con un convertitore Flat-O-Matic a 2.200 stalli e un cambio a pavimento Lokar.

Per tutto il periodo di rinnovamento della Ford, Diversified ha dedicato molto tempo all’ampia carrozzeria. Joe e Tom hanno realizzato un letto personalizzato, parafanghi interni e un mantello per i ventilatori. Dopo che tutti i pannelli in lamiera hanno ricevuto la preparazione finale della vernice e il controllo del montaggio, Joe ha smontato l’esterno e ha verniciato tutti i componenti separatamente, utilizzando cappotti Cloissone Blue e trasparenti.

Il vecchio adagio “Quello che gira, gira” si è rivelato vero per Joe Henke. Dopo sei anni di duro lavoro, i premi e i riconoscimenti sono arrivati per l’F-1 di Joe. A pensarci bene, c’è anche qualcosa da dire per aver fatto apparire il proprio camion d’epoca in CCT. Joe, grazie per averci fatto notare il tuo flatty-powered, Cloissone Blue ’50 F-1 alle F100 SuperNationals 2005. Siamo contenti che il pick-up non sia neanche lontanamente vicino al verde del fondo della piscina!

Articolo molto interessante
Gearstar 4L85E e l'installazione di un sistema di alimentazione aeromotiva per il frantoio Camaro - Praticare ciò che predichiamo

Vedi tutte le 11 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites200510511cct-henk-p.jpg

Lascia un commento