Chevrolet SS Sedan: la Camaro a quattro porte

Vedi tutte le 22 fotoBrandan GilloglywriterDec 6, 2013

La prima spedizione della Chevrolet SS, la berlina RWD di costruzione australiana, è atterrata negli Stati Uniti settimane fa. Non appena abbiamo sentito la notizia abbiamo cercato di mettere le mani su uno dei “saloon” alimentati dalla LS3. Quando finalmente ci siamo riusciti, avevamo l’ingegnere di Holden Steve Manson seduto davanti a noi e un sacco di strade di montagna ad alta quota per godersi le sospensioni, senza un posto dove Steve potesse andare per eludere le nostre domande su tutto ciò che riguarda la Chevrolet SS. Ecco cosa abbiamo imparato.

Mentre guidavamo attraverso l’alpina Idyllwild, in California, abbiamo chiesto a Steve come la Chevrolet SS differisce dalla Pontiac G8, l’ultima berlina GM di origine australiana venduta negli Stati Uniti. Il G8 è stato costruito sulla precedente generazione di Commodore, chiamata VE. La versione attuale, giustamente chiamata VF, utilizza molti stampi a riporto che portano a una forma complessiva simile, ma le fondamenta sono più leggere e più robuste anche grazie all’uso di acciaio ad alta resistenza. Un cofano in alluminio e un decklid aiutano anche le SS, che pesano meno di 4.000 sterline. Non è molto di più di una Camaro SS e significativamente più leggera della principale concorrente delle SS, i fratelli Brawny SRT di Dodge e Chrysler, così come l’incursione della Ford nel mercato delle berline ad alte prestazioni da 40.000 dollari, la Taurus SHO.

Ci siamo sentiti a casa all’interno delle SS, che offrivano un sacco di spazio davanti, una serie completa di comandi al volante e l’ultima versione di Chevrolet di MyLink. I materiali interni sono un mix di tessuti morbidi al tatto, tra cui il pomello del cambio avvolto in pelle, il cofano del quadro strumenti imbottito e le finiture in Alcantara sul cruscotto e sulle portiere superiori, con altre plastiche più dure nelle portiere inferiori e nella parte superiore del cruscotto. Abbiamo scoperto che le SS si adattavano bene ai conducenti più alti con una comoda posizione di seduta, anche se abbiamo sentito qualche brontolio da parte di alcuni conducenti che avrebbero preferito un poggiatesta con regolazione anteriore/posteriore.

Nel nostro giro di due ore di strade di montagna ci siamo tuffati nelle curve e non abbiamo turbato l’auto quando abbiamo fatto un po’ troppo sforzo in frenata, ricevendo un buon feedback dal servosterzo elettronico. Non sarebbe troppo azzardato descriverla come una Camaro a quattro porte con una migliore visibilità verso l’esterno e un esterno molto più sobrio. In realtà la lamentela maggiore che abbiamo avuto, e che abbiamo sentito da altri, è che la SS della Chevrolet è troppo semplice per la sua dinamica di guida atletica.

Quest’auto è completamente al volante dell’Australia. Grazie alle V8 Supercars e al Mount Panorama Circuit di Bathurst, che offrono corse altamente competitive con auto che meritano di essere chiamate stock car, gli australiani sono cresciuti con i poster di “berline” a quattro porte sulle pareti delle loro camere da letto, rendendo le prestazioni delle berline la muscle car preferita. Gli australiani hanno acquistato Holden Toranas e Commodores e Ford Falcons per generazioni, portando a battaglie di vendita tra i due marchi e a piattaforme in continua evoluzione che solo di recente si sono rivelate fruttuose per il Nord America. Holden aveva già costruito la GTO di Monaro e il già citato G8, dando a Pontiac un barlume di speranza mentre si metteva il rivestimento alle spalle e ha contribuito allo sviluppo della Camaro di quinta generazione sulla piattaforma Zeta, che è alla base anche del Commodore, delle SS e del Caprice PPV.

Nel caso non l’abbiate sentito, e non vi biasimiamo se non l’avete sentito, la nuova Chevrolet SS è la prima berlina RWD del marchio Bow Tie da quando la B-body Impala SS ha terminato la produzione nel 1996. Per quanto ci riguarda, è una cosa piuttosto importante. Allora perché la Chevrolet non ha gridato dai tetti per la loro nuova berlina ad alte prestazioni? Beh, sembra che siano preoccupati che la vendita di troppe auto con motore V8 possa abbassare la loro valutazione di economia media di carburante aziendale (CAFE). La strategia di marketing “se la costruisci, arriveranno” potrebbe funzionare, dato che il mercato delle performance berline da 45.000 dollari con cui le SS competono è piuttosto piccolo, e i loro obiettivi di vendita sembrano modesti.

Chevrolet probabilmente non può giustificare l’importazione di una versione meno costosa, 3.6L V6-powered version che è anche venduto in Australia perché il profitto non sarebbe lì, così la SS che otteniamo è la versione caricata che è equivalente alla Holden Commodore SS-V Redline, tranne che la SS è migliore, e irrita alcuni degli australiani che abbiamo incontrato. L’Australia, terra di Powercruise e di epici burnout, è in realtà abbastanza rigidamente regolamentata per quanto riguarda le auto da strada. I loro limiti di rumore di passaggio sono molto più severi che negli Stati Uniti e tutti i loro V8 vengono addomesticati con un sistema di scarico opprimente. Per fortuna le SS non hanno questo problema e il paddle shifter (anch’esso esclusivo delle SS) che controlla il trans 6L80 ci fa scendere in terza marcia per i tornanti e lascia che il 415hp LS3 rev. State tranquilli, sembra proprio come dovrebbe essere e la nostra versione non è annacquata da questo punto di vista. Mi dispiace per l’Australia, ma grazie per essere stato un buon amico.

2014 Chevrolet SS

Motore: 6,2L V8 415hp @ 5.900rpm 415lb-ft. @ 4.600 giri/min

Trasmissione: 6L80 automatico a 6 velocità con TAPShift.

Prezzo del veicolo standard: $43.475

Tassa sul Gas Guzzler: $1.300

Destinazione: $995

Prezzo totale del veicolo: $45.770

Vedi tutte le 22 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento