Come avviare un Carpool

Filling the extra seats in your car means there are fewer drivers, and thus fewer cars crowding onto the roadway. The more people who carpool, the smoother the ride into work. Riempire i posti in più nella vostra auto significa che ci sono meno guidatori, e quindi meno auto che si affollano sulla carreggiata. Più persone fanno carpooling, più il viaggio verso il lavoro è agevole. N. Beckerman/Stone/ Getty Images

Si lascia il vialetto di casa nel migliore dei modi, felicemente pronti ad affrontare un nuovo giorno. Ma qualcosa che senti ti fa rabbrividire e rabbrividire: il sinistro bollettino del traffico. In pochi istanti, ti trasformi in un autista dalle nocche bianche e dalla boccaccia, stressato dal fatto di aver fatto il tuo grande incontro in tempo.

La gente nelle grandi città si aspetta gli ingorghi e deve pianificare i propri orari in base a questi fastidiosi ritardi. Un tragitto di 30 miglia (48 chilometri) può richiedere regolarmente più di un’ora in caso di traffico intenso.

Pubblicità

Con l’aggravarsi della congestione del traffico in una città, la gente comincia a considerare diverse opzioni per diminuire il tempo di percorrenza. L’opzione di cui parleremo in questo articolo è il car pooling .

Il car pooling, che rientra nell’ambito del ridesharing ed è strettamente legato al vanpooling , è semplicemente quando un gruppo di persone decide di viaggiare insieme. Di solito si dividono il costo del viaggio e guidano a turno. Spesso i carpooling sono formati da pendolari che vogliono evitare di guidare nelle ore di punta. In un certo senso, questi pendolari contribuiscono ad alleggerire il traffico. I carpooling sono formati anche da genitori che vogliono dividere il compito di guidare i bambini da e per la scuola e le attività extrascolastiche.

Articolo molto interessante
Posso alimentare la mia auto con batterie AA?

Ora che sappiamo perché le persone formano le carpooling, scopriamo come dovrebbero crearle.

I diversi sapori dell’ingorgo stradale

Le persone che vivono nei centri metropolitani conoscono tutti i modi in cui gli ingorghi stradali possono manifestarsi. La pazienza anche del più calmo dei conducenti è messa a dura prova nel traffico da paraurti a paraurti: quando guidi qualche metro, ti fermi, guidi qualche metro in più, ti fermi… ti viene l’idea. Oppure che ne dite di costeggiare a velocità estremamente bassa, guidando il freno per chilometri (il divertimento migliora solo se la vostra auto è manuale). L’ingorgo più appiccicoso di tutti è il temuto ingorgo , definito come “un ingorgo in cui non è possibile alcun movimento veicolare, soprattutto quello causato dal blocco degli incroci principali all’interno di una griglia di strade” [fonte: The American Heritage Dictionary of the English Language ].

Lascia un commento