Come funzionano i motori a trazione integrale

Michelin is hoping that its Active Wheel system will catch on with automakers soon. Michelin si augura che il suo sistema Active Wheel possa presto fare presa sulle case automobilistiche. Michelin Nord America, Inc.

La maggior parte dei proprietari di auto non pensa molto alle ruote e alle gomme delle loro auto – e chi può biasimarli, davvero? Se le gomme funzionano come dovrebbero, di solito non c’è molto altro a cui pensare. C’è una quantità significativa di tecnologia, design e ricerca che va a fare un buon pneumatico, ma di solito vengono in mente solo due cose quando qualcuno compra pneumatici nuovi: quanto costano? E quanto durano?

Tuttavia, per poco più di un decennio, molte case automobilistiche e aziende produttrici di pneumatici hanno lavorato duramente per cambiare il modo in cui i proprietari di automobili pensano e utilizzano i loro pneumatici. Più specificamente, vogliono prendere l’alimentazione elettrica del veicolo, così come molte altre parti integranti di un’automobile funzionante, e metterle tutte all’interno della ruota. In base a questa descrizione, probabilmente non vi sorprenderà che questi componenti un po’ nuovi siano chiamati motori a bordo ruota. E aziende come Michelin sperano che questa nuova tecnologia rivoluzionerà il futuro dei trasporti.

Pubblicità

Il principio di base di un veicolo dotato di motori elettrici a trazione integrale è semplice. Il motore a combustione interna che si trova normalmente sotto il cofano non è semplicemente necessario. Viene sostituito con almeno due motori situati nel mozzo delle ruote. Queste ruote contengono non solo i componenti frenanti, ma anche tutte le funzionalità che in precedenza erano svolte dal motore, dalla trasmissione, dalla frizione, dalle sospensioni e da altre parti correlate.

Articolo molto interessante
Devo sostituire o riparare la mia auto?

Sebbene il concetto sia relativamente semplice in teoria, i motori a bordo delle ruote pongono una serie di domande sulle prestazioni, la funzione e l’efficienza. Daremo un’occhiata a tutte queste domande e altre ancora a partire dalla pagina successiva.

Lascia un commento