Come funzionano i sistemi di controllo elettronico dell’acceleratore

Galleria immagini: Sicurezza auto Con il controllo elettronico dell’acceleratore, i segnali elettrici, piuttosto che la pressione manuale, portano messaggi dal pedale del gas all’acceleratore dell’auto. Vedi altre immagini di sicurezza auto.Hemera/ThinkStock

Fino alla fine degli anni ’80, la maggior parte delle auto aveva un controllo dell’acceleratore abbastanza semplice. Si pestava il pedale dell’acceleratore, l’acceleratore si apriva e l’aria fluiva nel motore, dove si mescolava con la benzina e bruciava. Questo gas che bruciava alimentava le ruote dell’auto, portandoti in fondo alla strada. Se volevi andare più veloce, tutto quello che dovevi fare era scendere più forte – l’acceleratore si apriva di più, dando alla macchina più potenza.

Ma il controllo elettronico dell’acceleratore, che a volte viene chiamato drive-by-wire, utilizza segnali elettronici, invece che meccanici, per controllare l’acceleratore. Ciò significa che quando si preme sul pedale dell’acceleratore dell’auto, invece di aprire l’acceleratore, si attiva un modulo del pedale dell’acceleratore, che converte la pressione esercitata sul pedale in un segnale elettrico. Questo segnale viene poi inviato a una centralina elettronica, che tiene conto dei vostri input, oltre che delle variabili esterne, per aprire l’acceleratore in modo da ottimizzare l’efficienza e le prestazioni.

Pubblicità

È un sistema complesso, ma con molti vantaggi in termini di usura del motore, prestazioni ed efficienza. Tuttavia, come ogni sistema complesso, non è perfetto, e gli automobilisti hanno sollevato molte domande al riguardo. I segnali esterni possono interagire con l’ETC? Che tipo di failsafes sono in atto se tali interferenze si verificano? Continuate a leggere per conoscere le risposte.

Articolo molto interessante
Come funzionano le fauci della vita

Lascia un commento