Come funzionano i veicoli a basso consumo energetico

Low energy, yes...but this isn't really what we're talking about. Want to learn more? Check out these electric car pictures. Bassa energia, sì… ma non è proprio di questo che stiamo parlando. Volete saperne di più? Date un’occhiata a queste immagini di auto elettriche . Immagini MECKY/Photographer’s Choice/Getty Images

Un veicolo a basso consumo energetico è un’auto o un camion che consuma meno energia di un veicolo convenzionale alimentato a benzina. I veicoli a bassa energia (o LEV) più comunemente prendono la forma di ibridi gasolino-elettrici o elettrici a spina, ma ci sono alcune alternative meno comuni.

Tra i fan dei LEV ci sono i sostenitori della tecnologia pulita e delle risorse rinnovabili, gli automobilisti che sono felici di spendere meno alla pompa e l’ambiente. I LEV sono stati progettati per ridurre la dipendenza dai combustibili fossili non rinnovabili che vengono elaborati per produrre benzina. Poiché bruciano molto meno carburante tradizionale (o non ne bruciano affatto), i LEV non rilasciano nell’aria sostanze chimiche nocive tanto quanto le normali auto a gas. Quindi, sono migliori per un’economia energetica sostenibile a lungo termine, e sono migliori per l’aria che respiriamo.

Pubblicità

Esiteremmo, a questo punto, a definire i LEV una tendenza, il che è una buona cosa. Non sono più particolarmente innovativi, anche se la tecnologia continua a migliorare in termini di efficienza, accessibilità e facilità d’uso, e più simile a un’auto normale che una persona media vorrebbe comprare e guidare. Anche se un tempo i motori a carburanti alternativi si trovavano solo nelle auto compatte aerodinamiche, spesso derise perché troppo goffe per guadagnarsi l’appeal di massa, questo stigma è per lo più superato. I camionisti, i SUV e gli acquirenti di auto di lusso hanno tutti opzioni LEV… e la Prius, un tempo goffa, ora uno spettacolo quotidiano, continua a brandire i suoi angoli come un distintivo d’onore.

Articolo molto interessante
Come funziona l'acquacoltura

Non consideriamo più i LEV come outlier; si sono integrati senza problemi nel flusso del traffico. Ma le differenze di fondo non sono ancora ampiamente comprese. Vale la pena di guardarle più da vicino. E tutto questo fa sorgere la domanda: I LEV sono la nuova norma… e come funzionerà?

Lascia un commento