Come funzionano le auto a propulsione

Image Gallery: Classic Cars A 1921 Helica. See more classic car pictures. Galleria immagini: Auto d’epoca A 1921 Helica. Vedi altre immagini di auto d’epoca.Foto per gentile concessione di PHGCOM

Si possono chiamare i primi ibridi, le auto ad elica dei primi del 1900. Su un’auto ad elica, il motore non fa girare le ruote, ma alimenta un’elica, molto simile a quella di un aereo (e spesso presa in prestito da uno di essi), montata sulla parte anteriore o posteriore dell’auto. La velocità è controllata solo da una leva dell’acceleratore; non viene utilizzata alcuna trasmissione (o cambio). All’epoca si credeva che questa semplicità aumentasse il risparmio di carburante, anche se, come si è scoperto, non sempre è stato così.

Un’auto ad elica è una macchina molto più semplice delle nostre moderne auto, ma la sua trasmissione spogliata ha un potenziale di pericolo. L’elica elimina la necessità di una trasmissione, della frizione e dei freni, il che a sua volta toglie molto controllo al guidatore. Tuttavia, va sottolineato che i freni potrebbero essere rapidamente aumentati semplicemente invertendo il flusso dell’elica. Altri aspetti delle auto erano altrettanto ingegnosi.

Sebbene una manciata di persone intraprendenti abbia contribuito alla maturazione dell’auto ad elica, l’ingegnere francese Marcel Leyat è accreditato della maggior parte dell’innovazione e dello sviluppo che ha portato ad un veicolo in qualche modo utilizzabile. Basandosi sulla sua precedente esperienza come costruttore di aeroplani, Leyat pensava che le auto ad elica potessero ottenere una migliore economia di carburante, dato che la meccanica della macchina era più semplice. Molte delle prime auto ad elica erano riconfigurazioni di auto esistenti, ma alla fine, altri ingegneri si resero conto che un’auto spinta in avanti dall’aria doveva funzionare con il flusso d’aria, non contro di esso. Le auto che erano state progettate specificamente per funzionare con le eliche (non solo le auto esistenti che erano state adattate) avevano un design futuristico simile a un baccello per tagliare l’aria senza problemi. La forma aerodinamica rimane un’innovazione degna di nota; alcuni degli stessi principi di progettazione sono ancora evidenti – anche nelle nostre moderne auto “verdi”.

Articolo molto interessante
1968 Dodge Charger R/T Hemi

Queste auto potrebbero davvero muoversi anche a velocità fino a 85 miglia all’ora (136,8 chilometri all’ora). I moderni esperimenti sulle auto a propulsione hanno prodotto velocità ancora più elevate, fino a 170 miglia all’ora (273,6 chilometri all’ora). Ma lo sviluppo delle auto a propulsione e la loro integrazione nella società civile non è stata una questione di navigazione fluida. Basta considerare il design: Come sottolineava un articolo del New York Times del 1912, le pale dell’elica e i relativi detriti costituivano un notevole pericolo per gli occupanti dell’auto o “per qualsiasi persona curiosa”. E, proprio come adesso, la maggior parte delle persone allora non erano curiose?

Lascia un commento