Come funzionano le auto a tre ruote

Image Gallery: Small Cars This race car uses the Galleria immagini: Small Cars Questa auto da corsa utilizza la configurazione “girino”, che la rende più stabile nelle curve. Vedi altre immagini di auto piccole.-iStockphoto.com/David Parsons

Negli anni Ottanta del XIX secolo, l’inventore tedesco Karl Benz sviluppò quella che oggi è considerata la prima automobile veramente moderna; tuttavia, non si trattava solo di un tentativo di legare un motore a una carrozza per cavalli. In realtà, quella prima automobile aveva molte caratteristiche che abbiamo ancora oggi sulle auto – una sospensione completa, pneumatici in gomma, una trasmissione e persino un motore con batteria e candele.

Ma c’era una differenza enorme tra la Benz Patent Motor Wagen e la stragrande maggioranza delle auto in circolazione: aveva tre ruote.

Benz voleva creare un veicolo a quattro ruote, ma non riusciva a sviluppare un sistema di sterzo che riteneva adeguato, così ha collegato il motore a due ruote posteriori e ne ha collocato una anteriore controllata da una barra orizzontale.

La prima auto al mondo sarà anche stata un’auto a tre ruote o un trike, ma non è stata affatto l’ultima. In realtà, le auto a tre ruote erano un tempo molto comuni sulle strade, e anche alcune delle più grandi case automobilistiche come Mazda e BMW le producevano. Oggi, le tre ruote sono ancora in circolazione, e le case automobilistiche continuano a produrre concept car esotiche con sole tre ruote. Ma perché realizzare un veicolo a tre ruote? Qual è il punto?

Articolo molto interessante
Ferrari 365 GT 2+2

I vantaggi includono il potenziale di dimensioni più piccole, rendendo il trasporto più economico, più semplice e ancora più efficiente dal punto di vista dei consumi. Molti di essi colmano il divario tra auto e moto, offrendo un pacchetto leggero e maneggevole come una moto, ma con i vantaggi della seduta e della protezione dell’auto. Vantano anche una migliore aerodinamica grazie alla loro forma intrinsecamente triangolare, ma con una ruota in meno, alcuni design non sono così stabili e quindi sono più inclini a ribaltarsi rispetto alle convenzionali auto a quattro ruote.

Tuttavia, ce ne sono moltissimi là fuori. Alcune sono piccole auto, altre sono camion leggeri o veicoli commerciali, altre sono macchine a prestazioni pure, non dissimili dai grandi go-kart e dalle motociclette. Alcuni hanno due ruote davanti, altri ne hanno solo una. I modelli sono tanto variegati quanto il Reliant Robin, un tre ruote dal naso a sbuffo che assomiglia molto a un’auto da clown, o il T-Rex della Campagna Motors, che può accelerare da 0 a 60 miglia all’ora (da 0 a 96,6 chilometri all’ora) in circa quattro secondi.

In questo articolo, conosceremo la storia delle auto a tre ruote e ci faremo un’idea della varietà delle tre ruote che ci sono in circolazione. Daremo anche un’occhiata a come possederne una potrebbe essere più facile di quanto si possa pensare.

Lascia un commento