Come funzionano le auto Allstate

L’Allstate del 1952 è stato il primo di due soli anni modello durante i quali la Sears ha tentato di entrare nell’industria automobilistica. L’iniziativa fallì.

Immaginate Chrysler che vende camicie, materassi di merchandising Ford, o GM che spinge gli utensili elettrici. Suona strano? Non più di quanto non lo sia la vendita al dettaglio del gigante Sears, Roebuck che entra nel business delle auto, cosa che ha fatto per un breve periodo negli anni ’50.

La storia inizia alla fine degli anni ’40 con Theodore V. Houser, allora vicepresidente del merchandising della Sears, ma anche nel consiglio di amministrazione della Kaiser-Frazer, la casa automobilistica del dopoguerra. Nel 1949, Houser propose l’idea di commercializzare un prodotto K-F sotto il familiare nome Allstate della Sears – un’auto completa da vendere insieme a parti e accessori per essa nei nuovi negozi di auto Sears che allora apriva accanto ai suoi negozi al dettaglio. Il collegamento con K-F è stato naturale. All’epoca, Houser stava acquistando gli articoli smaltati Homart dalla Kaiser Metals Company in cui Sears deteneva una partecipazione del 45 per cento.

Il primo pensiero è stato semplicemente quello di mettere i loghi Allstate sui grandi modelli Kaiser-Frazer del 1949, ma la Sears era dubbia. Poi arrivò il compatto Henry J per il 1951, proprio l’auto che Houser cercava: semplice, economica e di facile manutenzione.

Articolo molto interessante
1950 Hudson Commodore

In qualche modo, il presidente di K-F, Edgar F. Kaiser, è riuscito a convincere i suoi concessionari ad accettare una catena di grandi magazzini come concorrente, e l’Allstate è stato annunciato quel novembre. Era l’unica nuova marca americana del 1952, e la prima auto che Sears aveva offerto dal suo modello a ruote alte di 40 anni prima. In un apparente tentativo di sondare il mercato, la Sears inizialmente concentrò la promozione nel Sud-Est, anche se l’Allstate era apparentemente disponibile a livello nazionale attraverso il catalogo Sears.

Anche se ovviamente un Henry J, l’Allstate sfoggiava un front end distintivo progettato da Alex Tremulis (recentemente coinvolto nel fiasco di Tucker), più un importante upgrade degli interni in linea con la politica di Sears di migliorare i prodotti proprietari. Lo specialista degli interni K-F Carleton Spencer ha utilizzato la plastica saran trapuntata abbinata ad una fibra di carta patinata incapsulata in vinile, un materiale che aveva scoperto in uso sul cavo telegrafico transatlantico. Apparentemente impenetrabile alla normale usura, era superiore alla tappezzeria della maggior parte degli Henry Js.

Non sorprende che Sears abbia specificato le proprie batterie Allstate, candele e pneumatici a tubo, ciascuno con la garanzia appropriata. L’intero veicolo è stato coperto per 90 giorni o 4000 miglia, la garanzia standard di K-F. I modelli Deluxe Allstate avevano bauli e cruscotti, oggetti che si trovano meno spesso su Henry Js, anche se il baule di base e standard Allstate mancava del baule di apertura. Il costoso Deluxe Six aveva anche braccioli e un anello di clacson che non erano disponibili sulle versioni minori anche a costo aggiuntivo.

Articolo molto interessante
1939 Chevrolet Master 85 e Master DeLuxe

Per il resto, tutto il resto era uguale. Questo significava la piccola berlinetta fastback a due porte a due porte di K-F, dall’aspetto cicciottello, con una scelta di due motori Willys con testa a L: una quattro e una sei. Il marketing di Sears era però più aggressivo, con cinque modelli Allstate a quattro Henry J. La Allstate più economica del ’52, la quattro cilindri base, aveva un prezzo appena inferiore a quello standard Henry J.

Ci sono stati pochi cambiamenti per il ’53. Al cruscotto è stato aggiunto un tampone rivestito in gomma a tutta larghezza, le luci posteriori sono state spostate sui parafanghi posteriori e i modelli sono stati ridotti a due Quattro e sei.

Ma ormai era chiaro che l’Allstate aveva fallito. Che sia stato perché la gente non ha accettato di comprare auto nei grandi magazzini o a causa dell’approccio di marketing ristretto è difficile da determinare. Entrambi i fattori hanno probabilmente contribuito. Solo 1566 Allstate sono stati costruiti per il 1952. Il conteggio era di 797 quando Sears annullò il progetto all’inizio del ’53, lasciando i piani per i futuri modelli nati morti. Tra questi c’erano un paio di proposte per una station wagon a due porte, una del designer industriale Brooks Stevens, l’altra di Gordon Tercey di K-F Styling.

Oggi gli Stati Uniti sono estremamente rari, e quindi più desiderati dai collezionisti di quanto non lo sia Henry Js. Nel 1971, la Allstate Insurance ha acquistato un’auto Allstate per scopi storici. Negli anni ’60 sarebbe stato difficile convincere la gente dei contatori di ricambi della Sears che l’auto fosse mai esistita.

Articolo molto interessante
Ferrari 250 LM

Per saperne di più sulle auto americane defunte, vedi:

  • AMC
  • Duesenberg
  • Oldsmobile
  • Plymouth
  • Studebaker
  • Tucker

Lascia un commento