Come funzionano le auto d’arte

Harrod Blank's Camera Van is completely covered with cameras of all shapes and sizes -- it weighs 7,000 pounds (3,175 kilograms).Il furgone fotografico di Harrod Blank è completamente coperto di macchine fotografiche di tutte le forme e dimensioni – pesa 3.175 kg (7.000 libbre).Foto di Hunter Mann/Courtesy di Harrod Blank

Come ogni arte, che si tratti di pittura, scultura o altro, cercare di definire cosa sia o non sia un’auto d’arte può essere difficile. Ci deve essere un’auto coinvolta, giusto? Ma che dire dei camion e delle motociclette? Deve essere guidabile? Deve essere bella? Ponendo la domanda “Cos’è un’auto d’arte?” si ottengono tante risposte quante sono le domande “Cos’è l’arte? Eppure, come ogni altra forma d’arte, di solito rappresenta l’individuo ed esprime qualcosa su di lui.

Tuttavia, ci sono alcuni criteri su cui la maggior parte delle persone nel mondo dell’auto d’arte può essere d’accordo. C’è un certo grado di artigianalità e dedizione al progetto; la maggior parte degli artisti di art car direbbe che un’auto con alcune impronte di mani dipinte schiaffate sul cofano non è una vera e propria art car. Anche in questo caso, c’è molto margine di manovra nell’artigianato. Come Harrod Blank, autore di “Art Cars”, una volta disse di un Maggiolino Volkswagen coperto di vetro colorato: “Ci vuole molta più abilità artistica e capacità decisionale di un’anatra gigante”.

Anche la capacità di guidare il veicolo è importante. Se non corre e non guida, allora è solo una scultura, non un’auto d’arte. Spesso le persone che creano l’auto d’arte la usano come autista quotidiano, portandola al lavoro e per le commissioni. Possono anche essere seconde o terze auto, ma non vengono quasi mai nascoste in un garage, nascoste alla vista o portate fuori solo in occasioni speciali.

Articolo molto interessante
1959-1962 Rolls-Royce Silver Cloud II

Sembra che ci siano alcuni tipi di auto d’arte, anche se molti confondono le linee e le categorie sono mere linee guida e possono includere motociclette e persino biciclette:

  • Paint Cars: sono dipinte con parole o motivi proprio sulla superficie del veicolo
  • Glue Cars: hanno oggetti attaccati al veicolo, di solito da parafango a parafango
  • Messaggio Cars: hanno qualcosa da dire, che sia l’autopromozione o la pace nel mondo
  • Auto scolpite: vanno ben oltre le auto incollate e aggiungono sculture e forme torreggianti alla carrozzeria del veicolo
  • Auto interattive: incoraggiano le persone a giocare con l’auto, a scriverci sopra, a premere pulsanti e altro ancora

La gente ha iniziato a creare auto d’arte alla fine degli anni Settanta e all’inizio degli anni Ottanta, spesso senza sapere che altre persone stavano iniziando lo stesso strano percorso artistico. La prima Art Car Parade di Houston si è tenuta nel 1988, ed è oggi il più grande raduno di auto d’arte del mondo. A metà degli anni ’90, le auto d’arte hanno iniziato a partecipare al festival Burning Man nel deserto del Nevada. Nell’ultimo decennio, i festival di auto d’arte sono nati in tutto il paese, con vari gradi di successo.

Ma chi trasformerebbe una macchina perfetta in uno squalo? O coprirla completamente con le telecamere? O costruire una cattedrale gotica in cima a un carro funebre? Tutte queste auto esistono già, e molte altre ancora. Ora diamo un’occhiata a ciò che ispira gli artisti delle auto d’arte.

Lascia un commento