Come funzionano le auto da terra

Modelli come il Terraplane DeLuxe Six coupé convertibile del 1935 sono stati una spinta enorme per la società madre Hudson’s bottom line.

L’abbondante successo dell’Essex Terraplane del 1932-33 ha spinto il presidente di Hudson Roy D. Chapin ad utilizzare solo Terraplane per i modelli junior della ditta&apos del 1934. Allo stesso tempo, gli attuali sei cubi da 193 pollici cubi e otto da 244 cavalli cedettero il passo a un nuovo sei a corsa lunga da 212 cavalli e 80-85 cavalli, salito a 88 CV per il 1935-36. La potenza salì a 96/102 per il 1937. Terraplane poi divenne un Hudson, ma come un separato fanno letteralmente salvare l’azienda.

Anche se gli Essex Terraplanes sono stati venduti a soli 425 dollari, i loro successori sono stati piazzati in una fascia di mercato piuttosto alta, tra i 565 e gli 880 dollari. Il Terraplane del 1934 offriva anche una maggiore varietà, con Special e Midline Challenger su un interasse di 112 pollici e Major su un telaio da 116 pollici. I Majors furono acquistati da ’35, quando la Challenger fu ribattezzata DeLuxe. La linea del 1936 offriva le DeLuxes e le Dogane di livello superiore su una nuova piattaforma da 115 pollici che fu allungata di due pollici per i modelli DeLuxe e Super del 1937.

A differenza di molti compagni, le Terraplane separate seguono le tendenze del design d’epoca, ma evitano gli eccessi, anche se il 1936-37 “fencer’s mask” griglia era discutibile. Gli stili del corpo erano quelli abituali. Roadster e phaeton non sono mai stati elencati, ma berline da turismo e pullman in regolare e bagagliaio “touring” forma erano sempre disponibili, così come il tetto fisso e coupé convertibili. Una smart victoria fu offerta solo per il 1934. Una station wagon DeLuxe con carrozzeria in legno era un’esclusiva di ’36, mentre in ’37, un piccolo numero di telai Terraplane furono costruiti per applicazioni commerciali.

Articolo molto interessante
1933 Chevrolet Aquila e Mercurio

Tutte queste auto avevano caratteristiche di prestazioni eccellenti. Una prova su strada britannica di una berlina Terraplane del 1936 ha mostrato 0-60 miglia orarie in 26,6 secondi e una velocità massima di 82 miglia orarie, entrambi molto apprezzabili per un’auto d’epoca che pesava circa 2800 libbre. Inoltre, come ha osservato il rapporto, “Il motore a sei cilindri… ha quella morbidezza e quella silenziosità che sono caratteristiche del design americano… Anche a 70 anni non ci sono particolari problemi…[Il Terraplane] può quindi essere un’auto decisamente veloce per percorrere lunghe distanze, ed è anche facile da gestire…[Dà, e fa, molto per il suo prezzo.”

Terraplane ha rappresentato la parte di leone&apos nel volume di Hudson in ciascuno dei suoi quattro anni come marca separata, raccogliendo quasi 280.000 vendite totali. La produzione dell’anno del modello era di circa 51.000 per il 1934 e ’35, è salita a quasi 87.000 per ’36, per poi raggiungere 90.253 per la campagna del 1937.

Con questo, più la scomparsa della maggior parte delle altre edizioni junior, i Terraplane del 1938 ricevettero i distintivi Hudson e si ampliarono fino a includere modelli standard, DeLuxe e Super con otto cavalli in più. Ma con la nuova linea Hudson&apos, 112&quot, le Terraplane non erano più le auto più piccole o più economiche di Hudson&apos. Le vendite si rivelarono deludenti, così il nome fu abbandonato, anche se le Terraplane continuarono a vivere nello spirito come la Serie 91 Pacemaker del 1939 e la Serie 92 Six.

Articolo molto interessante
Jaguar XKE Serie 3 V-12

Per saperne di più sulle auto americane defunte, vedi:

  • AMC
  • Duesenberg
  • Oldsmobile
  • Plymouth
  • Studebaker
  • Tucker

Lascia un commento