Come funzionano le auto Oldsmobile

Oldsmobile si è guadagnata la reputazione di essere la divisione “sperimentale” della GM negli anni ’30 con modelli come questa F-34 Six sport coupé del 1934.

C’è stato un tempo in cui Oldsmobile, non Chevy o Ford, era il principale produttore di auto d’America. Era il 1903-05, quando Lansing ha avuto successo con il piccolo runabout con cruscotto curvo di Ransom Eli Olds, che ogni anno veniva venduto a migliaia. Ransom aveva acciottolato la sua prima auto nel 1891, rigorosamente a titolo di esperimento.

La produzione regolare ha preso il via nel 1897, lo stesso anno in cui è stata costituita la Olds Motor Vehicle Company. (La società fu riorganizzata come Olds Motor Works due anni dopo). Alla fine, la Oldsmobile divenne l’unica casa automobilistica americana fondata nel XIX secolo a sopravvivere fino al XXI secolo.

Un declino iniziato subito dopo la partenza di Ransom per formare Reo nel 1904. La General Motors acquistò la Olds Motor Works quattro anni dopo, ma questo non aiutò subito le vendite. Solo nel 1916, quando la sua valvola laterale V-8 del 1916, la Oldsmobile tornò a fare buoni affari.

I migliori anni di pre-depressione della marca sono stati il 1919, 1921 e 1929, quando si è classificata al nono posto nella classifica del settore. Il suo peggior anno modello durante la Depressione fu il 1932: solo 18.846 vetture.

Articolo molto interessante
Joe Oros: Designer capo della Ford Mustang del 1965

Ma la divisione si è ripresa rapidamente, registrando più di 191.000 vendite nel 1936. Una recessione tagliò la produzione del 1938 a 85.000 unità, ma Olds si riprese rapidamente, raggiungendo poi un nuovo massimo con un volume interno del 1941 di quasi 266.000 unità. Avrebbe fatto molto meglio negli anni ’50, ’60 e ’70.

L’innovazione è stata un segno distintivo di Olds negli anni ’30, la marca (tra le altre) pioniera delle sospensioni anteriori indipendenti tipo Dubonnet “Knee-Action” per il ’34, una trasmissione semiautomatica per il 1937-39, e l’azionamento completamente automatico Hydra-Matic Drive per il 1940. Caratteristiche come queste hanno fatto guadagnare a Olds la sua lunga reputazione di divisione “sperimentale” della GM, un ruolo che avrebbe svolto fino alla fine degli anni ’60.

Gran parte dell’audacia tecnica della Oldsmobile negli anni ’30 è stata stimolata da Charles L. McCuen, che era stato ingegnere capo prima di diventare direttore generale della divisione nel 1933. Per prendere il suo posto come ingegnere capo, reclutò un altro innovatore, Harold T. Youngren.

Sotto di lui lavoravano il responsabile dell’ingegneria sperimentale Jack Wolfram e il mago dei dinamometri Harold Metzel. Gli ultimi due sono diventati capi divisione negli anni successivi. Youngren se ne andò nel 1946 per aiutare a sviluppare il dipartimento di ingegneria della Ford.

Per saperne di più sulle auto americane defunte, vedi:

  • AMC
  • Duesenberg
  • Plymouth
  • Studebaker
  • Tucker

Lascia un commento