Come funzionano le corse automobilistiche senza conducente

NEXT PAGE 'Junior,' a 2006 Volkswagen Passat, heavily modified and robotized by a team from Stanford University, crosses the finish line during the 2004 DARPA Urban Challenge in Victorville, California. The cars had no drivers and weren't remote-controlled.‘Junior,’ una Volkswagen Passat del 2006, pesantemente modificata e robotizzata da un team dell’Università di Stanford, taglia il traguardo durante la DARPA Urban Challenge 2004 a Victorville, California. Le auto non avevano piloti e non erano telecomandate.TANGI QUEMENER/AFP/Getty Images

Le alte luci dello stadio brillano attraverso sciami di insetti volanti, illuminando la pista di velocità in una notte calda e afosa. Migliaia di persone riempiono gli spalti. Le loro teste ruotano come macchine da corsa intorno alle curve, sfrecciano e poi rifacciono tutto da capo. Un basso mormorio della folla esplode in un rauco applauso quando un’auto passa davanti a un’altra, evitando per un pelo una collisione. È solo un’altra notte d’azione all’autodromo – o no?

Manca un giro. I tifosi sono in piedi, urlando forte come i fantini delle auto per la posizione. Mentre i leader ruggiscono intorno alla curva finale e si dirigono verso il traguardo, è chiaro che ci sarà un fotofinish. Pochi centimetri separano il vincitore dal secondo classificato mentre navigano sotto la bandiera a scacchi. La folla impazzisce!

Pubblicità

È allora che si nota qualcosa di strano. Quando la macchina al primo posto rallenta per fare il giro della vittoria, diventa evidente che non c’è nessuno al posto di guida. L’auto è controllata a distanza? Il conducente è saltato fuori? No. Incredibilmente, la macchina sta guidando da sola.

Articolo molto interessante
1950 NASCAR Grand National Results

Anche se questo scenario non si è ancora concretizzato nella vita reale, è solo questione di tempo prima che si realizzi. Gli ingegneri hanno fatto incredibili progressi nella progettazione e nel collaudo di auto senza conducente da quando sono stati lanciati i primi prototipi negli anni Settanta. Forse la cosa più importante è che il progetto di auto con guida autonoma di Google ha registrato più di 1,3 milioni di chilometri di guida controllata da software dal 2009 al dicembre 2015 [fonte: Google]. E, poiché questa è l’America, gli ingegneri hanno già provato a far correre le loro creazioni, anche se in prove individuali a tempo, non direttamente l’uno contro l’altro.

Come sono iniziate le corse automobilistiche senza pilota? Che differenza c’è tra correre con queste auto su una pista e percorrerle in autostrada? Le gare automobilistiche senza pilota finiranno per mettere fuori gioco i piloti professionisti? Faremo queste domande e altre ancora, ma lasciamo a voi la guida. Quindi prendete quel mouse e cliccate su!

Lascia un commento