Come installare una sospensione posteriore indipendente

Guadagnare l’indipendenza

Vedi tutte e 2 le fotoChristopher CampbellwriterJohnny HunkinsphotographerOct 25, 2013

Qui c’è un po’ di conoscenza poco conosciuta del cambio per le hot roders; quando la Mustang era in fase di preparazione per il suo lancio che avrebbe cambiato il mondo nel 1964, il piano originale prevedeva che la Mustang fosse dotata di una sospensione posteriore indipendente (IRS) come equipaggiamento di serie sulle Shelby GT350 e come optional sulle Mustang di serie. Progettata dal famoso ingegnere Ford Klaus Arning, la geometria delle sospensioni era derivata dal programma di corse della Ford GT e avrebbe avuto un leggero effetto di sterzo posteriore durante la corsa delle sospensioni, che avrebbe puntato la ruota esterna leggermente verso l’interno e la ruota interna leggermente verso l’esterno, rendendo lo sterzo più reattivo. Questo avrebbe aiutato il posteriore a ruotare in curva, rendendo la maneggevolezza molto agile e collocando la Mustang a metà strada tra la ponycar e la vera auto sportiva. Cosa le è successo? I contafagioli l’hanno uccisa, ovviamente.

Con quel programma tagliato, l’unica muscle car/sportiva ad essere dotata di un IRS durante gli anni ’60 era la Corvette. Peccato, perché la tecnologia era ovviamente presente sia per la Ford che per la GM, ma nessuno dei due si è fatto avanti per offrire l’opzione al pubblico nei loro ponycar. Forse perché il drag racing era di gran lunga lo sport più diffuso tra le hot roders americane, o forse perché il pubblico non era abbastanza consapevole dei benefici che ne potevano derivare.

Allora, cosa c’è di così bello nell’IRS contro un asse dritto? Beh, su un percorso stradale appositamente costruito con una superficie perfettamente liscia e preparata, progettato per le corse ad alta velocità, i vantaggi tra un asse rettilineo e un IRS non saranno evidenti, ma non è lì che passerai la maggior parte del tempo con la tua auto. Nel mondo reale le strade sono irregolari, incrinate e sconnesse, ed è qui che l’IRS brilla davvero.

Hai mai attraversato un tratto di marciapiede inaspettatamente sconnesso in una curva in condizioni di pioggia e ti sei fatto saltare il rettilineo e hai provato a scavalcarti? Mentre un asse solido deve segare un pezzo di ferro di oltre 100 libbre su e giù per compensare le irregolarità della strada, riducendo la zona di contatto del pneumatico, mentre lo fa, un IRS riduce drasticamente il peso non sospeso per lato e permette ad ogni pneumatico di adattarsi alle modifiche rapidamente da solo senza interferire con l’altro lato della vettura. Questo non significa solo una guida intrinsecamente più fluida di quella possibile con un asse solido, ma anche una trazione più costante. Non c’è davvero nessuna opzione migliore per la guida quotidiana nel mondo reale e per il turismo, ed è anche fantastico per gli eventi di autocrossing e di gestione, che spesso sono impostati su superfici non ottimali come i parcheggi.

Naturalmente non ci sono molti modi per ottenere un IRS sotto una Mustang, e nessuno ha offerto fino ad ora una soluzione assolutamente facile, un garage domestico imbullonato. Quando siete pronti a dare alla vostra Mustang il tipo di corsa eccezionale e di maneggevolezza che avrebbe potuto avere, Heidts Hot Rod Shop ora vi ha coperto con il loro sistema IRS Pro-G facile da installare. Si potrebbe pensare che aggiungere una moderna sospensione posteriore indipendente e pulita sarebbe difficile, ma non lo è. Siamo stati piacevolmente sorpresi di scoprire che siamo riusciti a strappare le molle a balestra e il rearend originale da 8 pollici e avere la Pro-G appesa al suo posto in una qualsiasi Mustang o Cougar del 1964-70 in circa due giorni. Guardate come va tutto insieme in una Mustang decappottabile del 1966!

Vedi tutte e 2 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento