Come mettere in sicurezza – Gioca in sicurezza!

Procedure, metodi e tecniche di cablaggio di sicurezza

Vedi tutte le 32 fotoRyan MansonwriterMar 1, 2010

È difficile immaginare come sarebbe il mondo dell’automobile in generale se non fosse per il complesso militare-industriale. Ora, anche se vi starete chiedendo cosa ha a che fare la Marina con il mio F-100, pensateci un attimo. La maggior parte delle tecniche di fabbricazione, degli strumenti e dei materiali che erano comuni negli anni ’50 e ’60, erano un diretto sottoprodotto delle cose apprese dall’industria durante la seconda guerra mondiale. Le rigide tolleranze richieste dai militari e le sfide produttive che ne derivarono permisero ai produttori automobilistici di imparare più o meno a spese del governo, in pochi anni, ciò che avrebbe richiesto decenni e milioni di dollari per svilupparsi da soli. La costruzione di carri armati, navi e aerei di tutte le forme e dimensioni ha messo in discussione le loro capacità produttive e ha permesso loro di sviluppare nuove tecnologie e tecniche che continuano ancora oggi. Sistemi frenanti migliori, motori più affidabili, componenti elettrici migliorati, produzione precisa; questi erano tutti sottoprodotti di ciò che l’industria ha imparato mentre fabbricava prodotti per l’esercito. Durante la fine degli anni ’30 e l’inizio degli anni ’40, l’industria automobilistica rappresentava una parte importante della produzione aeronautica, arrivando a fermare completamente la produzione automobilistica entro il 1942 per concentrarsi sugli aerei e sulla produzione correlata. Con la fine della guerra, l’industria automobilistica e le industrie collegate sarebbero cambiate per sempre.

Per noi camionisti, oltre ad essere un bel pezzo di storia, queste influenze militari hanno poco a che fare con quello che stiamo facendo nel garage. O almeno così si pensa.

Prendete il bullone a brugola, per esempio. Inventato all’inizio del XX secolo, il suo nome deriva dalla Allen Manufacturing Company, che ha effettivamente richiesto il brevetto nel 1943 a causa delle crescenti esigenze del governo americano causate dalla Seconda Guerra Mondiale.

Articolo molto interessante
Recuperare un volante di riserva - Ridurre, riutilizzare, riciclare!

E che mi dite di tutti quei raccordi anodizzati che avete per collegare tutti i vostri tubi per il trasferimento dei fluidi? Sapete, quelli che prendono quelle strane e costose chiavi inglesi che non sono né di dimensioni frazionarie né metriche, ma qualche numero apparentemente casuale preceduto da un trattino? Conosciuti come raccordi AN, questi raccordi mil-spec (specifiche militari) risalgono anch’essi alla Seconda Guerra Mondiale, quando l’Esercito e la Marina concordarono un unico standard per i raccordi di trasferimento dei fluidi utilizzati per collegare i tubi flessibili e i tubi rigidi in metallo. Questa designazione è diventata lo standard nell’industria aerospaziale per decenni e recentemente ha trovato la sua strada nel mercato dell’automobile classica.

Un altro standard aerospaziale che ha trovato la sua strada nell’hobby automobilistico è la pratica della “sicurezza”. Familiare a chiunque abbia mai rimosso una coppiglia da un giunto sferico, un tirante o un dado del mandrino, la messa in sicurezza è definita come il fissaggio con vari mezzi di qualsiasi dado, bullone, tenditore, ecc, in modo che le vibrazioni non causino l’allentamento durante il funzionamento. Queste pratiche non sono un mezzo per ottenere o mantenere la coppia, ma piuttosto un dispositivo di sicurezza per prevenire il disinnesto della ferramenta. Ci sono tre metodi di base utilizzati per la sicurezza: coppiglie e dadi autobloccanti, che sono senza dubbio familiari alla maggior parte di noi, e filo di sicurezza. Mentre ci possono essere molti di voi che hanno familiarità con la pratica del filo di sicurezza, c’è probabilmente un buon numero di coloro che non lo sono. So che ho visto ragazzi farlo per anni, ma è qualcosa che non mi è mai sembrato di capire. Detto questo, ho pensato di educarmi con l’aiuto di alcuni prodotti della Graham Tool Co. e della FAA, e di portare anche voi ragazzi.

Articolo molto interessante
Tilt-a-a-Whirl

Sicurezza 101

Fondamentalmente, ci sono due metodi di cablaggio di sicurezza: il metodo a doppia torsione che è più comunemente usato, e il metodo a filo singolo usato su viti, bulloni e dadi in uno schema geometrico ravvicinato o chiuso, come un triangolo, un quadrato, un rettangolo o un cerchio. Il metodo a filo singolo può essere utilizzato anche su parti di impianti elettrici e in luoghi difficili da raggiungere.

Vedi tutte le 32 foto

Quando si utilizza il metodo a doppia torsione, si dovrebbe utilizzare un diametro minimo di filo da 0,032 pollici su pezzi che hanno un diametro del foro superiore a 0,045 pollici. Il filo di sicurezza con diametro di 0,020 pollici può essere utilizzato su parti con un diametro nominale del foro compreso tra 0,045 e 0,062 pollici con una spaziatura tra le parti inferiore a 2 pollici. Si noti che queste specifiche sono per il filo di acciaio progettato per il cablaggio di sicurezza e non per il filo di alluminio, rame o ottone.

Procedure di cablaggio di sicurezza

Esistono molte combinazioni di cablaggio di sicurezza con alcune regole di base comuni a tutte le applicazioni:

1. Quando i bulloni, le viti o altre parti sono strettamente raggruppate, è più conveniente cablarle in serie. Il numero di elementi di fissaggio che possono essere cablati insieme dipende dall’applicazione.

2. Quando si utilizzano dadi autobloccanti, non è necessario che le rispettive teste dei bulloni siano cablate in modo sicuro.

3. Assicurarsi che il filo di sicurezza finito sia ben teso per evitare guasti dovuti a sfregamenti o vibrazioni.

4. Il filo di sicurezza deve essere installato in modo da evitare che il pezzo tenda ad allentarsi.

Articolo molto interessante
Auto Meter's Custom Shop - Misuratori personalizzati progettati da voi!

5. Un filo di sicurezza troppo teso può rompersi sotto le vibrazioni se viene attorcigliato troppo strettamente. La fune metallica di sicurezza deve essere tesa quando viene attorcigliata e mantenere una leggera tensione quando viene fissata.

6. Le estremità delle funi metalliche di sicurezza devono essere piegate sotto e verso l’interno per evitare estremità taglienti o sporgenti, che possono rappresentare un pericolo per la sicurezza.

7. Prima dei fissaggi di sicurezza del cablaggio, controllare che siano torcenti secondo le specifiche e che i fori del cablaggio siano correttamente allineati tra loro.

Viti di fissaggio, dadi, bulloni e anelli elastici.

Il filo di sicurezza è mostrato installato per la ferramenta con filettatura a destra. Per la ferramenta con filettatura sinistra, il filo di sicurezza viene instradato in direzione opposta.

Utilizzo di pinze per fili di sicurezza

Mentre il cablaggio di sicurezza può essere fatto a mano, di solito si usa un paio di pinze per cavi di sicurezza. Queste sono simili alle pinze tradizionali, tranne per il fatto che sono dotate di un albero centrale e di un pomello di trazione che permette all’utente di aggrapparsi alla pinza, mentre si attorcigliano i due fili di filo tirando il pomello. Questo assicura un accoppiamento teso contro il dispositivo di fissaggio, impedendo che si allenti quando è collegato ad un altro dispositivo di fissaggio o ad un punto fisso.

Vedi tutte le 32 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento