Come testare il tempo di arresto del veicolo

I cronometri e il nastro di misurazione non sono più necessari.Hemera/Thinkstock

Quando cerchiamo di acquistare un’auto, di solito controlliamo il chilometraggio del gas, il contachilometri, l’equipaggiamento di serie e, naturalmente, il prezzo. Se stiamo sbavando per un’auto ad alte prestazioni, leggiamo anche le caratteristiche di velocità e potenza – da 0 a 60 miglia all’ora (96,6 chilometri all’ora) in così tanti secondi con questa – molti cavalli dei freni e questa – moltissima coppia. Raramente ci risparmiamo di pensare ai sistemi frenanti, perché presumiamo (correttamente, a quanto pare) che la legge richieda ai costruttori di progettare veicoli che si fermino entro una certa distanza di sicurezza.

La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) fornisce requisiti di distanza di arresto e test per tutti i veicoli. Le valutazioni per i veicoli leggeri comprendono un test di efficacia a freddo, un test ad alta velocità, un test di dissolvenza e di recupero ed esperimenti per valutare la distanza di arresto in caso di guasto parziale di un sottosistema. I veicoli medi e pesanti a frenata idraulica si differenziano dai veicoli leggeri per il fatto che le loro prove comprendono scenari che prevedono sistemi completamente guasti.

Pubblicità

Tuttavia, la frenata equivale a qualcosa di più di una semplice spinta di un pedale. I guidatori devono considerare la sensazione dei freni, il loro equilibrio, se funzionano in modo diverso, caldo e freddo, l’efficacia delle loro prestazioni sul bagnato rispetto all’asciutto e se si attenuano nel tempo.

Articolo molto interessante
Come trainare un veicolo a due ruote motrici

La maggior parte di noi ha sentito le regole empiriche di moltiplicare la nostra velocità per un certo numero di lunghezze di auto, o di mantenere un cuscino di spazio di 2 o 3 secondi dall’auto di fronte alla nostra. Niente può sostituire, tuttavia, il conoscere veramente le caratteristiche di frenata distintive del proprio veicolo, dall’aderenza delle gomme al battito e all’impulso del sistema frenante antibloccaggio (ABS) che si attiva.

In definitiva, niente è paragonabile a mettere la macchina in moto e poi sbattere sui freni. In questo articolo, vi mostreremo come i professionisti testano i loro freni e come è possibile applicare i loro metodi alla propria auto o al proprio camion.

Lascia un commento