Concetto Mazda Furai

Con la Furai Concept, Mazda fa girare il motore rotativo in verde. Presentato al Salone dell’auto di Detroit 2008, il concept ispirato alle corse vanta un motore rotativo in grado di funzionare con alcol puro.

Concetto Mazda Furai

Qualcuno potrebbe dire che Mazda ha una malsana ossessione per il motore rotativo come forma alternativa di propulsione dei veicoli. Invece di pistoni e cilindri, i rotori rotanti utilizzano rotori triangolari che girano in camere ovali per raggiungere la potenza.

Mazda ha offerto per la prima volta un rotativo agli acquirenti americani nel 1970 con l’arrivo del coupé subcompatto R100. I motori rotativi non hanno mai rappresentato più di una frazione della produzione di veicoli Mazda, ma sono stati alimentati da tre generazioni di auto sportive RX-7 del costruttore. Oggi, l’RX-8 di Mazda è l’unico veicolo disponibile in Nord America con motore rotativo.

Concetto Mazda Furai

A differenza dell’RX-8, che utilizza un motore a due rotori, il Furai Concept utilizza un motore a tre rotori che produce 450 cavalli mentre funziona con carburante al 100% di etanolo (E100).

Lo stile esterno di Furai si ispira alle auto da corsa American Le Mans Series (ALMS). La piattaforma di base di Furai deriva dalla “Courage C65” di Mazda che è stata utilizzata nella serie di gare ALMS nel 2006. Trattandosi di un esercizio di design e tecnologia, Furai, che in giapponese significa “suono del vento”, rimarrà probabilmente solo un concetto.

Articolo molto interessante
1958 Corvette

Lascia un commento