Corpi di prima generazione Camaro – Crate Camaros

Per la prima volta in assoluto è possibile acquistare un corpo completo del ’69 in acciaio. In arrivo: Mustang Fastbacks e altro. Vai avanti e pizzicati. Questo è reale.

Vedi tutte le 2 fotoDavid FreiburgerwriterRandy Lorentzen/Planet RphotographerMay 12, 2009

Questo è il momento che cambia per sempre il volto della lavorazione stradale. Quando leggerete questo articolo, potrete acquistare una riproduzione della Camaro del ’69, una Camaro cabriolet del ’69 a carrozzeria nuda o un’auto completa chiavi in mano. Gli hardtops sono in arrivo, e le nuove Mustang fastback del ’67 sono già in produzione. Non ci vuole molto a capire che la piattaforma Camaro del ’69 potrebbe essere facilmente prodotta come una Camaro del ’67 o del ’68, o anche come una Firebird di prima generazione. La discussione è già iniziata su progetti a lungo termine: la Mach 1s del ’69 e la Cudas del ’70, probabilmente in quest’ordine. E tu pensavi che questo giorno non sarebbe mai arrivato.

La vediamo come la strada-rodificazione del mercato delle musclecar. Nel 1969, una Model A del ’30 aveva 39 anni, appena un po’ più antica di una Camaro di prima generazione, ma è stato allora che l’Auto Restyling di Westcott ha realizzato quello che potrebbe essere il primo funzionale coupé in vetroresina Model A. Nel 1972, la Westcott’s, la Gibbon Fiberglass e la Poli-Form consegnavano roadster di riproduzione. “Se non è acciaio, non è reale” è nato, ma lo era anche un’eredità che permette praticamente a qualsiasi lavoratore di costruire un’asta stradale completamente nuova oggi.

I nuovi corpi delle musclecar rappresentano prospettive ancora più profonde. Ovviamente, possono essere usate per riparare auto originali arrugginite, laminate o altrimenti sprecate. Pensate alla possibilità di cambiare il vostro hardtop nella cabriolet che avete sempre desiderato, o di usare una Nova a quattro porte del ’68-’72 come donatore di parti e sospensioni per la Camaro dei vostri sogni. Chi di noi vuole un’auto da corsa d’epoca, ma non riesce a tagliarne una originale, ora può hackerare a suo piacimento. E tutti voi che vi chiedete: “Perché la Chevy non fa una macchina che assomiglia a una vecchia Camaro, ma che ha tutti i comfort moderni? Bene, ora potete farlo voi stessi. Ora è possibile costruire una Camaro del ’69 senza una sola parte GM. Questo è stato il succo della conversazione che ha dato il via a tutto.

Vedi tutte e 2 le foto

Intorno agli uffici della HOT ROD, abbiamo parlato per almeno un decennio di come ci siano così tanti pezzi di ricambio per la riproduzione della Camaro che qualcuno dovrebbe offrirli assemblati come una vera auto. Ci è voluta una conversazione con le persone giuste per farlo accadere, e questo includeva Mark Vogt di Classic Industries and Original Equipment Reproduction (OER), Jim Barber di Classic Automotive Restoration Specialists (CARS), e Doug Evans, Group Publisher di HOT ROD. Questi ragazzi sono tutti membri dell’Automotive Restoration Market Organization, un sottoconsiglio della SEMA, ed è stato dopo un incontro ARMO ad un’asta Barrett-Jackson che hanno messo in panchina l’idea di nuove carrozzerie per musclecar fino alla logica conclusione. “Ci siamo impegnati quella sera”, ci ha detto Barber, “lo avremmo fatto a prescindere da ciò che qualcuno avrebbe detto”.

Articolo molto interessante
Vai Inutile

Barber e Vogt hanno compilato un elenco di tutte le parti di riproduzione disponibili e hanno identificato le cose extra che sarebbero state necessarie per realizzare un’auto completa da zero. La maggior parte dei sostituti disponibili in lamiera erano pannelli di patch che non si estendevano alle cuciture di fabbrica, quindi alcuni timbri dovevano essere modificati, e molti sono rifilati al laser. C’erano anche alcune parti necessarie che non erano mai state disponibili, come il pannello di transizione che passa sopra l’asse posteriore, il supporto del sedile posteriore convertibile e i rinforzi, l’assemblaggio del cofano e del montante A, il firewall, e una serie di piccoli rinforzi. Per farli realizzare, il team ha arruolato Jim Christina, VP della Dynacorn di Oxnard, California, che è il produttore di gran parte della lamiera di riproduzione sul mercato. Potete vedere l’elenco delle sue nuove parti Camaro per questo progetto sulla pagina dei nuovi prodotti di www.dynacorn.com. Anche alcuni altri componenti come i canali dei finestrini, i telai dei sedili e un meccanismo completo per la parte superiore convertibile non erano stati riprodotti in precedenza, ma OER si è impegnata a produrre tutto il necessario per una Camaro completamente nuova. Il progetto ha fruttato tre quarti di un milione di dollari in attrezzature.

Alcune delle nuove parti della carrozzeria non saranno disponibili separatamente, poiché la loro tecnica di installazione può compromettere l’integrità della vettura e un’officina media potrebbe non essere in grado di duplicare le procedure di saldatura richieste. Molto tempo è stato dedicato al controllo qualità delle carrozzerie. I pannelli sono stampati all’estero, ma secondo Barber, “Questo non è acciaio taiwanese a buon mercato”. Abbiamo fatto analizzare la metallurgia dell’acciaio originale e le sostituzioni sono entro il 10% del contenuto originale di carbonio e leghe. È tutto acciaio ANSI 1010″. I pannelli e i sottoinsiemi sono consegnati a CARS in North Carolina, dove si sta creando una nuova linea di assemblaggio, e 250.000 dollari sono stati investiti in attrezzature e attrezzature Techna per la saldatura a punti raffreddate ad acqua per il controllo qualità. Mentre scriviamo questo, il primo corpo è presso la LORS Machinery di Union, New Jersey, per la verifica delle punte di saldatura speciali, del calore e della pressione necessari per rendere i giunti di qualità OE o superiore. Barber ci ha detto: “Se la General Motors mette 12 saldature nei passaruota, allora la nuova carrozzeria avrà 12 saldature lì”. Le unibodies avranno anche cuciture calandrate per replicare gli assemblaggi originali, ma il materiale utilizzato sarà più moderno. Per quanto riguarda la compatibilità con le parti Camaro di serie, Barber dice: “Le nostre maschere metteranno insieme le carrozzerie con una tolleranza di 0,020 pollici. Probabilmente è meglio degli originali”.

Articolo molto interessante
Installazione di un kit Rollbar - Protezione antiribaltamento

CARS è un negozio certificato da DuPont, e la prima fase di pulizia delle carrozzerie verrà effettuata con DuPont Prep-Sol 3919S, quindi condizionata con Kwik-Prep 244S prima di essere spruzzata con il primer epossidico DuPont Direct To Metal, grigio 2450S o verde chiaro 2580CR. Questo processo è approvato da DuPont per una garanzia a vita contro la ruggine e la corrosione, e mentre si sta studiando un processo di immersione per risparmiare tempo, anche questo sarà garantito.

Sono quei tipi di dettagli che possono essere d’aiuto durante i colloqui con GM per la concessione di licenze a questi organismi. Molte delle parti utilizzate nella costruzione sono già autorizzate da GM, ma l’organismo completo deve essere approvato per poter essere legalmente chiamato Camaro, e questo non è stato deciso in tempo per la stampa. Nel peggiore dei casi, la mancanza di una licenza GM richiederà un nuovo nome, simile a quello che Carroll Shelby ha richiesto all’industria dei kit-roadster. In cantiere c’è anche l’approvazione SAE di CARS come costruttore di veicoli, in modo che l’azienda possa rilasciare un VIN per ogni carrozzeria venduta, facilitando il processo di registrazione per chi costruisce un’auto da zero.

La grande domanda: Quanto costano? Le carrozzerie convertibili si venderanno per circa 12.000 dollari come gusci nudi con sportelli e un decklid, ma senza clip frontale. A causa del costo della stampigliatura del tetto, gli hardtops disponibili all’inizio del 2005 saranno qualche migliaio in più. È una bella cifra, ma ultimamente avete provato a comprare e riparare una vera Camaro? Inoltre, confrontatela con la Ford roadster Ford del ’32 in acciaio Brookville da 10.500 dollari o con la Dearborn Deuce coupé Dearborn Deuce da 22.500 dollari in acciaio e sembra un affare. La sorpresa ancora più grande è che CARS offrirà decappottabili complete, funzionanti, verniciate e verniciate, con rifiniture a nudo per circa 40.000 dollari. Non pensavamo che sareste stati in grado di comprare tutte le parti necessarie per questo. Dopotutto, pagherete ogni dado, bullone e filo metallico su tutta l’auto.

Articolo molto interessante
Il braccio di controllo tubolare del CPP installato per le Chevy Trucks del 1963-1987 - meglio di una pressa da banco

Quindi è ancora una proposta costosa, ma solo da una citazione nel numero di luglio di HOT ROD, 115 persone si sono già impegnate ad acquistare un ente. Immaginate cosa succederà quando questa storia verrà pubblicata. In un modo o nell’altro, avrà un grande impatto sul mercato. Le Camaros reali scenderanno di prezzo o saliranno? Un’altra azienda si avventurerà con la riproduzione Mopars prima che CARS ci arrivi? E quanto ci vorrà prima che altri costruttori offrano le proprie versioni personalizzate dell’auto?

Una cosa la sappiamo: Se odiate le Camaros, siete fottuti.

Hot Rod’s Gonna Build One Abbiamo avuto la fortuna di entrare al piano terra della nuova produzione di carrozzerie Camaro, e ancora più fortunati che sia CARS che Classic Industries si siano offerte di lasciare che HOT ROD dirigesse la costruzione della prima nuovissima carrozzeria per diventare un’auto completa nel negozio CARS.

Per quanto riguarda la costruzione, tutto ciò che sappiamo per certo al momento è che includerà un motore per casse GM Performance Parts molto esclusivo: il Big-Block Ram Jet ZL1 interamente in alluminio con EFI che potreste ricordare dalla nostra storia di copertina del novembre ’02. La GMPP ha prodotto solo 200 di questi motori, ma ce ne sono ancora molti altri presso alcuni rivenditori selezionati. Lo ZL1 che useremo è il primo motore che GM ha costruito per essere utilizzato come motore di convalida dell’affidabilità. Sarà rinfrescato presso la sede centrale della GMPP prima della consegna a CARS.

Per ulteriori idee sul design dell’auto, abbiamo contattato l’artista e designer Steve Stanford, che ha sentito l’atmosfera e ha ideato la Camaro ReMix, utilizzando tutti gli spunti del ’69 ma con alcuni tocchi moderni come il rigonfiamento del cofano una tantum, i mantovani anteriori e posteriori riempiti, le aperture dei condotti del freno personalizzate dove un tempo c’erano gli indicatori di direzione anteriori e le branchie laterali e le luci di posizione laterali della Corvette C5. Coolio? E si può vivere con il verde? Fatecelo sapere subito, perché la macchina sarà presto in marcia. Leggetelo nei prossimi numeri di HOT ROD.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2009\05\hrdp-0410-pl-1969-chevy-camaro-body.jpg

Lascia un commento