Cosa significa guidare un Monster Truck

Vedi tutte le 1 fotoTori TellemwriterAug 19, 2012

Era il 1982 quando il Grave Digger originale di Dennis Anderson – un pickup Ford del ’52 – fece il suo debutto a Morgans Corner, North Carolina. Quello che era iniziato con quel corridore delle paludi di fango è diventato un impero delle corse dei monster truck. In occasione del trentesimo anniversario del marchio, ci siamo fatti un’idea di cosa significhi guidare un monster truck del pilota Carl Van Horn.

Carl ha iniziato come meccanico presso l’officina del Becchino e si è fatto strada fino a diventare capo dell’equipaggio, per poi iniziare la sua carriera di guida nel monster truck dell’Uomo Ragno. E anche se ora è un pilota esperto – inclusi due anni al volante del Becchino – si può immaginare che ci sia stata una curva di apprendimento per qualcosa di un po’ più grande di un pilota quotidiano. La configurazione dello sterzo posteriore e il motore da 1.500 CV sono in cima alla lista. Carl ha notato che i suoi anni più giovani di auto da corsa e go-kart, così come alcune gare di accelerazione e quad, lo hanno aiutato ad adattarsi più rapidamente al timone di un monster truck.

Ma come si fa a fare il salto, per così dire? Non è che si può trovare un monster truck su Craigslist e fare pratica sulla pista locale. “Ogni pilota viene testato su un percorso allestito per simulare un evento Monster Jam da funzionari tecnici di Monster Jam. Di solito si tratta di una sessione di prova di tre giorni, dopo la quale i funzionari stabiliranno se quel pilota è in grado di esibirsi”, spiega Carl. Ma come ha fatto ad esercitarsi con i salti? “In realtà non lo fa. Ogni evento è un po’ più di pratica. L’errore più comune è quello di non strozzare fino in fondo la rampa, il che fa sì che il camion vada in picchiata. Credo di averlo fatto al mio primo salto e l’atterraggio è stato piuttosto brusco, così ho imparato in fretta a non farlo più”.

Articolo molto interessante
Chiave dinamometrica a scatto micrometrica di Eastwood

E cosa succede dentro? Quando il semaforo diventa verde, Carl si abbassa a pedali, cambia marcia, vola giù da una rampa trovando anche la migliore posizione dell’acceleratore, poi cerca di capire come far atterrare 10.000 libbre di camion da 10 a 30 piedi in aria, raggiungendo rapidamente l’interruttore a levetta per azionare lo sterzo posteriore, mentre guida anche le gomme anteriori con l’altra mano, il piede sinistro aziona il pedale del freno, e il destro sull’acceleratore, il tutto mentre il camion sta ancora rimbalzando dall’atterraggio. E’ la definizione di multitasker.

Una cosa che gli viene detto di non fare mai come autisti? “Danni all’edificio! Monster Jam ha eventi all’interno di stadi e arene in tutto il mondo, e potremmo doverci esibire vicino a tavole da hockey e sedili retrattili. Se sbagliamo e ne colpiamo uno, può essere molto costoso”.

Per ulteriori informazioni, vedere GraveDigger.com o MonsterJam.com.

Fatti

  • Ci sono in totale 10 camion del Becchino.
  • Ci sono otto piloti del “normale” Becchino.
  • C’è un pilota di Grave Digger the Legend e un altro per Son Uva Digger.
  • Trovare il giusto tempismo al volante sembra essere una delle sfide principali per i piloti alle prime armi.
  • Carl indossa un casco e degli auricolari per la comunicazione. Questo mantiene il rumore del motore al minimo.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento