Cos’è l’Ultimate Truck?

Questo arriva abbastanza vicino a Dang Close

Vedi tutte e 5 le 5 fotojim austwriterJim BrownphotographerAug 1, 2000

Una cosa che rende interessante il nostro hobby è quando qualcuno alza il livello di quello che è considerato il camion definitivo. Qualcuno che lo ha fatto è Ronald Washington, un ingegnere di Los Angeles, California. Dal momento in cui cinque anni fa, quando Ronald ha trovato questa Chevrolet 51 che langueva in un cortile, aveva grandi progetti per il ritiro. Per realizzare la sua visione, Ronald ha saggiamente consegnato il progetto a Scott e Perry Baker della Baker Restoration di Van Nuys, California.

Mentre l’elenco di ciò che i panettieri non hanno fatto a questo classico autotrasportatore sarebbe più facile da compilare, evidenzieremo alcune delle loro personalizzazioni di questa magistrale creazione. Per il telaio, è stata selezionata una combinazione di un 81 Camaro anteriore a clip e un 81 Corvette posteriore. I pezzi del modello più recente sono stati mescolati al telaio originale 51 e aggiornati con bracci di controllo tubolari Fatman Fabrication nella parte anteriore e una balestra in fibra di vetro mono per la parte posteriore.

Nel nuovo telaio è annidato un motore GM ZZ3 a cassa, a cui è stato dato un completo complemento di alluminio lucidato e che è seguito da vicino da un tranny overdrive automatico 700-R4. L’intero pacchetto rotola su un set di 17 pollici Colorado Custom Alamesas, avvolto in gomma BFGoodrich Comp T/A.

Per il corpo, i panettieri hanno fatto in modo che qui non si confonda questo 51 con un altro a breve. Partendo dal più ovvio, la parte superiore è stato dato un aggressivo taglio di 4 pollici, e poi è stato convertito in un hardtop completamente rimovibile. Per ragioni puramente estetiche, l’intera carrozzeria è stata pulita con trucchi come la saldatura del cofano in un unico pezzo, la lisciatura del paraurti anteriore, la rasatura del cofano e delle portiere, l’installazione di pedane e portelloni lisci. Poi Scott ha posato sul turchese a due stadi DuPont a due stadi di vetro.

Una volta che i Baker hanno finito di fare la loro magia, il progetto è stato consegnato a Benny G. a Montclair, California, che ha finito il taxi in pelle. La pelle grigia e turchese copre tutto, dai pannelli delle portiere, la console e il cruscotto personalizzati, agli invitanti sedili a secchiello Lincoln Mark VIII. I lavori di sterzo sono controllati da una ruota Colorado Custom in cima a una colonna di inclinazione ididit altrettanto lucida. L’unica cosa che restava da fare al proprietario Ronald era riempire il lettore Sony a 12 dischi con le melodie e navigare con il vento tra i capelli.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2000\08\a26221-thumb.jpg

Lascia un commento