Danubio blu: Profilo di un’auto personalizzata

Long and low, the Blue Danube required rollers under the rear end to prevent the bumper from scraping the ground. See more pictures of custom cars. Lungo e basso, il Danubio Blu richiedeva rulli sotto l’estremità posteriore per evitare che il paraurti raschiasse il terreno. Vedere altre immagini di auto personalizzate . .

Creatore del Danubio Blu, Lyle Lake arrivò dalla Florida a metà degli anni ’50 e divenne capocantiere della Barris Kustom Autos a Lynwood, California. A quel tempo, la banda del negozio aveva ruoli piuttosto definiti. Sam Barris era l’artista, che progettava il look delle auto dei clienti e spesso lo eseguiva. George Barris era l’uomo di facciata, che faceva conoscere il nome del negozio.

Nell’ambito dei suoi sforzi per far conoscere il nome Barris, George ha lavorato per la Trend Books di Petersen, scattando foto e scrivendo articoli sulle tecniche di personalizzazione.

Dal momento che Lyle lavorava al negozio Barris, George ha pensato che sarebbe stata una buona idea usare la Buick che il negozio stava costruendo come auto personale di Lyle in un articolo sui costi di personalizzazione. Così, con la macchina fotografica e le fatture in mano, George e Lyle hanno documentato tutto lungo il percorso.

Galleria immagini auto personalizzate

La Buick Riviera di Lyle del 1951 ha ricevuto un’ampia carrozzeria. Lyle e la squadra della Barris hanno tagliato i primi tre pollici davanti e i sei pollici dietro (700 dollari), abbassando il lunotto per far combaciare l’angolo del tetto. Questo ha creato un look basso e snello che è stato completato da diverse modifiche alla carrozzeria.

Articolo molto interessante
1990 Buick Reatta

L’equipaggio ha rasato le porte e ha aggiunto i pulsanti ($50), ha installato gonne fatte a mano ($20) e funzionali scoop per i freni posteriori ($55 ciascuno), e ha rielaborato l’assetto laterale usando l’assetto di serie davanti con l’assetto dritto che va dal paraurti posteriore al centro di ogni porta ($20 ciascuno).

La scelta dell’assetto è stata curiosa, perché molte usanze non Buick dell’epoca utilizzavano l’assetto laterale Buick per la sua forma unica e avvolgente. Tuttavia, ha funzionato, soprattutto con la vernice.

The white rolled-and-pleated upholstery accented the unique interiors of the custom Blue Danube perfectly.” ” La tappezzeria bianca arrotolata e pieghettata ha accentuato perfettamente gli interni unici del Danubio blu personalizzato.

Anche il volto era piuttosto unico. Invece di un paraurti completo, Lyle ha scelto un pannello frontale arrotolato affiancato da due paraurti realizzati con pezzi di Chevy del 1951 saldati a pallottole Cadillac (80 dollari). Il negozio ha tagliato la griglia da lunghezze di tubi conici ($115) e ha arrotondato gli angoli del cofano ($10 ciascuno) per abbinare l’apertura della griglia. Il naso era dechromed ($25) e un kit di parafari California Custom Accessories ($50) è stato frenched in, estendendo visivamente i parafanghi.

Alcuni tocchi interessanti sono stati incorporati anche nella parte posteriore. Lyle ha aggiunto dei fanali posteriori frenched realizzati giuntando insieme due lenti Merc del 1954 e installandole a testa in giù (65 dollari l’una). Il paraurti è stato preso da una Oldsmobile del 1953 (80 dollari) e lo scarico è stato fatto passare attraverso di esso (70 dollari). Infine, grazie al lavoro di abbassamento da $190, sono stati necessari dei rulli sotto la parte posteriore per evitare che il paraurti raschiasse a terra ($20).

Articolo molto interessante
1936 Duesenberg SSJ Speedster

Barris ha applicato lo schema di vernice blu a tre tonalità (250 dollari), con in cima un blu cielo metallizzato, il corpo principale blu perla, e la nebbia blu oceano fondo blu – così il soprannome Blue Danube.

Dean Jeffries, che all’epoca lavorava al negozio Barris, ha aggiunto il gessato bianco e il gessato di rame (20 dollari). Un set di coprimozzi Lincoln del 1956 (15 dollari ciascuno) ha completato il look. Il conto totale? 2.000 dollari.

The Blue Danube earned its nickname from Sam Barris' paint scheme, which featured three distinct shades of blue.Il Danubio Blu si è guadagnato il soprannome di Sam Barris’ , che presentava tre distinte tonalità di blu.

Il Danubio Blu ha attirato molta attenzione, apparendo sulla copertina di Trend Book 143 – Restyle Your Car . È apparso anche nel numero di marzo 1958 di Custom Cars , e in un episodio della serie televisiva The Twilight Zone .

Non riuscendo a trovare l’originale, il noto collezionista Jack Walker ha contattato Lyle Lake e ha saputo che era stato distrutto. Così Jack commissionò a Kenny Baker e Dick Huckins la costruzione del clone qui mostrato nel 1998. L’originale può essere sparito, ma l’articolo della Barris sull’auto ci fornisce oggi un assaggio del prezzo d’ingresso per la migliore personalizzazione degli anni ’50.

Per saperne di più sulle auto personalizzate e le hot rod, vedi:

  • Storia delle Hot Rods
  • Profili auto personalizzati
  • Profili ad asta calda

Lascia un commento