Diagnostica e riparazione di strumenti difettosi

Far funzionare i vostri monitor

Vedi tutte le 9 fotoMichael HarrisonwriterApr 1, 2001

Non c’è niente di più frustrante che non poter contare sulle informazioni riportate sugli indicatori della propria auto. Invece di affidarsi alla tanica di benzina da cinque galloni nel bagagliaio, non sarebbe bello sapere come riparare i misuratori difettosi?

Inizieremo con un’occhiata al cruscotto. Se gli indicatori non funzionano, si tratta di un cattivo indicatore o di un’unità di invio o di un problema di cablaggio? Di quasi uguale importanza è il corretto funzionamento delle luci del cruscotto: l’avviso del freno, gli indicatori di direzione e le luci dell’indicatore di direzione.

I misuratori di gas, olio e temperatura dei nostri Mopar hanno una barra bimetallica con un elemento riscaldante avvolto intorno ad essa che muove lentamente l’ago. L’unità di invio (spesso chiamata interruttore) è costituita da un conduttore a resistenza variabile (unità di invio della temperatura) o da un reostato (unità di invio della pressione dell’olio e del livello del gas) e influenza la quantità di corrente che fluisce attraverso di essa fino a terra. Le unità di invio bi-metalliche offrono meno resistenza quando il motore è freddo, il livello del gas è basso, o la pressione dell’olio è bassa, e più resistenza nel caso opposto. Più resistenza nell’unità di invio significa più corrente che scorre attraverso l’elemento riscaldante a spirale del manometro, e quindi più movimento nella barra bimetallica e nell’ago. L’amperometro funziona secondo il principio del flusso di corrente che provoca un campo magnetico, e quantità variabili di corrente/magnetismo provocano il movimento dell’ago a destra e a sinistra.

Capire come funzionano i misuratori e come è cablato il circuito rende più facile la diagnosi di un problema. I manometri per gas, pressione dell’olio e temperatura formano un circuito a tre calibri, mentre l’amperometro funziona in modo indipendente. In un ‘Cuda, l’alimentazione del circuito dei tre manometri entra nel terzo terminale del manometro del gas (gli altri manometri hanno solo due terminali), dove passa attraverso il regolatore di tensione dello strumento incorporato, e viene passata ai terminali “Power In” di tutti e tre i manometri. Ogni misuratore ha un terminale “Power In” e un terminale “all’unità di invio” sul retro. Si può vedere dal pannello del circuito integrato (IC) come la potenza passa attraverso i misuratori e verso le unità di invio.

Dove iniziare e come test Diciamo che il termometro non funziona. Per prima cosa, non trascurare mai l’ovvio. Il termostato è bloccato aperto? Supponendo che il motore si riscaldi correttamente, passare al processo diagnostico. Dopo aver controllato i fusibili, iniziare dall’unità di invio. La sequenza diagnostica è abbastanza semplice, ma richiede un assistente seduto in macchina. Scollegare il filo del sensore di temperatura dal sensore di temperatura, mettere a terra l’estremità a coccodrillo del vostro tester di circuito e chiedere all’assistente di accendere l’interruttore di accensione in posizione “on”. Il filo del sensore di temperatura dovrebbe essere “caldo” (l’elettricità che lo attraversa).

Toccare brevemente l’interno del terminale con l’estremità della sonda del tester; se il tester si accende, il circuito è buono, il che significa che non ci sono rotture di fili. Se lo si tiene premuto un po’ più a lungo, l’ago dovrebbe muoversi lentamente, indicando che il calibro è buono. Una volta che vedete il movimento dell’ago, fermate il test. Il filamento della lampadina del tester dovrebbe consentire un flusso di corrente sufficiente per muovere l’ago, ma non abbastanza da danneggiare il regolatore di tensione del gas durante brevi prove.

Se l’ago non si muove, testare il calibro mettendo a terra il terminale del filo con i fili di salto a coccodrillo. Mettere a terra il filo molto brevemente all’inizio. Poi, se necessario, metterlo a terra un po’ più a lungo. Tuttavia, usare cautela: La messa a terra diretta dei fili dell’unità di trasmissione per periodi prolungati può bruciare il circuito dell’indicatore e/o il regolatore di tensione del gasometro. Se l’indicatore funziona, l’unità di trasmissione è difettosa (molte auto di ultimo modello utilizzano indicatori di tipo magnetico che si spostano rapidamente nella loro posizione. Anche mettendo a terra brevemente a terra questi tipi di misuratori si danneggiano).

Se il circuito è freddo e il calibro non funziona, si tratta di un cattivo calibro o di un cattivo cablaggio tra il calibro e l’unità di invio. Consultare lo schema elettrico e cercare sotto il cruscotto i collegamenti allentati e i fili rotti. Se riuscite a vedere (e raggiungere) i terminali del misuratore di temperatura, testateli entrambi con il tester di circuito.

Con il tasto acceso, entrambi dovrebbero illuminare il tester quando lo si tocca brevemente. Se il lato Power In è caldo e il lato “verso l’unità di invio” è freddo, c’è una rottura interna nella continuità e il misuratore è difettoso. Se non si riesce ad arrivare ai terminali del misuratore, continuare a cercare problemi di cablaggio sotto il cruscotto, quindi spostarsi nel vano motore. Usare lo schema di cablaggio per determinare i terminali corretti e testare il filo dell’indicatore di temperatura al connettore del firewall. Se non si trovano problemi e il connettore prova a freddo, si può presumere che l’indicatore sia difettoso.

Se tutti e tre i misuratori saltano contemporaneamente al massimo per alcuni secondi e poi si assestano sulle loro letture originali, il problema è probabilmente il regolatore di tensione dello strumento (IVR). (Per aggiornare l’IVR alla moderna elettronica, si veda il numero di novembre 1992 di Mopar Muscle). Questi IVR separati dovrebbero essere attaccati all’indicatore del gas sulle auto con i gruppi di strumenti Rallye, e accanto al tachimetro sugli altri modelli. L’IVR ha una barra bimetallica riscaldata simile a quelle che si trovano negli indicatori. Mentre la barra si muove, forza una serie di punti aperti e chiusi per fornire un flusso costante di elettricità al misuratore. Gli strumenti lo vedono come una media di cinque volt, quello per cui sono stati progettati. Se i punti di contatto rimangono aperti troppo a lungo, si vedranno letture basse simultanee, e se rimangono chiusi troppo a lungo, si vedranno letture alte simultanee. Se il vostro regolatore è incorporato nel misuratore di gas, probabilmente dovrete farlo riparare da un professionista.

Il test dei manometri per gas e olio richiede la stessa tecnica, con due eccezioni. Se il manometro del gas funziona durante il test/la messa a terra del filo dell’unità di invio, assicurarsi di avere il gas prima di tirare l’unità di invio. Se un manometro per la pressione dell’olio funziona bene ma non si muove con il motore acceso, ci sono due modi per determinare se si tratta di un problema di pressione dell’olio o di una cattiva unità di invio. Il modo migliore, e più pulito, per testare la pressione dell’olio è quello di rimuovere l’unità di invio della pressione dell’olio e utilizzare un tester meccanico di pressione. Se non si ha accesso ad uno di questi, tirare l’unità di invio e far girare il motore da un assistente con il filo della bobina scollegato o far girare brevemente il motore. Se l’olio fuoriesce, la pressione è probabilmente buona e l’unità di trasmissione non è buona. Se trasuda solo, si ha un problema serio. Potete bypassare questo passaggio e inserire una nuova unità di invio, ma se non risolve il problema, tirate fuori i tovaglioli di carta.

Se avete un indicatore difettoso, tirate il cruscotto. Scollegare il cavo positivo della batteria e coprire il piantone dello sterzo con un asciugamano per proteggerlo da graffi. Un manuale d’officina mostra come scollegare e rimuovere tutto.

Fate un po’ di pulizia della casa ripristinando la faccia del pannello, gli aghi degli strumenti (abbiamo trovato una miscela 50/50 di arancione fluorescente e rosso fluorescente della vernice del modello Testors funziona bene), e sostituite tutte le lampadine, anche se funzionano. Procuratevi dei porta lampadine di plastica di ricambio presso il rivenditore o il negozio di ricambi locale. Prima di reinstallare la scheda del PC, graffiare leggermente qualsiasi posto che necessita di un buon collegamento (come le aperture delle lampadine e le aperture dei terminali del manometro) con carta vetrata da 600 grani. Quando tutto viene rimontato, graffiare i lati posteriori dei dadi per un buon collegamento. Seguite questi passi e dovreste essere in grado di intraprendere il vostro prossimo viaggio con piena fiducia nei vostri calibri. E potete lasciare la bomboletta del gas a casa.

Vedi tutte le 9 foto

Apparecchiature di test Le apparecchiature per i test elettrici possono essere intimidatorie, ma sono davvero molto facili da usare. In questa storia, descriviamo un modo di testare i misuratori con tre batterie e una lunghezza di filo. In questa serie, abbiamo anche fatto diversi riferimenti ad un filo di ponticello fuso.

Un filo di ponticello viene utilizzato per completare il circuito durante le prove. I fili tagliati a coccodrillo sono disponibili presso Radio Shack, così come i fusibili in linea. Abbiamo comprato un pacchetto di quattro ponticelli, lunghi 20 pollici, e abbiamo impiantato un fusibile in linea da 20 ampere nel filo rosso. Il costo era inferiore ai sette dollari.

Il miglior pezzo di apparecchiatura di prova elettrica è un multimetro. I tester di circuito di tipo ad impugnatura leggera e i tester meno costosi erano comuni perché, fino a poco tempo fa, un multimetro dedicato era costoso e non facilmente giustificabile per un appassionato del fine settimana. Tuttavia, i multimetri sono diventati così convenienti che non c’è motivo per non averne uno. L’unità Craftsman qui raffigurata è un’unità capace e costa 25-35 dollari. Ci sono modelli più costosi sul mercato, ma questo si adatta alle nostre esigenze. Abbiamo visto anche dei multimetri sotto i 15 dollari che sono anch’essi unità capaci – ma il caso difficile di questa unità Craftsman ci ha conquistato. Se non sai come usare un multimetro, Craftsman vende un buon libro per pochi dollari che ti insegna ad usarne uno, e Radio Shack ha un libro di prova elettrica di base.

Quando non funziona Quando qualcosa non funziona, la causa è di solito una delle sei cose; nessuna alimentazione, un accessorio (o una lampadina) non funzionante, nessuna messa a terra, un interruttore difettoso, un relè difettoso o un problema di cablaggio.

I seguenti sette passi, se seguiti in ordine, dovrebbero aiutarvi a risolvere quasi tutti i problemi elettrici della vostra auto:

1. Controllare la fonte di alimentazione. Il problema potrebbe essere una batteria difettosa o un fusibile bruciato. Non trascurare mai l’ovvio. Controllare entrambe le estremità del fusibile con un tester di circuito. Abbiamo visto dei fusibili che sembravano a posto, ma che avevano una rottura interna nella continuità. 2. Controllare l’accessorio (o la lampadina) stesso. 3. 3. Verificare la potenza dell’accessorio. 4. 5. Verificare il terreno. 5. 5. Test dell’interruttore (o degli interruttori). 6. 7. Test del relè (se applicabile). 7. Se 1-6 sono OK, è il momento di trascinare lo schema elettrico e iniziare a tracciare i fili.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20014mopp74828-pl.jpg

Lascia un commento