Dirt Late Model Stock Car Class -The Flows & Why’s Of Dirt Late Models

Se stai cercando una buona competizione in attrezzature veloci, questa può essere l’auto che fa per te

Vedi tutte le 1 fotoBill HolderwriterBob FairmanphotographerNov 1, 2000

Quando si parla di “sporcizia Stock Car” in questi giorni, vengono in mente certe percezioni: macchine malconce e sporche di fango che corrono su sentieri di bosco prima di piccole folle chiassose.

Ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità nel nuovo secolo; la classe Stock Car più sporca della classe Stock Car, le eleganti Dirt Late Models, hanno fatto passi da gigante nelle prestazioni. Il modello è ora uno dei più popolari tra tutti i tipi di Stock Car. Nell’ultimo decennio, la classe ha visto un’infusione di tecnologia e sponsor nazionali, ed è cresciuta in tutti gli Stati Uniti con un numero significativo di circuiti itineranti. Ma forse la cosa più importante è che la classe è finalmente arrivata sullo schermo televisivo nazionale con una serie di gare su Speedvision.

Ci sono diverse decine di organi sanzionatori che governano questo sport, e i giocatori di punta sono le organizzazioni Hav-A-Tampa (HAT), STARS, e UMP. Le regole di tutto lo sport sono abbastanza standard: Le squadre sono autorizzate a gareggiare con quasi tutte le organizzazioni dopo solo piccoli cambiamenti o nessuna.

I requisiti di peso delle auto sono i seguenti: STARS (e auto con cappello a blocco piccolo): 2.200 libbre; UMP: 2.300; e cappello a blocco grande: 2.400.

Una delle principali chiavi di volta per le prestazioni è rappresentata dalle centrali aftermarket avanzate ora disponibili. La maggior parte della serie utilizza benzina con rapporti di compressione nella categoria 14:1. La stragrande maggioranza (fino all’85%) è costituita da propulsori Chevy. I motori a carburatore (qui non c’è l’iniezione di carburante), totalmente aftermarket, sono in grado di produrre cavalli nella gamma 700-750.

Vengono utilizzati sia i motori a blocco piccolo (358 cid) che quelli grandi fino a circa 430 cid. In almeno un corpo sanzionatorio viene aggiunta una penalità di 200 libbre di peso per l’utilizzo di un mulino a blocchi grandi.

Tra i principali produttori di motori per queste macchine sporche vi sono Draime, Malcuit, Baker, Cornette, Custom, Hixson, K-Motion e Gaerte, tra gli altri. Anche se questo è stato a lungo dominio della Chevy, un numero sorprendente di motori Ford sta ora lasciando il segno sulla pista, e Cornette si è fatta un fornitore di primo piano. Inoltre, Ernie Elliott, della famosa famiglia Elliott della Winston Cup, ha costruito una serie di mulini FoMoCo per questa applicazione sporca.

Articolo molto interessante
Siracusa 2012

La posizione del motore è regolata da un massimo di quattro pollici dietro la candela n. 1. Molti piloti ritengono che i motori siano in grado di compiere 1.000-1.500 giri prima che sia necessario un grande strappo.

Le trasmissioni sono a due velocità, e quasi tutti usano il marchio Brim o Burt. I riadattamenti sono ora unità di cambio rapido in stile Sprint Car provenienti sia da Franklin che da Winters.

In questo momento c’è un’importante concorrenza per i clienti tra i produttori di telai. I telai sono circa l’80 per cento comuni tra i produttori, ma il restante 20 per cento che è stato modificato può fare la differenza nel mondo, e i corridori lo sanno. Questi telai ad alta tecnologia sono fabbricati in cromo molibdeno e forniscono una notevole protezione al guidatore in caso di un grave colpo. Tra i principali produttori di telai ci sono Warrier, MasterSbilt, Shaw, GRT, Rocket, Swartz e Rayburn.

Con tutta quella tecnologia che si nasconde all’interno, i corpi stessi sono sorprendentemente generici, con i loro lati verticali a lastra e i piani piani piani. Da tempo si discute di come rendere le auto più disponibili in magazzino per migliorare la riconoscibilità del marchio. Recentemente c’è stato un certo movimento in questa direzione, con l’uso di naselli in fibra di vetro che ora sono ampiamente utilizzati. I più vecchi, più aerodinamici, possono ancora essere usati, ma in molte organizzazioni vi costerà 50 libbre di piombo in più per portarne uno.

La parte posteriore dell’auto è completamente aperta, permettendo all’aria di fluire liberamente attraverso l’auto. La parte posteriore aperta fa parte di ciò che conferisce alla divisione Late Model il suo aspetto unico. La deportanza è garantita dallo spoiler del ponte posteriore (di solito un’altezza massima di otto pollici).

Un’auto nuova, top-gun Dirt Late Model, imposterà il corridore medio indietro di circa 55.000 dollari. La maggior parte del costo proviene dal propulsore, che è nella fascia 26.000-30.000 dollari. Il costruttore di Dirt Late Model C.J. Rayburn spiega, però, che un’auto entry-level può essere acquistata per soli 20.000 dollari. Una volta iniziato, il costo più grande ricorrente è quello di dover rinfrescare l’impianto di alimentazione a determinati intervalli di tempo per rimanere competitivi. La frequenza di questi aggiornamenti dipende, ovviamente, dal portafoglio del proprietario del team e da come l’autista tratta la macchina con delicatezza. Anche le gomme avranno una grossa ricaduta sul budget.

Articolo molto interessante
Andate all'Optima Ultimate Street Car Invitational - Road Trip!

Come ogni altra serie di corse, trovare l’assetto perfetto gioca un ruolo enorme nella velocità con cui questi razzi sporchi possono muoversi in pista. Le aziende produttrici di ammortizzatori e molleggiano costantemente nuovi prodotti per aiutare i piloti di Late Model a mantenere la gomma a terra. Dewayne Ragland di Bilstein Shocks dice che le squadre si stanno impegnando con idee come la ricerca di centri di rotolamento che di solito erano stati lasciati ai corridori di livello superiore, e stanno cominciando a capire l’importanza di trovare le giuste combinazioni shock/molla.

Gli ammortizzatori a bobina sono ora la strada da percorrere con queste auto, anche se non è ancora difficile trovare nuove auto che vengono srotolate con molle a balestra. I conducenti notano che le auto a bobina sono molto più facili da girare. Non c’è, tuttavia, molta scelta a disposizione dei conducenti quando si tratta di pneumatici, dal momento che molti dei principali enti sanzionatori richiedono una specifica marca di pneumatici.

La popolarità di questo stile di corse automobilistiche può essere misurata dal numero crescente di corse ad alto costo, evidenziata dall’annuale corsa The Dream a Eldora Speedway, che paga 100.000 dollari per vincere. E nell’ottobre 2000, sullo stesso circuito dell’Ohio occidentale, l’incredibile accadrà quando Eldora pagherà uno stupefacente milione di dollari al vincitore di una gara di Late Model! Questo non è un errore di stampa, e mostra certamente la natura competitiva e la popolarità di questi autotrasportatori a bassa pendenza.

Quindi, se sei un corridore alla ricerca della migliore competizione che puoi trovare nel fango, questo potrebbe essere il posto giusto per te.

Articolo molto interessante
Chad Adams' 1932 Ford Roadster del 1932 - 8° Goodguys Nashville Nationals Painless Wiring / STREET RODDER Top 100

Guidare il SognoLa gara di Dirt Late Model, la più remunerativa della nazione da diversi anni, è la gara The Dream, che si tiene ogni anno a giugno a Eldora (Ohio) Speedway. Il premio è di 100.000 dollari.

La settima versione della gara classica si è svolta quest’anno, e il veterano Freddy Smith ha vinto l’evento per la seconda volta. Fino a quel momento, c’erano stati sei vincitori diversi. Una sbalorditiva 157 dirt Late Models si è presentata alla gara, tutti in lizza per il grande giorno di paga.

La gara di quest’anno, insieme alla corsa per i 100 Mondiali di settembre, ha avuto un ulteriore scopo di prova per l’incredibile corsa di Eldora Million di ottobre. Esatto, un milione di dollari per vincere una gara sporca!

Una rapida passeggiata attraverso i box ha rivelato che quasi ogni pilota aveva una strategia diversa per rivendicare i 100 K che gli venivano offerti – e per prepararsi alla gara da un milione di dollari che segue. Darrell Lanigan, secondo classificato nella gara The Dream del ’98, dice di voler considerare l’evento come “solo un’altra gara”. Cerco di non mettermi sotto pressione”.

2000 Il vincitore del Dream Smith dice che il più grande ostacolo per vincere la corsa da un milione di dollari sarà la griglia di partenza delle 24 auto. “Penso che avrò imparato a conoscere il modo in cui la pista reagisce alle gare di The Dream e World 100. Puoi scommettere che faremo del nostro meglio”, spiega.

Davey Johnson guarda a The Dream anche come un modo per testare la corsa da un milione di dollari. “Penso che starò calmo, ma di sicuro non abbiamo mai visto una tale somma di denaro, questo è sicuro!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2000\11\ctrp-0011-01ps-dirt-stock-car-powerslide.jpg

Lascia un commento