Dodge Dart di Fred Kappus del 1967

Fred Kappus sta cercando di espandersi da solo, e il suo dardo del ’67 è una testimonianza del suo talento.

Vedi tutte e 4 le fotoJohn McGannwriterWes AllisonphotographerJan 1, 2011

Se fossimo nel settore del restauro di automobili nel nord del Wisconsin e Fred Kappus decidesse di aprire il suo negozio in fondo alla strada, avremmo seri motivi di preoccupazione. Dovremmo valutare se il nostro lavoro è all’altezza, altrimenti ci metterebbe rapidamente fuori gioco. Guardate questo dardo che ha costruito: è fantastico.

Dopo diversi anni di lavoro presso la Muscle Car Restorations a Chippewa Falls, Wisconsin, Fred e suo padre hanno iniziato a pianificare per Fred l’avvio di una propria attività di restauro. Per mostrare il suo talento, hanno deciso che avrebbe dovuto costruire un’auto che potesse usare come strumento promozionale e di marketing. Questa Dart è quella macchina. L’abbiamo vista ai ’10 Car Craft Summer Nationals a St. Paul e abbiamo capito subito che dovevamo pubblicare un articolo su di essa nella rivista. Dalla vernice Viper Red, liscia come il vetro, al rastrello assassino, al rastrello e alla posizione e al brutto suono del pennello sotto il cofano, quest’auto aveva fin troppa roba buona.

Fred ha passato poco più di due anni a lavorare su questa macchina nelle notti e nei fine settimana. In origine, era un veicolo per pendolari Slant Six marrone su marrone che nessuno avrebbe guardato due volte. Ora attira una folla ovunque vada. Anche se nell’introduzione abbiamo detto che Fred ha costruito quest’auto per mostrare la sua attività, non pensate neanche per un minuto che sia solo per fare soldi e non potrebbe fregarsene di meno delle auto. È un irriducibile Mopar. “Sì, colpevole”, ci dice. “Ero affascinato dalla Hemi Dart quando ero piccolo. Mi piaceva il concetto”. Anche se non poteva permettersi di costruire una Hemi Dart, quando ha messo insieme la sua Hemi Dart del ’67 aveva chiaramente nel mirino il concetto della grande potenza in un’auto leggera. “Ho preso quell’idea e l’ho perfezionata”, dice, riferendosi al suo desiderio di avere un’auto che potesse girare bene in curva oltre a generare una massiccia accelerazione in linea retta.

Articolo molto interessante
1973 AMC Javelin - Il Giocatore d'azzardo del Mango

Fred ha finito di costruire l’auto nel febbraio 2009 e ha aperto la sua attività, Fast Freddie’s Rod Shop, alla fine di settembre 2008. È felice di riferirci che, sebbene sia ancora un one-man show, la sua splendida Dart gli ha già fatto guadagnare un negozio pieno di affari, e potrebbe aver bisogno di assumere un secondo uomo per aiutarlo a tenere il passo. A giudicare dalla qualità del Dart, potrebbe aver bisogno di assumere un’intera troupe molto presto.

Note tecniche

Chi: Fred Kappus

Cosa: ’67 Dodge Dart

Dove: Chippewa Falls, Wisconsin. Assicuratevi di assaggiare una pinta o due di Big Butt Doppelbock di Leinenkugel mentre siete lì.

Vedi tutte e 4 le foto

Motore: A 400 è un blocco B- (piuttosto che RB) con un alesaggio di 4.340 pollici e, originariamente, una corsa di 3.38 pollici. Fred ci dice di aver scelto questa piattaforma perché i blocchi sono meno costosi degli RB, e l’altezza del ponte inferiore significa che può far sì che testate più grandi si adattino meglio all’interno dello stretto vano motore del suo corpo A. Alesato da 0,030 pollici e con una manovella Eagle da 4.250 pollici, questo potente motore da 503 pollici è stato lavorato, bilanciato e assemblato da Jeff Fiala alla Wheeler Dyno Service. Come la manovella, anche i pistoni e le aste sono dei falsi della Eagle. Lavorano in combinazione con una coppia di teste Edelbrock Performer RPM, e la combinazione produce un rapporto di compressione di 10,25:1. La camma è un bastone idraulico a punta piatta della Comp con specifiche di 231 gradi di durata e sollevamento di 0,480 pollici. I bilancieri a rulli Harland Sharp prendono un po’ di peso e di attrito dall’estremità superiore del valvetrain. L’aspirazione è un corrispondente Performer RPM, e inala attraverso un carburatore Holley 950 HP a doppio pompaggio. Le testate TTI che misurano 2 pollici alle primarie e 3,5 pollici ai collettori sono calzate tra le torri d’urto, e si svuotano a tubi intermedi da 3,5 pollici con un paio di ritagli di scarico elettrico Quick Time Performance. Questa combinazione va bene per un 555 cv a 5.300 giri al minuto e 650 libbre a 3.700. “Funziona a 91 ottani”, sottolinea felicemente Fred.

Articolo molto interessante
1952 Chevy Pickup - Fantasy '52 Came True

Trasmissione: Numeri di coppia così alti tendono a causare problemi di trasmissione, il che significa che si rompono. Quindi avreste bisogno di un trans robusto per resistere a questo potente propulsore. Fred ha saggiamente imbullonato un Tremec TKO-600 della Keisler con una frizione Sachs a disco singolo in mezzo. Keisler fa anche il freddo Pistol Grip Shifter che spunta attraverso il pavimento.

Riavviare: Un albero motore in acciaio, anch’esso realizzato da Keisler, si collega ad un assale posteriore 83/4 caricato con ingranaggi 3,55:1 su un differenziale Sure Grip.

Sospensione: Cercando di perdere un po’ di peso mentre si aggiungono le prestazioni, Fred ha lanciato il telaio K anteriore di serie in favore di un sottotelaio AlterKtion in acciaio tubolare della Reilly MotorSports. Quel kit viene fornito con i coilover VariShock, i mandrini Mustang II, i bracci di controllo tubolari superiori e inferiori, una cremagliera dello sterzo Flaming River e una barra ondulante da 11/16 pollici. Ha potenziato la sospensione posteriore con molle a balestra Split-Mono con barre CalTracs e ammortizzatori Competition Engineering. Per irrigidire il telaio, Fred ha installato dei connettori del sottotelaio che si legano al rollbar a quattro punti della vettura.

Freni: I freni in acciaio inossidabile sono su tutti e quattro gli angoli. Le pinze Tri-Power impugnano i rotori anteriori da 13 pollici e posteriori da 9 pollici.

Ruote/gomme: Ci piace la scelta di Fred delle ruote americane Torq Thrust americane verniciate di nero. Misurano 17×8 e 17×10,5 e rotolano con pneumatici 225/45R17 e 315/35R17 BFGoodrich G-Force T/A KD.

Articolo molto interessante
1970 Pontiac GTO - La fierté du quartier

Interno: I sedili a secchiello dall’aspetto figo sono della Summit Racing. Sono stati rivestiti in vinile nero da Auto Top Shop di Eau Claire, Wisconsin, e le imbracature G-Force tengono Fred saldamente legato in posizione. Da quel punto di vista, egli afferra un volante Grant Corsa e scruta un set di misuratori Auto Meter Ultra-Lite. Il cruscotto è di Rocky Mountain Dash, e Fred l’ha rifinito con un rivestimento in polvere nero rugoso. Ha anche aggiunto uno starter a pulsante, un impianto stereo Alpine e aria condizionata della Vintage Air per una fresca crociera estiva.

Dipingi/corpo: Appiccicoso per i dettagli, Fred ha lisciato il firewall e i parafanghi, pulendo qualsiasi cosa brutta che avrebbe distratto gli spettatori dallo stare a bocca aperta di fronte allo splendido motore. Ci è piaciuto molto il modo in cui ha fatto passare i tubi del riscaldatore e le linee dell’evaporatore dell’aria condizionata, facendoli passare ordinatamente attraverso il parafango interno e di nuovo nella scatola del riscaldatore, piuttosto che avere un lungo fascio di tubi che va verso il firewall. Il suo amico Tony O’Meara si è occupato della carrozzeria e ha spruzzato il killer PPG Viper Red. Ha anche fatto il cappuccio di raso usando la base nera Sikkens con un trasparente appiattito sulla parte superiore.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento