Domande e risposte con Marie-Eve Vallières: Vivere a metà strada tra Montreal e l’Europa

Come parte del nostro obiettivo di rendere la vita più facile ai viaggiatori in autobus, ci teniamo in contatto con i viaggiatori che hanno avuto esperienze di prima mano in giro per il mondo. L’ultima volta abbiamo presentato Fiona Flores Watson di Scribbler in Seville . Oggi, siamo felici di presentare Marie-Eve Valli è res da all’Europa e oltre.

Marie-Eve Vallières

Marie-Eve Vallières ha trascorso una notevole quantità di tempo ad esplorare i pro e i contro dell’Europa e a documentarli nel suo blog (tanto che recentemente ha condiviso con noi i suoi consigli da insider sulla Spagna!) Oggi, si destreggia tra i viaggi, i blog e la sua carriera di freelance. È anche un’appassionata di Montreal, come noi qui a Sapsbus! Abbiamo incontrato Marie-Eve per fare due chiacchiere tra i suoi emozionanti viaggi.

1. Sei originario di Montreal, hai vissuto in Europa per un po’ di tempo e viaggi ancora in giro per il mondo. 2. Dove sei ora e dove sei diretto dopo? Sono a Montreal in questo momento. In autunno ho fatto due viaggi per la stampa: Sono appena stato nel Regno Unito (Glasgow e Londra) a settembre, e visiterò anche Cuba per la prima volta a dicembre!

Chefchaouen

2. Oltre al blog di viaggio, lei lavora nel campo della traduzione, della fotografia e scrive per diverse pubblicazioni di viaggio. Quali sono i consigli per chi vuole intraprendere una carriera simile? Dato che il blogging in sé non paga le bollette, devo indossare molti cappelli per avere un tetto sulla testa e cibo in frigo. Faccio un po’ di traduzioni, un sacco di copywriting, e vendo un po’ di pubblicità sui miei siti. Il mio consiglio migliore sarebbe quello di rimanere flessibile; essere brava in una sola cosa semplicemente non è sufficiente nell’ambito del blogging. Devi essere lo scrittore, l’editore, il direttore marketing, il contabile e il contatto per le pubbliche relazioni – ma se il carico di lavoro non ti spaventa, è il miglior lavoro che potrai mai avere, indipendentemente dall’argomento di cui scrivi!

3. Come detto, sei anche tu un orgoglioso montrealista! Qual è la prima cosa che fai quando torni a casa e cosa ti manca di più della nostra città mentre sei via? So che sembra incredibilmente sdolcinato, ma mi manca davvero la poutine! La Banquise è una delle mie prime tappe. Non mi perdo mai l’occasione di andare a Instagram su ognuna delle scale e delle case colorate del Plateau Mont-Royal. Ogni volta che sono a Montreal, ogni volta che mi trovo a Montreal, mi piace visitare un nuovo ristorante.

Reykjavik

4. Trasferirsi in un’altra città può essere spaventoso! Quali sono i consigli per chi sta per fare un grande passo? Poche cose saranno simili a come sono a casa loro, e non ha senso viaggiare dall’altra parte del mondo per lamentarsi del fatto che le cose sono diverse. Non criticate apertamente, adattatevi e prosperate.

5. Lei passa molto tempo a visitare l’Europa. Quali città europee sono le tue preferite e hai già usato l’autobus per spostarti? Non ho usato molto l’autobus in Europa, ma ricordo un fantastico viaggio nella campagna norvegese sulla strada per Göteborg, in Svezia. Era la metà di ottobre e il fogliame era nel suo stato più luminoso – era uno spettacolo meraviglioso da vedere. La Scandinavia rimane ancora uno dei miei posti preferiti in Europa, insieme all’Andalusia, la Valle della Loira e la campagna olandese.

Amsterdam

6. A Sapsbus, la nostra missione è quella di rendere le informazioni di viaggio in autobus facili da trovare, in modo che i viaggiatori possano prendere decisioni di viaggio migliori. Cosa ne pensa di questa missione e pensa che questo tipo di servizio potrebbe essere utile alla comunità dei viaggiatori? Non credo proprio che ci siano abbastanza modi per incoraggiare le persone a viaggiare! Ogni nuova iniziativa che mira a rendere più facile il viaggio per tutti ne vale la pena nel mio libro. I viaggi in autobus offrono una bella alternativa a chi non è un grande appassionato di volo o a chi non può permettersi di viaggiare in treno ad alta velocità, per esempio. Una prova in più che chiunque può viaggiare!

7. Infine, avete una storia memorabile da condividere con i nostri lettori? Ho preso l’autobus da Nizza a Monaco, un viaggio notoriamente splendido lungo le acque turchesi del Mediterraneo che costa solo 1 euro. È letteralmente il mio ricordo preferito di quel viaggio, ed è stato anche il più economico! Ricorderò sempre i magnifici panorami, pieni di porticcioli, case a scogliera e bouganville ovunque.

Deserto del Sahara

Grazie, Marie-Eve!

Puoi seguire Marie-Eve le avventure del suo blog, In Europa e oltre così come su Facebook & Twitter .

.

Foto di Marie-Eve Vallières

Lascia un commento