Dove tutto è cominciato – 426 Hemi

50 anni di 426

Vedi tutte le 1 fotoDavid FreiburgerwriterDick DayphotographerApr 8, 2014

Mentre questo numero va in vendita, la 426 Hemi ha più di 50 anni, se si conta il suo compleanno come domenica 23 febbraio 1964, quando Richard Petty, Jimmy Pardue e Paul Goldsmith hanno spazzato la Daytona 500 con il motore che ha fatto il suo debutto all’evento. Come vuole la leggenda, i blocchi motore Hemi erano ancora caldi dopo essere stati fusi quando furono avvitati nelle auto. Naturalmente sappiamo che 426 blocchi Hemi basati sul motore a cuneo big-block già in uso dal 1958 – erano in fase di sviluppo alla fine del 1963, ma quell’evento di Daytona e le prime 426 auto da corsa Hemi con motore Hemi del 1964 giustificano il 2014 come il cinquantesimo anniversario.

Mentre l’Elephant non sarebbe stato venduto in auto destinate alla strada fino al 1966, la macchina promozionale Chrysler che circonda il motore iniziò prima ancora che Petty entrasse nel circolo dei vincitori e continuasse con vittorie di stock-body drag-racing (anche se il motore non avrebbe preso piede per Top Fuel per diversi anni). Nel 1965, sotto l’orologio di Chrysler, nacque la più geniale macchina di marketing dragstrip di tutti i tempi: il pick-up Little Red Wagon A100 Dodge, alimentato da un 426 a poppa della cabina. Diventò il primo carrozzino e viene spesso accreditato in questo modo, e Bill “Maverick” Golden è conosciuto come il guidatore a lungo termine. Ma raramente il merito ricade sul contributo della Hemi alla nascita delle gare di accelerazione da esposizione.

Articolo molto interessante
Nota dell'editore - Qui, Kitty Kitty

Quasi subito dopo il Wagon c’è stato un altro carro con un’attenzione particolare per Hemi: l’Hurst Hemi Under Glass, un concetto attribuito a Ray Brock della HOT ROD in associazione con George Hurst. La vettura, costruita a Hurst e guidata da Bill Shrewsberry e Bob Riggle, era una Plymouth Barracuda del 1965 con il motore mostruoso di Mopar in mostra sotto il lunotto posteriore della A-body’s fishbowl. Quel vetro è stato rimosso in questo scatto, e le cinghie delle cinture di sicurezza che lo tenevano abbassato sono visibili sul tetto. Questa foto è stata scattata al New York Auto Show nell’aprile del 1965 da Dick Day of Car Craft, che quasi contemporaneamente aveva una storia di copertina sul motore Hemi dragster Hemi a gas soffiato da 800 CV di Tony Nancy e una storia sul motore posteriore Hemi-Cuda (il primo uso di quel termine) guidato da Tom McEwen e sponsorizzato dalla Southern California Plymouth Dealers. Goose ha fatto volare quell’auto e l’ha distrutta ai Lions; non voleva essere un’auto da passeggio, ma è finita con tutte e quattro le gomme a terra in un brutto modo.

La Hemi Under Glass ha avuto una lunga carriera, con Riggle che ha trasformato il 1965 in un modello del 1966, e poi ne ha costruito uno nuovo per il 1968 (nel più recente stile di carrozzeria introdotto nel 1967). La Hemi Under Glass ha avuto una pausa dalla metà degli anni Settanta fino ai primi anni Novanta, quando Riggle ha ricreato l’auto e l’ha portata in campagna elettorale fino al 2009.

Articolo molto interessante
La lotteria "Get The Big Picture" di Boschs

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\04\426-hemi-1965-new-york-auto-show.jpg

Lascia un commento