Eclissi: Profilo di un Hot Rod

Ray Farhner fashioned the Eclipse, which was based on a 1932 Ford roadster pickup. See more hot rod pictures. Ray Farhner ha modellato l’Eclipse, che è stato basato su un pickup Ford roadster del 1932. Vedi altre immagini hot rod.

L’asta personalizzata Eclipse è nata grazie a Ray Farhner che, alla fine degli anni ’50, era un proprietario di un negozio personalizzato del Midwest che cercava di fare colpo. Decise che il modo migliore per dimostrare quello che il suo negozio poteva fare era quello di costruire un veicolo da esposizione selvaggia che si trovasse a cavallo tra la custom e l’hot rod.

Galleria di immagini Hot Rod

Farhner arruolò il giovane Doug Thompson per progettare e aiutare a costruire un elaborato veicolo da esposizione basato su un pickup Ford roadster del 1932. Lavorando nel negozio Farhner’s Independence, Missouri, la coppia ha investito circa 4500 ore uomo e 4400 dollari in un pickup unico che ha fatto guadagnare a Ray Farhner Kustoms il riconoscimento come uno dei migliori negozi personalizzati del paese.

Per abbassare il pickup, Ray ha incanalato il corpo di sei pollici sopra il telaio, ha invertito la molla anteriore e ha installato un assale anteriore a caduta da tre pollici. Un taglio superiore di quattro pollici ha aiutato visivamente e letteralmente ad abbassare ulteriormente il camion.

The Eclipse's unique grille includes a Ford grille mesh and Cadillac teeth.” ” La griglia unica di Eclipse comprende una griglia Ford e denti Cadillac.

Praticamente nessun pannello del corpo dell’Eclipse è stato lasciato invariato. L’area della griglia è stata completamente realizzata per ospitare i fari Lucas quad canted e una griglia in rete Ford del 1958 e denti Cadillac del ’58. Ray e Doug hanno sistemato le capsule dei fari su entrambi i lati della griglia e le hanno rivestite con i pannelli del cofano.

Articolo molto interessante
1967 Shelby GT 500

Hanno anche modellato il guscio della griglia, il cofano, i parafanghi anteriori e le tavole da corsa; hanno tagliato una nuova apertura del cofano e lisciato le feritoie. Le barre nerf a forma di L fatte a mano e i doppi faretti hanno completato lo stile del frontale.

I progetti originali di Doug prevedevano un letto a forma di scatola, ma Ray ha usato un paio di pannelli posteriori di Chevy del 1959 modificati come fianchi del letto per un look più scolpito. Il duo ha modellato un paio di parafanghi modello A del 1929 (rivolti all’indietro) nei quartieri Chevy, e ha incorporato una padella arrotolata con una targa interna.

La fascia posteriore è stata riempita con i denti della griglia della Cadillac del 1958 e i fanali posteriori della Caddy del 1959, e nella padella sono stati inseriti dei paraurti avvolgenti. Nella parte superiore del letto, Doug e Ray innestarono in tubi di scarico per ospitare due antenne gemelle, e sotto di esse fecero scorrere i tubi di scarico realizzati con alberi motore Ford modello A.

Il pavimento del letto è stato realizzato in mogano filippino, e Ray l’ha rifinito con una copertura tonneau.

Art West of Kansas City ha cucito la tappezzeria bianca di Naugahyde, aggiungendo bottoni e moquette blu. L’imbottitura si estendeva oltre i sedili a secchiello personalizzati fino al cruscotto imbottito, alle imbottiture dei gradini imbottite sulle pedane, e persino al letto e al vano motore. West ha anche rivestito la parte superiore personalizzata, che presentava sbalzi di quattro pollici davanti e dietro.

Articolo molto interessante
1965-1967 Buick Skylark Gran Sport

The upholstery of the Eclipse was done by Art West, who used white Naugahyde and blue buttons and carpeting.La tappezzeria dell’Eclipse è stata realizzata da Art West, che ha usato bottoni bianchi di Naugahyde e blu e moquette.

Sotto cofano, Ray ha installato una Cadillac V-8 Cadillac V-8 del 1953 alesata da 1/8 di pollice e dotata di una camma Isky, pistoni Jahns, collettore Edelbrock, triplo Stromberg 97 carbs, e una trasmissione Ford del 1939 con ingranaggi Lincoln Zephyr.

Un set di ruote a filo Chrysler del 1956 e 22 strati di lacca di Perla Moonglow, di colore azzurro, completavano l’esterno.

Ray ha soprannominato il pickup hot rod The Blue Angel e ha gareggiato al NHRA show del 1960 a Detroit, dove ha battuto l’Ala Kart per il meglio dello spettacolo. Ray ha persino portato il pickup a Oakland per gareggiare al Grand National Roadster Show del 1960.

Nel giro di un paio d’anni, Ray aveva cambiato la vernice in una tonalità più scura di blu e il nome in Eclipse. All’incirca in questo periodo, Ray iniziò la sua serie di spettacoli, e l’Eclipse divenne un’abitudine frequente negli spettacoli di Farhner.

Alla fine, l’Eclipse è stato relegato in un magazzino fino a quando il collezionista su misura Jack Walker l’ha acquistato da Ray nel 1979. Ray vendette il pickup hot rod con la clausola che Jack lo avrebbe fatto restaurare da Doug Thompson e avrebbe lasciato che Ray lo usasse di nuovo nel suo circuito di show. Jack accettò, e Doug si mise al lavoro sul pickup che aveva contribuito a creare anni prima.

Articolo molto interessante
1957-1980 Lotus Seven

The Eclipse's modified 1959 Chevy rear quarter panels give the custom hot rod a sculpted look.I pannelli della Chevrolet posteriore modificata del 1959 di Eclipse conferiscono all’hot rod personalizzato un aspetto scolpito. Publications International, Ltd.

Doug ha fatto alcuni cambiamenti lungo la strada. Ha rimosso i tappetini e la copertura tonneau, ha realizzato una scatola di noce per l’interno del letto e ha tagliato un pavimento in plexiglas che consentisse la vista della parte posteriore.

Ha anche aggiornato il camion con componenti moderni, tra cui una Ford 302-cid V-8, una sospensione posteriore indipendente Jaguar, un assale anteriore Super Bell e freni a disco.

Jack ha affittato l’Eclipse a Farhner per due anni, poi l’ha portata a fare il suo lungo tour che comprendeva un viaggio in Europa e sei anni al National Rod &amp di Darryl Starbird; Custom Car Hall of Fame Museum di Afton, Oklahoma.

Il pickup è stato restaurato a metà degli anni ’90, e Jack l’ha venduto a Mark Moriarity di Mound, Minnesota, nel 2005, poche settimane dopo la morte di Ray Farhner.

Per saperne di più sulle auto personalizzate e le hot rod, vedi:

  • Storia delle Hot Rods
  • Profili auto personalizzati
  • Profili ad asta calda

Lascia un commento