Editoriale in primo piano – Grandi cambiamenti in vista

Grandi cambiamenti in anticipo

Kevin LeewriterAug 1, 2009

L’unica cosa che tutti sappiamo è che raramente le cose restano uguali a lungo. Proprio quando iniziamo a sentirci a nostro agio e in una routine, la vita ha un modo di scuotere le cose per mantenere tutto interessante. Prima di iniziare a saltare alle conclusioni (so che questo suona come un altro editoriale “Sto andando da qualche altra parte”) non vado da nessuna parte, almeno non che io sappia ancora. Rimango proprio qui dove voglio essere e spero di essere ricercato.

Parlo invece di due delle cose più gioiose ma anche più spaventose che si possono portare a un genitore. E nel mio caso le ho raddoppiate. Quando questo numero arriverà sul “stand il mio figlio maggiore, il mio figlio quindicenne, inizierà l’addestramento alla guida e la mia figlia più piccola, la mia neonata, avrà circa due settimane di vita. Ragazzo, parliamo di essere colpiti da entrambe le parti!

Mi piace dire che sono pronto per entrambe le cose, ma ad essere onesti il tempo dirà come me la cavo. Immagino che siccome io ho alzato abbastanza bene il primo e lui è riuscito a tenere il naso abbastanza pulito, il secondo non avrà molte sorprese. Mi piace pensare a un sacco di pensieri felici. A questo punto il piccolo mi preoccupa meno. Sicuramente cambierà il mio programma, la mia routine e la mia vita, ma so che starà bene e che sta a noi prenderci cura di lei. Lasciare mio figlio libero, invece, per iniziare a prendersi cura di se stesso mi spaventa.

Ricordo ancora di essere un sedicenne con la mia nuova patente e le chiavi della F-100 Custom Cab del ’56 di mio padre con un 390 e una tre posti sull’albero. Tanta coppia e poco peso rispetto ai G-60 troppo duri. Ho resistito alla tentazione di fare qualcosa di veramente stupido e non ho mai avuto un parafango piegato o strappato qualcosa (molto). Ora mi sento di voler fare il vecchio discorso “ai miei tempi le cose erano diverse”. Ma credo che lo fossero davvero, no?

Il pensiero di lasciarlo libero in auto da solo in un anno mi terrorizza e non è solo la sua capacità di guida che mi preoccupa. È lo stesso pensiero che ho avuto quando ho guidato una moto: Potrei essere il più sicuro possibile, ma se l’altro ragazzo fa qualcosa di stupido non ho alcun controllo.

Ai miei tempi (ecco che vado) le uniche cose di cui mi dovevo preoccupare durante la guida erano il cambio della cassetta e l’occasionale Big Gulp. Al giorno d’oggi sono i cellulari, gli sms, il GPS e, prima o poi, la navigazione in Internet. Non sono contrario a queste cose; sono noto per farne alcune anche a me. Ma so anche che la mente adolescenziale ne ha abbastanza e aggiungere la navigazione di un veicolo di due tonnellate alla lista può diventare interessante molto velocemente.

Sono cresciuto in una famiglia che viveva intorno alle auto distrutte. Mio nonno aveva un’attività di traino, mio padre scriveva le stime delle assicurazioni e mio zio le riparava. Ho passato molto tempo a girovagare per il piazzale del traino di mio nonno guardando le auto distrutte con i parabrezza sfasciati (la maggior parte sfasciati dall’interno verso l’esterno) e forse, grazie all’osmosi, ho acquisito una sana comprensione dei danni che si potevano fare non dando alle auto il rispetto che meritavano.

La patente di guida è solo una parte di essa. Sta già facendo un inventario dei progetti incompiuti e sta cercando di rivendicare qualcosa. Questo è sicuramente meglio di lui che strappare le pagine di Motor Trend e chiedere l’ultimo 123Xi-L. Se riesce a prendere qualcosa che è consumato e a rimetterlo in strada, se ne prenderà cura meglio. Non è mai stato uno che si è divertito ad andare ai saloni dell’auto con me, almeno non allo spettacolo in sé; si è goduto il viaggio sia che si trattasse di 30 minuti che di 8 giorni. Almeno ha imparato che molto da me ha imparato: le auto vecchie sono divertenti e dovrebbero essere guidate.

Per quanto riguarda la piccola, non l’ho ancora conosciuta, ma per quanto mia moglie cercherà di farne una piccola principessa, sono deciso a darle un po’ di tempo in garage e a mostrarle come sistemare alcune cose. Non sono sicuro di come funzioneranno le hot rod quando sarà abbastanza grande per guidare, ma sono sicuro che ci giocheremo ancora.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento