Elementi essenziali del collettore

Fatti a livello del suolo su carburante e aria

Vedi tutte le 10 fotoTom MadiganphotographerTom DuferphotographerSep 12, 2005

Sfogliate le pagine di un numero attuale delle più popolari riviste per appassionati di automobilismo e i vostri occhi probabilmente distorceranno il flash e il pop delle meraviglie tecniche esposte. Le immagini generate dal computer abbagliano i sensi, le promesse di potenza raggiungono vette mai viste prima. Ma aspettate, e i fondamenti delle basi del motore? La realtà, a quanto pare, è oscurata da un composito di foto deliranti e di giovani donne in bikini.

Questo non per suggerire che la tecnologia, l’offerta di innovazioni elettroniche, o l’uso di computer e siti di informazione on-line sia una cosa negativa; questo è il pensiero progressista. L’industria delle prestazioni automobilistiche è sempre stata nutrita dall’evoluzione e noi plaudiamo ad ogni nuova scoperta, ma non tutti i possessori di un’asta da strada sono sostenitori della stregoneria tecnica per il loro uso personale. Al contrario, in molti casi il proprietario di un’auto da strada ama l’idea dell’alta tecnologia di oggi, ma in realtà vuole semplicemente una macchina che funzioni senza problemi e che sia affidabile e che possa essere guidata durante le corse con le aste, nei picnic, da e per gli spettacoli, il tutto senza preoccuparsi di un malfunzionamento che richieda l’intervento di un tecnico in camice bianco. Per molti versi, il proprietario di un’asta da strada di oggi è una personalità retrò.

Vedi tutte le 10 foto

Mettete la semplice funzione nella stessa colonna con il fai-da-te e otterrete una chiara descrizione della maggior parte dei proprietari di aste da strada. Metà del divertimento di possedere una hot rod è appendere fuori nel vostro garage, panchina da corsa con gli amici e fare progetti che offrono gratificazione personale. Come parte di questo processo, l’installazione di parti e pezzi aftermarket gioca un ruolo significativo come attività popolare. Facendo un passo avanti, sveliamo lo scopo di questa storia. Nella categoria dei ricambi aftermarket l’installazione di un collettore di ricambio sembra essere in cima alla lista delle cose da fare di tutti. Le ragioni variano dal miglioramento delle capacità di un motore originale alla costruzione di un nuovo motore ad alte prestazioni. In ogni caso, l’installazione di un collettore è facilmente alla portata di qualsiasi proprietario di un’asta da strada che voglia passare il tempo. Ci sono solo due impedimenti che vengono in mente una volta che un progetto di collettore viene deciso come progetto; come fare il lavoro correttamente e scegliere il giusto collettore per l’applicazione. La spinta di questa storia è quella di raggiungere questi obiettivi primari senza problemi e con risultati professionali.

Il nostro primo obiettivo sarebbe quello di stabilire i punti chiave di cui essere consapevoli quando si indagano i fondamenti di base nella scelta di un collettore per un’applicazione stradale. Niente di stravagante, o complicato nella scelta; buone prestazioni e affidabilità sono gli unici prerequisiti.

Vedi tutte le 10 foto

In seguito, abbiamo voluto chiarire i metodi migliori per l’installazione facilmente eseguita dall’appassionato. La ricerca delle risposte non ha richiesto molto tempo. Quale posto migliore per ottenere le informazioni che ci servivano se non un’icona del settore delle prestazioni, un’azienda che da oltre 60 anni progetta e produce collettori, la Edelbrock Corporation. Come è tradizione fin dal 1948, la porta della sala da pranzo è stata spalancata per consentire a uno scrittore di riviste di passare il tempo a raccogliere informazioni per i lettori. L’idea era quella di parlare con la troupe, ottenere una storia diretta sulla scelta del giusto collettore e su come fare il lavoro di installazione correttamente. Non si tratta di scienza missilistica, ci è stato detto, solo una questione di buon senso, di conoscenze di base, di pochi strumenti e di notevole pazienza. Curt Hooker, costruttore di motori, pilota, impiegato di lunga data e custode dei segreti della sala da pranzo si è offerto di rispondere alle nostre domande. Al primo posto nella nostra lista di richieste, qual è lo scopo di un collettore e quale tipo è più adatto per l’applicazione media delle aste da strada?

Nella sua accezione più semplice, un collettore è un dispositivo costituito da una serie definita di passaggi, che distribuiscono una miscela di carburante e aria dall’esterno all’interno dei cilindri. E, senza entrare in progetti esotici e/o personalizzati, ci sono due stili di base del design dei collettori, rivolti agli appassionati delle aste da strada. I due tipi sono un design a uno e uno a due piani. Senza ricorrere a una complicata iperbole ingegneristica, la spiegazione di un collettore a singolo piano è quella di una stanza gigante (la camera di raccordo) con otto porte (le valvole). Quest’area comune (stanza) è riempita di carburante e aria, quando una valvola o una porta del cilindro si apre, l’aria e la miscela di carburante si precipitano attraverso un canale. In un collettore a due piani il (plenum) o la stanza è divisa in due camere situate a diverse altezze o pianure. Ci sono molti vantaggi in un collettore a doppio piano, incluso il fatto che la carica di aria/carburante può alternarsi tra le due camere durante l’ordine di accensione.

Articolo molto interessante
Servosterzo perfetto - Punto di pressione

Vedi tutte le 10 foto

Questo progetto è indicato come un collettore a 180 gradi; con quattro cilindri che sparano da una camera e quattro da un’altra. Edelbrock ha portato il design a doppio piano un passo avanti con il suo nuovissimo sistema Air-Gap. Questo sistema è caratterizzato da uno spazio all’aperto che separa i corridori dall’olio motore caldo nella porzione di valle del blocco, con il risultato di una carica più fredda e densa. Il design del collettore Air-Gap è disponibile per Chevy a blocco piccolo, Chevy a blocco grande, Chrysler 340/360 e motori Magnum da 5,2L e 5,9L e Ford a blocco piccolo e grande. Anche in questo caso, il componente sottostante è l’uso del veicolo. Il proprietario medio di un’asta stradale usa il suo veicolo per le gite del fine settimana, le corse con l’asta, la guida da e per vari spettacoli, alcuni viaggi a lunga distanza e un mix di situazioni di traffico in autostrada e in città. Gli ingredienti chiave necessari per soddisfare queste esigenze sarebbero l’affidabilità, la semplicità d’uso e la guidabilità totale. La scelta travolgente suggerita dall’equipaggio della sala da pranzo Edelbrock è stata quella di un collettore a doppio piano, per le sue caratteristiche intrinseche di eccellente risposta dell’acceleratore, coppia adeguata, buona potenza ai bassi e medi regimi e, quando si utilizza un unico carburatore a quattro carburatori, affidabile. A questo punto della storia dobbiamo tornare all’inizio e ricordare al lettore, che quando si inizia a pianificare inizialmente il motore da utilizzare in un’asta da strada, fissare obiettivi realistici, scegliere una combinazione di collettore e sistema di alimentazione che renda la guida facile, divertente e a bassa manutenzione, fornendo al contempo buone prestazioni e affidabilità. C’è una pletora di scelte da fare se si decide di utilizzare un collettore in stile dual-plain, e per illustrare il punto, abbiamo usato la linea di prodotti Edelbrock come esempi.

A partire dal fondo della catena alimentare, la serie di collettori Edelbrock della Performer è caratterizzata da un design a doppio piano e a bassa altezza. La serie Performer è legale in 50 stati. Il Performer offre la sua migliore gamma di potenza dal minimo a 5.500 giri/min.

Vedi tutte le 10 foto

Un passo avanti sarebbe il Performer RPM, con un design ad alto numero di giri, che fornisce la sua migliore potenza da 1.500 a 6.500 giri al minuto. E, come detto, il design più recente, disponibile sia nella serie Performer che nella serie Performer RPM, è il collettore Air-Gap. Va anche menzionato che Edelbrock ha appena introdotto una coppia di collettori Performer RPM per il motore LS-1, 1998 e successivi, che viene fornito nella Camaro e Firebird e nella serie LM 1998 e successivi (4.8L, 5.3L e 6.0L) che si trovano nella serie di pick-up GM. Questi motori sono popolari scambi di motori per le applicazioni con le aste da strada. Un vantaggio molto distinto di questo nuovo collettore è il fatto che si tratta di un assemblaggio che include una scatola di controllo della temporizzazione MSD, in modo che tutti i sensori OEM possano essere collegati. E, utilizzando la scatola MSD, la scatola di controllo della fabbrica può essere messa da parte, rendendo questo uno scambio molto facile. In termini semplici, il collettore include un kit che converte un motore EFI in un motore a carburatore sostituendo il sensore di mappatura di fabbrica con l’unità MSD.

Durante la nostra conversazione su semplici e molteplici combinazioni, la questione di EFI non poteva essere esclusa. Edelbrock offre una linea di collettori di iniezione del carburante Performer per sostituire le unità a magazzino e offre un sistema EFI concorrente per il collettore Performer e il collettore RPM Performer chiamato sistema Pro-Flo Multi-Point EFI. L’unico commento sull’utilizzo di EFI per un’applicazione ad asta stradale è il costo. Più il sistema è coinvolto, più soldi sono necessari per il progetto.

Vedi tutte le 10 foto

Finché siamo in tema di costi, sorge spontanea la domanda: cosa succede se non si è soddisfatti di una semplice combinazione semplice e di basso profilo collettore/carburatore? Naturalmente, a ogni rod rod rod run, o roadster show, ci sono sempre alcune configurazioni di motori esotici che ricevono una gran parte di commenti come “Oh cavolo, ma guarda un po’! È giusto che consideriamo questo approccio alle prestazioni delle aste da strada. Secondo i ragazzi di Edelbrock, offrono quello che il catalogo chiama il loro Dual Quad, un collettore progettato per offrire il massimo delle prestazioni tra i 3.500 e i 7.500 giri/min. Va notato che, sebbene il Dual Quad, con due carburatori a quattro carburatori, offra l’immagine di un motore mostruoso, è difficile da regolare, e manca di prestazioni fluide sulla strada a basso numero di giri. Molti proprietari di aste stradali, che scelgono l’aspetto del mostro, compensano i problemi utilizzando una configurazione a leveraggi progressivi che permette al motore di navigare a bassa velocità utilizzando solo il carburatore posteriore e innestando l’unità anteriore solo con la posizione dell’acceleratore al massimo. Con questo metodo, si può avere il look senza alcuni negativi. Edelbrock offre anche una configurazione retro-look utilizzando tre carburatori a due barilotti sul suo collettore “three deuce” progettato per motori da ’55-86, 262-400 pollici cubici.

Articolo molto interessante
Motore Pontiac 400

Questo particolare collettore porta una storia che risale al 1955, quando la prima versione fu introdotta da Vic Edelbrock Sr., dando inizio alla rivoluzione della Chevy a piccoli blocchi. Oggi, come in passato, i carburatori sono attivati con leveraggio progressivo, consentendo prestazioni a bassa velocità utilizzando solo il carburatore centrale. (Nota: il collettore a tre derivazioni non è fornito con i carburatori come parte del pacchetto).

Vedi tutte le 10 foto

Finora, abbiamo speso molto impegno per la versione small-block delle prestazioni delle aste da strada, quindi che dire del big-block? Le stesse risposte possono essere correlate alla maggior parte delle applicazioni big-block, i collettori Performer, Performer RPM e Air-Gap sono disponibili nella maggior parte delle configurazioni big-block più popolari, e riempiranno lo stesso ordine di perimetri di prestazioni che si trovano nelle versioni small-block.prima di continuare, ci sono diverse precauzioni e informazioni degne di nota per quanto riguarda la scelta di un collettore e la relazione di tale scelta ad un concetto totale.

Va notato che la Chevrolet small-block ha due tipi di design molto distinti di manifold design. I primi modelli sono caratterizzati da un collettore a sei bulloni per lato e la versione Vortec, 1996 e successive, presenta un design a quattro bulloni per lato. Il numero di bulloni utilizzati per fissare il collettore non è l’unica differenza. I primi modelli con collettori a sei bulloni per lato hanno i bulloni che entrano in un angolo e nella versione Vortec i bulloni entrano direttamente verso il basso con un effetto di bloccaggio. I due modelli hanno letture di coppia diverse per la sequenza di serraggio dei bulloni. Prestare attenzione durante l’installazione dei bulloni del collettore per evitare danni. Sotto il titolo di informazioni interessanti, abbiamo scoperto che i carburatori Edelbrock Thunder Series, specialmente la versione 650-cfm (in versione manuale o elettrica), sono stati etichettati come la scelta migliore per il motore ad aste stradali di base fino a 400 cv se usati in combinazione con un collettore Performer. Si è concluso, con un voto unanime, che il proprietario medio di street rod, non volendo altro che poter guidare da e per gli eventi, andare in crociera senza preoccupazioni e in generale usare la propria hot rod per divertimento dovrebbe considerare la seguente formula: Un motore con una curva di potenza dal minimo a 5.500 giri al minuto, l’uso di un collettore a doppio gioco per ottenere buone caratteristiche di coppia, risposta dell’acceleratore e potenza ai medi regimi accoppiato a un carburatore a quattro barilotti facile da regolare e dalle prestazioni affidabili. Non tutti saranno d’accordo, ma è un buon punto di partenza.

Vedi tutte le 10 foto

Nella lista delle precauzioni, ce n’è una che fa eco agli ingegneri della Edelbrock e all’equipaggio della sala da pranzo. Prima di scegliere una combinazione di sistemi di alimentazione a collettore, prendetevi il tempo di considerare il quadro complessivo. Il pacchetto totale del motore dovrebbe essere esplorato prima di prendere decisioni definitive. È molto importante che le parti interne del motore siano abbinate nella loro funzione con le parti esterne. Esempio: un motore con albero a camme, pistoni e bielle di serie all’interno, dotato di un compressore, due carburatori a quattro barili, un sistema nitroso all’esterno può non essere all’altezza delle aspettative. Questo è uno dei motivi per cui Edelbrock ha impiegato il tempo e la ricerca di prove per creare il concetto di pacchetto di potenza totale. Con questa idea, l’albero a camme e le parti correlate sono abbinate alla combinazione di collettore e carburatore per fornire le migliori prestazioni possibili con il minimo sforzo. Se un cliente sceglie di non utilizzare il pacchetto di alberi a camme Edelbrock, può contattare l’ufficio tecnico presso la sede centrale Edelbrock a Torrance, California, e l’equipaggio prenderà in considerazione l’albero a camme del cliente, a seconda della portanza e della durata, e suggerirà la combinazione di collettore e carburatore più adatta al lavoro.

In effetti, il consenso di opinione offerto dallo staff di Edelbrock era quello di fare i compiti prima di acquistare. Non basta entrare in un negozio di velocità locale o in un negozio di ricambi per auto della catena nazionale e chiedere al commesso del banco di scegliere un collettore per le vostre esigenze. Potrebbero vendervi quello che hanno di più, invece di quello di cui avete bisogno. Fate le vostre ricerche, parlate con altri appassionati, con i costruttori di motori o con qualcuno con molta esperienza. Potete chiamare o inviare un’e-mail alla hot line tecnica di Edelbrock. Potete andare on-line. Qualunque metodo abbiate scelto, fatevi consigliare prima di acquistare.

Vedi tutte le 10 foto

INSTALLAZIONEL’installazione di un collettore sostitutivo non è un compito irraggiungibile, ma richiede strumenti adeguati, buon senso, un po’ di pazienza e procedure attente. Per avere qualche consiglio di prima mano sui metodi corretti abbiamo parlato con Curt Hooker, del reparto costruzione motori Edelbrock, che installa quotidianamente i prodotti dell’azienda.

Articolo molto interessante
431 Costruire un motore - Costruire un motore A più grande B

Se il collettore è un sostituto di un’unità di fabbrica o un’installazione su un motore di nuova costruzione, i passi per una conclusione positiva sono fondamentalmente gli stessi: pulire le superfici delle guarnizioni sulle testate, eliminando ogni segno di materiale di guarnizione vecchio o altra corrosione. Controllare le superfici di accoppiamento del collettore per assicurarsi che siano pulite e prive di imperfezioni. Solo perché un collettore è appena uscito dalla scatola non significa che non possa avere una parte mancante appesa in una delle guide. Curt raccomanda un rivestimento di materiale sigillante Edelbrock Gasgacinch sulla superficie della testa e sul retro della guarnizione. Lasciare asciugare leggermente l’adesivo e poi posizionare la guarnizione nella sua posizione corretta. Curt suggerisce quindi una piccola perlina di silicone sul lato anteriore della guarnizione per facilitare la sigillatura. Va notato che molte delle nuove guarnizioni di stile hanno una sottile guarnizione in silicone integrata nel materiale della guarnizione sul lato di accoppiamento del collettore. Ora è possibile applicare le guarnizioni finali e il sigillante intorno all’ingresso dell’acqua. Successivamente, posizionare con attenzione il collettore direttamente sulle superfici della testa del blocco motore, facendo attenzione a non disturbare la posizione della guarnizione.

Vedi tutte le 10 foto

Con il collettore in posizione, i bulloni di fissaggio sono i prossimi. Qui la trama si ispessisce leggermente. Il metodo raccomandato per l’installazione e il serraggio dei bulloni alle loro corrette letture di coppia è quello di lavorare dal centro verso l’esterno. L’utilizzo di una chiave dinamometrica è necessario per ottenere le specifiche corrette. Curt suggerisce di serrare i bulloni in due fasi: una lettura di coppia più bassa per le prime applicazioni, poi un serraggio finale secondo le specifiche raccomandate. Tutti i collettori Edelbrock sono forniti con istruzioni e specifiche di coppia. Tuttavia, è necessario prendere nota del piccolo blocco Chevrolet, poiché esistono due tipi molto distinti di design dei collettori con specifiche di coppia diverse. I collettori del primo modello hanno un modello a sei bulloni per lato che ha i bulloni che entrano nel motore ad angolo. Il blocco Vortec del modello più recente ha un design a quattro bulloni per lato con i bulloni che entrano direttamente verso il basso. Inoltre, le guarnizioni più recenti per il motore Vortec sono auto sigillanti, alcune con un O-ring in gomma integrato per una migliore tenuta. Il Vortec e i primi modelli hanno letture di coppia molto diverse, ed è necessario seguire le procedure corrette per evitare danni al collettore. Sembra essere una sensazione unanime che il collettore in stile Vortec, ultimo modello, con il suo design a bulloni dritti, offre un’eccellente pressione di serraggio e una migliore tenuta.

Una domanda posta da molti appassionati del fai-da-te è: i bulloni dei collettori devono essere installati bagnati o asciutti? Curt Hooker suggerisce che una piccola quantità di lubrificazione sulle filettature dei bulloni del collettore impedisce la formazione di galla. In realtà, c’è poco pericolo di allungamento della filettatura sui bulloni del collettore, come potrebbe essere il caso dei bulloni a testa, perché le letture di coppia non sono abbastanza alte da causare un problema. Un suggerimento degno di nota, tuttavia, è quello di posizionare una piccola quantità di silicone sull’area di filettatura inferiore dei bulloni che sporgono nella valle del blocco per evitare che l’olio lavori nella superficie esterna dell’area di recesso del bullone del collettore. Per quanto riguarda i bulloni dei collettori, è stato raccomandato che l’hardware aftermarket sostituisca i bulloni di fabbrica in stock. I bulloni aftermarket, come quelli prodotti da aziende come ARP o Edelbrock, sono di qualità superiore e in alcuni casi, i bulloni di fabbrica con teste grandi potrebbero interferire con i design dei collettori. Inoltre, l’utilizzo di rondelle per i bulloni del collettore per distribuire uniformemente la coppia e per prevenire la formazione di galla è un suggerimento utile.

In conclusione, la scelta e l’installazione di un collettore di prestazioni aftermarket sulla vostra asta da strada è una questione di tempo per ricercare le vostre esigenze, scegliere un prodotto di qualità, mantenere tutto semplice e usare il buon senso nel determinare una combinazione adatta alla strada. Inoltre, affidatevi ad un produttore per la consulenza e l’assistenza. Con tutti i metodi di comunicazione istantanea (e-mail, fax, pagine web on-line e il telefono vecchio stile) un appassionato di aste da strada dovrebbe poter contare su un produttore per offrire supporto e guida nella scelta di un collettore.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento