Famiglia e amici

Vicki, Ray e Justin Sivis, Chevy Shortbed del ’71

Vedi tutte le 12 fotoD.Brian SmithwriterSep 9, 2005

Ci sono molte ragioni per costruire un hot rod hauler. Ray Sivis di Lancaster, Kentucky, ne aveva due: i suoi amici avevano camion d’epoca personalizzati e, cosa più importante, suo figlio adolescente, Justin, voleva costruirne uno. Gli uomini di Sivis cercarono una Chevy Shortbed del ’67-72 poco dopo aver deciso di andare avanti. Ne trovarono due, uno del ’71 – e uno del ’72 che avrebbe fornito il suo motore e i trans.

Nel bel mezzo dello smantellamento del ’71, Ray portò il motore del ’72 350ci alla Danville Machine Shop di Danville, nel Kentucky, per un’eventuale ricostruzione. Affidò il rinnovo del TH350 trans a Sparky Turner, proprietario della Turner’s Transmissions di Danville. Padre e figlio Sivis lavorarono per lunghe notti e per interi fine settimana a rinnovare la Chevy. Anche se consideravano il ’71 in “condizioni da cimitero”, hanno lavorato sodo, pur avendo occasionalmente accese dispute su come personalizzare al meglio il pickup. Una volta arrivati al framerails nudo nella fase di demolizione, Ray ha fatto sabbiare il telaio. Hanno innescato e verniciato il telaio e fabbricato i tubi del carburante e dei freni in acciaio inossidabile. Dopo aver rinnovato il frontend sostituendo le boccole e i bracci di controllo, Ray ha installato i mandrini a caduta Bell Tech da 2,5 pollici e le bobine a caduta Bell Tech da 3 pollici. I Sivises si sono riforniti di un serbatoio di carburante in acciaio inossidabile da 20 galloni di Southern Classics, che hanno collocato dietro il rearend 3,73:1 Dana Posi.

Articolo molto interessante
La storia di Monterey

Sparky, il guru dell’autotrasporto, e Danville Machine Shop hanno fatto rinnovare rapidamente il motore e la trasmissione. Danville ha annoiato il blocco .030-over e ha riempito i cilindri di pistoni piatti. Un albero a camme a rulli 292 COMP Cams ha fornito una potenza regolare ed efficiente. Il signor Turner ha ricostruito il TH350 trans e ha installato un kit di cambio TransGo Performance, assicurando così che i circa 300 cavalli si dirigessero verso il marciapiede.

Come tecnico di qualità, Ray riconosce l’importanza di essere efficiente attraverso l’elaborazione in parallelo. Ha consegnato i parafanghi, i parafanghi interni, il cofano e il supporto del radiatore al Roger’s Body Shop nella contea di Garrard, Kentucky. Il proprietario Roger Schnitzler ha preparato i pannelli e li ha spruzzati con il primer. Ray ha avvolto i pezzi di metallo prezioso in coperte e ha conservato la taglia al sicuro nel suo garage. Se necessario, si procurava i pannelli e i pezzi di ricambio da LMC Truck, così come i Southern Classics di Bowling Green, Kentucky. Ray consegnò la cabina, le porte e il letto al Roger’s Body Shop, e in seguito tracciò il telaio avvolgibile completo per il montaggio di prova di tutti i pannelli. Roger ha eseguito la preparazione e il montaggio finale della vernice, ha tolto i pannelli e ha spruzzato tutti i pezzi in lamiera separatamente con vernice Sherwin Williams Victory Red. Auto Glass e Sivis Men hanno poi sostituito la serra con nuovi vetri. Per non essere superata dal marito e dal figlio, Vicki completò l’installazione del kit per il pavimento del letto Mar-K, che Ray aveva iniziato. Ha anche selezionato la tonalità della vernice della Chevy, oltre a firmare tutti gli assegni.

Articolo molto interessante
Lon e Stephanie Lewis 1950 Chevy berlina Chevy - Rhineback Turtle Wax Top 100

La scrittura degli assegni di Vicki non si è fermata fino a quando non ha pagato un cablaggio Painless Performance Products, un volante Lecarra, uno stereo aftermarket in stile originale e sedili a secchiello in pelle Steel Horse, tutti della Stylin’ Concepts. Per rendere l’abitacolo un confortevole cruiser, Ray e Justin hanno aggiunto questi articoli. Per celebrare la conclusione del progetto di costruzione, durato quattro anni, la Sivises ha acceso il motore per la prima volta senza avere marmitte sull’impianto di scarico personalizzato da completare. Ray apprezza il fatto che i suoi vicini abbiano sopportato il baccano in quel giorno culminante di novembre. Ha un debito di gratitudine nei confronti di suo figlio Justin e del Roger’s Body Shop. E infine, ma soprattutto, ringrazia sua moglie Vicki per aver mantenuto il controllo e per aver permesso ai Sivis Men di costruire il loro camion dei sogni. Ringraziamo la famiglia Sivis per aver salvato un vecchio camion dal “cimitero” e per aver aggiunto un altro camion classico personalizzato al loro quartiere (e quindi alle pagine del CCT).

Vedi tutte le 12 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2005\09\0510cct-siv-p.jpg

Lascia un commento