Febbraio 2012 Hometown Hot Rodding

Hai una macchina che vuoi che il mondo veda? Invia specifiche e pix a johnnyhunkins@yahoo.com

Vedi tutti i 1 fotoswpengineWordsFeb 1, 2012

1967 Ford Custom 500

Dave Rink; Phoenix, AZ

Da bambino, il lettore Dave Rink è rimasto più impressionato dalle “nonnine” traverse che dalle auto muscolose ad inclinazione totale. Quella passione era particolarmente forte per le Ford, così quando la sua Galaxie 500 del ’67 fu totalizzata da un utente di cellulare disattento, dovette trovare un sostituto. Dave ne trovò una sotto forma di un’auto postale del ’67 apparentemente priva di ruggine ad Austin, in Texas. Tuttavia, si è dimostrato che aveva bisogno di molto lavoro, e dopo aver rinegoziato il prezzo di conseguenza, Dave l’ha trascinata a Phoenix per un restauro completo. Non cercate molti pezzi nuovi di fantasia sotto cofano; Dave rifugge dalle nuove tecnologie per i pezzi originali di velocità, scegliendo invece di fortificare un cantiere di rottami 428ci FE con pezzi Cobra Jet d’epoca corretti, fino alle teste in ghisa e all’aspirazione. Poche concessioni sono state fatte per “modernizzare”, salvo un bumpstick COMP Cams, un carburatore Holley 780-cfm e alcune testate Hooker Super Comp. Si tratta di un vero e proprio restauro in stile “secondo giorno”, e Dave ringrazia Mike Wood Restorations di Phoenix per averlo realizzato. Il grosso blocco di scorta, con un sacco di “respiri pesanti”, ha una potenza stimata di 450 CV ed è stato assemblato da Sunnyslope Auto Parts and Machine a Phoenix.

Articolo molto interessante
Hot Rod Anything - Terminator's Stereo

1968 Chevelle Malibu

Tom Radonski West Bend, WI

Se dovessimo costruire una Chevelle del ’68, sarebbe proprio come quella di Tom Radonski. Ora che ci penso, ne abbiamo costruita una uguale! Essendo un laureato WyoTech, Tom l’ha costruita interamente nel suo garage negli ultimi 17 anni (con un’interruzione dovuta alla vendita e al riacquisto). Non fatevi ingannare dall’aspetto assonnato – che la vernice nera in dotazione al governo e quei cappelli della povertà da 15 pollici in acciaio (6 pollici davanti e 8 pollici dietro) nascondono un blocco grande da 496ci imbottito con un gruppo rotante Eagle forgiato, lumache JE 10.5:1 e una camma Voodoo Lunati. E’ sormontato da teste Merlin 3, un carburatore Demon 850, una presa d’aria Edelbrock Air-Gap e un distributore DUI. Il tutto si traduce in un 571 cv verificato al banco, che Tom sospetta sia buono per gli 11 nel quarto di miglio. Quei 275/60R15 BFGs si trasformeranno sicuramente in fumo quando ciò accadrà! Tra gli altri aggiornamenti della torta di manzo ci sono un Moser 12-bolt con 3,73 marce e un Turbo 400 costruito con un convertitore Hughes 3.200-stall. Se sentite questi Flowmasters rombare, meglio mettersi al riparo!

1969 Plymouth Road Runner

Michael Quan Santa Clara, CA

Con tutte le storie dell’orrore che ci sono in giro sull’acquisto online di un’auto da vedere, è rinfrescante sentire la storia di Michael Quan sull’acquisto della sua Road Runner del ’69 su eBay, e il fatto che sia arrivata in ottime condizioni dopo tre giorni di trasporto attraverso il paese da parte del venditore. Non c’è mai stato alcun dubbio sull’acquisto di un ’69, infatti, Michael ha persino ottenuto il colore Hemi Orange e il motore 440 a 6 cilindri che aveva sempre sognato. Da quando ha ottenuto l’auto nel 2007, il 440 è sbocciato in un mostro di Sollevatore solido 510ci (un grande ringraziamento va a Nick Rescino di Rescino Performance a San Francisco). Alcuni bizzarri problemi di trans sono stati risolti con un trans A-727 ricostruito (dalla Oller Brothers Auto di Santa Clara), insieme a un cambio a pavimento Hurst e a un kit di cambio. L’atteggiamento “junior” della Pro Touring è aiutato dalle ruote Foose Legend (18 e 20 anni) con pneumatici BFG KDW, ammortizzatori AIS Edelbrock, barre d’oscillazione Addco e connettori per sottotelaio Magnum. Michael dice che non avrebbe potuto farlo senza l’aiuto di Lewis, Stan e George della Oller Brothers Auto.

Articolo molto interessante
Hai avuto un'avventura eccellente? Dillo a HOT ROD

1969 Plymouth Barracuda

Rob Van Dyk Oak Harbor, WA

Se solo avessimo spazio per tutta la storia di Rob Van Dyk su quella che non ci è sfuggita! Questa 340 Formula S Barracuda, una Formula S Barracuda 340, tutta originale e rara, è stata avvistata per la prima volta da un Rob di 8 anni dagli occhi acuti sulla piccola Whidbey Island nel 1971. Suo padre era alla ricerca di una nuova auto, ma quando lo disse a papà, l’auto era sparita dal lotto di auto usate dell’isola. Poi, qualche giorno dopo, suo zio è venuto a fare un giro sul vialetto di casa con la stessa macchina. Il viaggio di gioia che aveva fatto quel giorno gli si è bruciato in testa e da quel giorno in poi sapeva che doveva avere quest’auto. Alla fine, la comprò da suo zio nel 1985. La splendida macchina è ancora tutta originale, fino alla sua vernice color bronzo. Incredibilmente, Rob ha solo 2.500 dollari in macchina, ma la storia si fa più profonda. Nel corso degli anni vissuti nella sua piccola città isolana, Rob vedeva occasionalmente una Barracuda in bronzo “concorrente” quasi identica, un modello a quattro velocità (l’altra era un’auto) senza strisce. Quando l’auto riemerse molti anni dopo nel vialetto del suo capo, Rob comprò quella che era l’unica Barracuda del ’69 in città.

Articolo molto interessante
Marzo 2011 Bangin' Gears Editoriale

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2012\02\1202phr-01-z-1967-ford-custom-500-february-2012-hometown-hot-rodding.jpg

Lascia un commento