Ferrari 250 GT Coupe

Sebbene Boano ed Ellena abbiano prodotto la maggior parte delle Ferrari 250 GT dal 1956 al 1958, Pinin Farina ha realizzato anche la carrozzeria per il telaio. Infatti, lo utilizzò come base per una delle più belle vetture del decennio, la Ferrari 250 GT Cabriolet Serie I.
Ferrari Image Gallery <br>
The Ferrari 250 GT Cabriolet Series I crystallized the look of a sixties Ferrari.<br>
Il look della Ferrari 250 GT Cabriolet Series I was <br>
ispirato alla 410 Superamerica. Vedi altre immagini della Ferrari.

La Cabriolet Series di Pinin Farina ho usato la stessa piattaforma e la stessa attrezzatura da corsa delle altre 250 dell’epoca, ma con una carrozzeria mozzafiato ispirata alla Ferrari 410 Superamerica "Superfast I."

Il primo prototipo (telaio 0655 GT) è andato al pilota di Formula 1 della Ferrari Peter Collins. Superbo nelle proporzioni, presentava una grande presa d’aria sul cofano e un drastico taglio della portiera lato pilota. "Le linee della carrozzeria sono slanciate ed eleganti," è stata la valutazione di Autocar’ s.

Pinin Farina realizzò una seconda Ferrari 250 Cabriolet due mesi dopo. Fatta su ordinazione speciale "quot;café racer," aveva un parabrezza abbattuto e una carenatura dietro il sedile del guidatore.

Altri due cabriolet servirono come prototipi di pre-produzione per quella che sarebbe diventata una piccola serie; entrambi furono realizzati nell’estate del 1957. La seconda (0709 GT) era per il principe Aga Khan e aveva l’aspetto definitivo della Serie I: contorni lisci e privi di uscite d’aria laterali, parabrezza con parabrezza posteriore a spazzola e ali di vento impetuoso.

Articolo molto interessante
1964, 1965, 1966 Ford Thunderbird

La Ferrari 250 Cabriolet Serie I è stata prodotta dall’estate 1957 al 1959. Motor Trend’ s sommatoria del modello è stata accurata e sintetica: "La perfezione meccanica della 250 Gran Turismo® è aumentata dallo stile intelligente e dalla superba carrozzeria di Pinin Farina."

Nel 1958, la Serie I è stata affiancata dalla Ferrari 250 GT Coupé. Si trattava di una vettura estremamente importante sia per la Ferrari che per Pinin Farina. Rappresentava il primo vero tentativo delle due aziende di standardizzazione della produzione che avrebbe permesso di realizzare centinaia di vetture, anziché decine. I cambiamenti in entrambe le loro fabbriche hanno reso possibile un numero così elevato.

Nel 1958-59 la Ferrari allestisce la sua prima catena di montaggio formale, un affare sopraelevato che permette agli operai di costruire le vetture sulla pista, mentre si lavorava sotto.

Contemporaneamente, Pinin Farina completò il suo trasferimento in un nuovo stabilimento di produzione. "(Noi) eravamo convinti che l’unico modo per sopravvivere fosse quello di fare più auto per i nostri clienti," Sergio Pininfarina ricordava. "La vecchia fabbrica era troppo piccola; non ci dava la libertà di cui avevamo bisogno…(quindi) gli operai avevano difficoltà. C’era rumore, ed era tutto vecchio. In quella nuova c’era più spazio, una migliore logistica, un ambiente migliore per gli operai… Era una mossa nella giusta direzione."

Una nuova direzione di progettazione prende forma con due Ferrari 250 GT Coupé una tantum realizzate nel dicembre 1957-gennaio 1958. Tra queste una Speciale su telaio 1187 GT. Avevano le stesse proporzioni generali della Cabriolet Serie I, ma con linee più sobrie. Entrambi i prototipi avevano fari aperti, cofani lunghi, serre ariose e carrozzeria priva di feritoie e altre decorazioni. I prototipi di pre-produzione di queste coupé furono costruiti nel maggio 1958. I finestrini posteriori dei finestrini dei pezzi unici scomparvero, e il tetto e il trattamento posteriore erano più semplici e quindi più facili da produrre.

Articolo molto interessante
John Najjar: Designer della Ford Mustang I Concept Car

The Ferrari 250 GT Coupe was the definitive 250 GT.<br>
La Ferrari 250 GT Coupé Speciale aveva una carrozzeria elegante, priva di decorazioni.

Questa, la Ferrari 250 GT Coupé definitiva, è stata accolta calorosamente. Il suo "quot;aspetto distinto e grintoso ha venduto con largo anticipo la prima serie prevista di 200 vetture,"quot; nota Road & Track , che ha poi chiamato la Ferrari 250 GT Coupé 250 GT "il massimo della guida." Sports Car Graphic l’ha votata &amp degli anni ’60;amp;amp;quot;Sportscar of the Year."

Prodotta nel 1960, la linea Ferrari 250 GT Coupé si è rivelata estremamente popolare, con oltre 350 esemplari costruiti. La maggior parte di esse portava la carrozzeria standard, anche se Pinin Farina ne realizzò diverse esemplari unici per clienti speciali.

Una nuova cabriolet ha arricchito la Ferrari 250 GT Coupé del ’59. L’aspetto della Ferrari 250 GT Cabriolet Serie II imitava quello della coupé, e a ragione. Non solo la Serie II era più comoda e raffinata della Cabriolet Serie I, ma Ferrari e Pinin Farina volevano differenziarla chiaramente dalla Ferrari 250 Spyder California, più sportiva e orientata alla competizione, lanciata nel 1958. Quella vettura assomigliava molto alla Cabriolet Serie I.

The Ferrari 250 GT Cabriolet Series II convertible outmatched sales of the Series I.

La Ferrari 250 GT Cabriolet Serie II
2.
vendite di convertibili superiori a quelle della Serie I.

La Ferrari 250 Cabriolet Serie II fece il suo debutto pubblico al Salone dell’Auto di Parigi in ottobre e riscosse un grande successo commerciale, con una produzione che si protrasse fino al 1962.

Articolo molto interessante
1965-1966 Chrysler 300 2D Hardtop & Convertible

Conosci queste altre grandi Ferrari Road Cars :

166 MM

250 GT SWB

365 California

Testarossa

212 Inter

400 Superamerica

365 GT 2+2

F40

340 America

250 GTE

365 GTB/4 Daytona

348

375 America

250 GT/L Lusso

365 GTC/4

456 GT

375 MM

330 GT 2+2

512 BBi

F355

250 Europa GT

500 Superfast

400i

F50

250 GT Boano

275 GTB/4

308 GT4

550 e 575

410 Superamerica

275 GTS

308 e 328

360 e F430

Coupé 250 GT

Dino 246 GT

Mondial

Enzo

250 GT Spyder California

330 GTC

288 GTO

612 Scaglietti

Per altre fantastiche informazioni sulla Ferrari, date un’occhiata:

  • Come funziona la Ferrari
  • Ferrari Cars
  • Altre auto con motori Ferrari
  • Storia e biografie della Ferrari
  • Ferrari Immagini
  • Ferrari F1
  • Ferrari Sports Racing Cars
  • Ferrari 599 GTB Fiorano

Lascia un commento