Ferrari 330 P4

ferrari 330 p4

La Ferrari 330 P4 è stata un’arma formidabile nella rivalità in corso tra Ferrari e Ford.

Vedi altre immagini di Ferrari.
Lo sviluppo dei prototipi di 12 cilindri Ferrari ha subito un’accelerazione nel 1966 e nel ’67, e a ragione. La concorrenza era agguerrita, e la Ferrari aveva bisogno di qualcosa con cui combattere – e ha sviluppato la Ferrari 330 P4.
.

Con Carroll Shelby che gestisce il suo programma di corse sportive, la Ford nel 1965 ha strappato alla Ferrari il Campionato Internazionale Costruttori Gran Turismo. Ora l’azienda americana bussava alla porta del dominio della Ferrari nella classe dei prototipi sportivi, con le gravi minacce dei Chaparrals motorizzati Chevrolet-powered.

La Ferrari ha montato la sua offensiva del 1966 con la Ferrari 330 P3. Una macchina stupefacente da vedere, sembrava minacciosa in un modo in cui i precedenti prototipi di Modena non lo erano. A supportare l’aspetto erano sofisticate meccaniche che beneficiavano di un’impollinazione incrociata più intensa con la tecnologia della Formula 1 della Ferrari. Una sospensione aggiornata con diverse geometrie era abbinata a un telaio monoscocca che utilizzava alcuni pannelli di carrozzeria sollecitati nella sezione centrale.

Il V-12 ha ottenuto nuove teste per prendere il sistema di iniezione indiretto Lucas che ha sostituito i carburatori Weber della Ferrari 330 P2 del predecessore. Una nuova Borg & la frizione a tre dischi Beck è stata utilizzata con un cambio ZF a cinque marce; la maggior parte dei precedenti cambi della Ferrari “P-car” era stata realizzata internamente. Infine, ci fu un calo di peso: La P3 era più leggera di oltre 200 libbre rispetto alla P2.

Solo i piloti Ferrari “lavorano” con la 330 P3. Ai piloti privati è stata offerta una versione aggiornata della Ferrari 365 P2, la 365 P2/3. Salvati alcuni aggiornamenti di sospensioni e freni, meccanicamente il modello era un quasi-twin della Ferrari 365 P2. La carrozzeria era un’altra storia, combinando così le linee della 365 P2 con l’abitacolo del pilota della Ferrari 330 P3.

Articolo molto interessante
1970 Dodge Charger R/T Hemi

Il campionato prototipi del ’66 fu un combattimento tra cani. Nella classe regina, le Ford GT40 hanno vinto le prime due gare, poi una Ferrari 330 P3 ha ottenuto la vittoria a Monza. Nella categoria 2.0 litri, una Ferrari Dino 206 S ha conquistato il secondo posto a Monza con una Porsche 906. A Spa ha vinto una Ferrari 330 P3. Una Chaparral ha vinto al Nurburgring. Poi la Ford ha ottenuto la sua più grande vittoria, le GT40 che hanno corso 1-2-3 a Le Mans. La Ford ha poi vinto il Campionato Internazionale Costruttori Prototipi Sportivi, con 38 punti contro i 36 della Ferrari.

Per il 1967, Enzo Ferrari e l’ingegnere capo Mauro Forghieri rispondono con la Ferrari 330 P4. Sarebbe stata considerata da molti la più grande vettura da corsa endurance della Ferrari. La P4 sembrava quasi identica alla 330 P3, ma presentava alcune significative modifiche meccaniche. Il blocco motore fu rinforzato, le testate ottennero tre valvole per cilindro invece di due, e i tubi dell’iniezione furono riposizionati.

ferrari 330 p4

La Ferrari 330 P4 ha preso spunti meccanici dai piloti di Formula 1 della Ferrari.

Il telaio è stato modificato e ha utilizzato un passo più corto e una pista più larga. I freni sono stati riposizionati per migliorare il raffreddamento, e il cambio è stato ridisegnato.

Ai corsari del ’67 furono offerte le 330 P3/4, note anche come Ferrari 412 P. Si trattava di 330 P3 portate a 330 P4, sebbene avessero carburatori Weber al posto dell’iniezione e continuarono con una versione aggiornata del cambio della P3. Visivamente, le Ferrari 330 P4 e 412 P erano identiche.

Articolo molto interessante
1951 Chrysler New Yorker

L’asso della resistenza Chris Amon si è unito alla Ferrari come pilota professionista per la stagione 1967. Citato in Scarlet Passion , di Anthony Pritchard, ha detto: “La P4 era una macchina molto piacevole da guidare, perché era molto più agile della Ford a cui ero abituato. Anche se non aveva il massimo del ritmo di punta della Ford 7 litri, ti dava la sensazione di poterla guidare al massimo per tutta la gara, cosa che non era proprio il caso per i Ford, soprattutto per i freni … “

La Ferrari 330 P4 è stata sottoposta a diversi giorni di test a Daytona, e la preparazione ha dato i suoi frutti. Nella prima gara della stagione sul circuito della Florida, Amon si è unito a Lorenzo Bandini per vincere la 24 Ore. Un’altra P4 è stata seconda e una Ferrari 412 P terza. Una Ford GT40 ha vinto a Sebring, poi le P4 hanno chiuso 1-2 a Monza, Amon e Bandini di nuovo i vincitori. Le Mans è andata a Le Mans con una GT40, ma le P4 hanno corso 2-3. E’ stato un altro Donnybrook di una stagione, ma questa volta la Ferrari è emersa in testa per riconquistare il titolo mondiale prototipi.

Tuttavia, i legislatori hanno fornito una spiacevole sorpresa quando hanno gettato l’acqua fredda su una tremenda rivalità a tre tra Ferrari, Ford e Porsche. Hanno effettivamente neutralizzato le armi più grandi di Ford e Ferrari, limitando la classe dei prototipi di punta alle auto con non più di 3,0 litri di cilindrata. Per il Campionato Sport Car, la cilindrata del motore era limitata a 5.0 litri e i costruttori dovevano costruire un minimo di 50 vetture per potersi qualificare.

Articolo molto interessante
Top 10 velocità cronometrate sull'autostrada

“Ricordo quando l’ho sentito, perché urlavo”, ha detto Franco Lini, che all’epoca era il team manager della Ferrari. “Mi sono ritrovato a dire: “L’anno prossimo non vedrai nessuna Ferrari”. Quando gli organizzatori mi hanno chiesto perché, ho detto: ‘Perché la Ferrari è una piccola fabbrica e non abbiamo i soldi per costruire 50 auto da omologare…'””.

In effetti, nel 1968 non c’erano Ferrari “di lavoro” iscritte a nessun evento di resistenza autorizzato dalla FIA, ma solo auto più vecchie gestite da privati. Ma questo non significava che la Ferrari avesse abbandonato del tutto le gare di resistenza.

ferrari 330 p4

La Ferrari 330 P4 è stata descritta come la più grande auto da corsa di resistenza della Ferrari.

Conosci queste altre grandi Ferrari Sports Racing Cars:

166 Sport Corsa250 GT Tour de France330 P4166 MM Racecar335 S350 Can Am225 S250 Testa Rossa212 E Montagna340 Mexico250 GT Spyder California512 S250 MM250 GT SWB Berlinetta312 PB375 MM Racecar196 SP365 GTB/4 Competition500 Mondial250 GTO512 BB LM750 Monza330 LMBF40 LM121 LM250 LM250 P333 SP410 S250 LM575 GTC500 TRC275 GTB/C360 GT290 MMDino 206 SEnzo FXX
.
Per altre fantastiche informazioni sulla Ferrari, date un’occhiata:

  • Come funziona la Ferrari
  • Ferrari Cars
  • Altre auto con motori Ferrari
  • Storia e biografie della Ferrari
  • Ferrari Immagini
  • Ferrari 599 GTB Fiorano
  • Ferrari F1
  • Ferrari Road Cars

Lascia un commento