Ferrari 350 Can Am

Ferrari 712 P

© Ferrari S.p.A.

La Ferrari 712 P assomigliava molto alla 350 Can Am,

e non ha avuto altrettanto successo. Vedi altre immagini Ferrari.

La Challenge Cup canadese/americana fu inaugurata nel 1966, dando il via alla competizione più sfrenata degli annali del motorsport. L’ingresso della Ferrari nella serie sarà la Ferrari 350 Can Am.

Frequentando corsi su strada in Canada e negli Stati Uniti, Can Am è stata un’invenzione opento e ha permesso la maggior parte delle innovazioni. I motori erano enormi, resi ancora più potenti dall’uso liberale della sovralimentazione e del turbocompressore. Le macchine Can Am, per un certo numero di anni, erano più veloci delle macchine di Formula 1.

L’ingresso della Ferrari nella serie fu un’idea di Luigi Chinetti, suo importatore americano. I prototipi più potenti della Ferrari erano stati messi in panchina da modifiche al regolamento dopo Le Mans nel 1967, così Chinetti fece inviare alla Ferrari la 412 P della sua squadra corse nordamericana per le modifiche che le avrebbero permesso di competere in Can Am.

La sezione centrale della carrozzeria è stata allungata, il naso affusolato, il tetto rimosso e la parte posteriore accorciata. La meccanica era però in gran parte invariata, e la Ferrari sapeva che con soli 450 cavalli di potenza sarebbe stata probabilmente in calo di potenza rispetto ai rivali della Can Am, e ha cercato di recuperare con la leggerezza.

Articolo molto interessante
Chevrolet Caprice

Battezzata Ferrari 350 Can Am, la vettura era settima nella sua prima uscita, a Bridgehampton a New York, poi non ha potuto terminare la sua seconda gara, a Mosport fuori Toronto. La Ferrari ha successivamente convertito due 330 P4 su specifiche della Ferrari 350 Can Am e le ha inviate per la campagna pubblicitaria del distributore della Ferrari West Coast Bill Harrah. I due si sono piazzati al quinto e all’ottavo posto nella loro prima apparizione a Laguna Seca. Uno è poi arrivato ottavo a Riverside.

Per il 1968, la Ferrari tornò alla Can Am con la Ferrari 612 P. Questa aveva la caratteristica ala a profilo alare della serie montata a mezza nave su montanti. E utilizzava quello che all’epoca era il più grande motore della Ferrari, un V-12 da 6,2 litri e 620 cavalli, accoppiato a un cambio a quattro marce. Purtroppo, la Ferrari 612 ha gareggiato solo nell’ultima gara della stagione, a Las Vegas, dove non è durata un solo giro. E’ sopravvissuta a un tamponamento multicar, solo per avere il suo grande stallo V-12 nella tempesta di sabbia che ne è derivata.

La Ferrari 612 è stata restituita alla Ferrari dove la carrozzeria è stata modificata e la potenza del motore è stata aumentata a 640 cavalli. Tornò in America per la stagione ’69 e si classificò terza nella sua prima gara, a Watkins Glen. Più tardi, in quell’anno, la Ferrari spedì un V-12 da 6,9 litri, dando al modello la denominazione Ferrari 712 P. Gareggiò in una sola gara, e fu segnalata con la bandiera nera per un’infrazione alle regole.

Articolo molto interessante
1942-1948 Pontiac Streamliner

La Ferrari non sembrava mai avere il suo cuore nella Ferrari 350 Can Am, e i risultati ne erano la prova.

Conosci queste altre grandi Ferrari Sports Racing Cars:

166 Sport Corsa250 GT Tour de France330 P4166 MM Racecar335 S350 Can Am225 S250 Testa Rossa212 E Montagna340 Mexico250 GT Spyder California512 S250 MM250 GT SWB Berlinetta312 PB375 MM Racecar196 SP365 GTB/4 Competition500 Mondial250 GTO512 BB LM750 Monza330 LMBF40 LM121 LM250 LM250 P333 SP410 S250 LM575 GTC500 TRC275 GTB/C360 GT290 MMDino 206 SEnzo FXX
.
Per altre fantastiche informazioni sulla Ferrari, date un’occhiata:

  • Come funziona la Ferrari
  • Ferrari Cars
  • Altre auto con motori Ferrari
  • Storia e biografie della Ferrari
  • Ferrari Immagini
  • Ferrari 599 GTB Fiorano
  • Ferrari F1
  • Ferrari Road Cars

Lascia un commento