Freak Show Venerdì-Un vero e proprio spettacolo dell’orrore

Questo edificio elettrizzante è più orribile di un mostro

Vedi tutte e 5 le fotoThom TaylorwriterApr 18, 2014

A volte un partecipante al Freak Show è più un vero e proprio spettacolo dell’orrore che un fenomeno da baraccone. Come si potrebbe spiegare altrimenti questo Freak Show Friday 1928 Buick berlina con sedie elettriche per i sedili, tappezzeria delle celle imbottita e vecchi fusibili in ceramica per le maniglie delle porte? Il proprietario Jonathan Mill cercava qualcosa per promuovere il sistema elettrico di frenata di parcheggio della sua azienda chiamato E-Stopp. OK! Allora, come si passa dal voler promuovere il proprio prodotto a questo in 10 giorni non meno?

Mill aveva già la Buick, ma non ha mai saputo bene cosa farne quando la sincronicità lo ha colpito – usando la vecchia berlina come strumento promozionale per l’affare dei freni di stazionamento. E siccome è un freno di stazionamento elettrico , usa l’elettricità come tema. Capito? Nemmeno noi.

Ciononostante Mill si è messo in contatto con il “re dei ratti” Steve Darnell di Welderup a Las Vegas per aiutare l’elettrizzante trasformazione. Dice Mill: “Non volevo una bella macchinina elettrica”. La Buick ora è alimentata da un motore elettrico. L’hanno adattata alla trasmissione originale, così la seconda marcia è “avanti” e la retromarcia è la retromarcia. Mill dice: “È molto inquietante vederla guadagnare velocità con il solo ronzio delle ruote; non emette alcun suono”. Sì, inquietante – proprio quello che tutti noi cerchiamo nei nostri progetti hot rod, giusto?

Articolo molto interessante
1978 Pontiac Trans Am - Trading Up

Von Deeter ha ideato alcuni rendering della trasformazione, e ha anche usato il suo tocco artistico con la vernice e i finti rivetti all’esterno. All’interno, finestre da manicomio, interni imbottiti, fusibili per le maniglie delle porte, mani incandescenti sul retro, interruttori in porcellana degli anni Venti per accenderla e, naturalmente, sedie elettriche d’epoca aggiungono i giusti tocchi per rendere questo esercizio memorabile. Continua Mill: “L’intera troupe di Welderup ci ha messo il sangue e il sudore per fare questa cosa in tempo e le immagini non le rendono giustizia. Ci vuole un po’ di tempo per vedere tutto quello che è entrato in macchina”. E’ ovviamente contento del suo spettacolo di fantasmi su ruote.

Vedi tutte e 5 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\04\DSC-0306.JPG.jpg

Lascia un commento