Gale Halderman: Creazione del prototipo della Ford Mustang del 1965

Gale Halderman è stato determinante per la realizzazione del primo prototipo di Mustang. Vedi altre immagini della Ford Mustang.

Assunto a Dearborn nel 1954, il designer Gale Halderman aveva contribuito a dare forma alla Ford standard del 1957 prima di trasferirsi al Corporate Advanced Studio, dove lavorava alle idee per una nuova auto sportiva a basso costo preferita dal capo della divisione Ford Lee Iacocca. Come il destino vuole, Halderman fu trasferito al Ford Studio giusto in tempo per aiutare il team di Joe Oros a creare il design scelto per la produzione Mustang su proposte di Corporate Advanced e del Lincoln-Mercury Studio.

Oros attribuisce ad Halderman il merito non solo di aver contribuito alla progettazione, ma anche di aver guidato abilmente la Mustang dal sogno del modello in argilla a un’auto realistica e completamente producibile. Ecco il resoconto di Halderman sulla creazione del prototipo della Ford Mustang del 1965.

Ho lavorato su una piccola proposta di auto elettrica con Colin Neale e Alex Tremulis, che hanno fatto ciascuno un lato di un modello in argilla. Elwood Engel ha detto che gli piacevano entrambi i lati e voleva fare due argille complete, che poi sono state costruite in vetroresina. Lee Iacocca e Hal Sperlich sono arrivati e li hanno visti. Hanno detto: “Sai, hanno talento e un sacco di entusiasmo. Perché non diamo al pacchetto delle auto sportive un’altra possibilità”.

Queste proposte li hanno incoraggiati a riaprire il processo di progettazione dell’auto che è diventata la Mustang. Hanno fatto preparare a Ray Smith un pacchetto 2+2 sulla lavagna, ed è da lì che è iniziato il programma Mustang.

Queste proposte li hanno incoraggiati a riaprire il processo di progettazione dell’auto che è diventata la Mustang. Hanno fatto preparare a Ray Smith un pacchetto 2+2 sulla lavagna, ed è da lì che è iniziato il programma Mustang.

Abbiamo fatto una serie di design chiamata Median basata su quel pacchetto – come sarebbe stata l’auto proporzionata in diversi modi e con diverse opzioni di motore. Ne abbiamo fatte forse sei. Stavamo ancora cercando la giusta misura dell’auto e la disposizione del pacchetto. Erano auto di bell’aspetto, ma credo che nessuna di esse fosse abbastanza eccitante.

All’incirca in quel periodo sono stato trasferito di nuovo allo studio Ford. Avevano appena iniziato a lavorare alla Ford del ’65 a grandezza naturale e io fui assegnato a lavorarci con Joe Oros. Ma un giorno Joe disse: “Ci è stato appena detto da Bordinat di fare una proposta per una piccola auto che Lee vuole costruire”. Io dissi a Joe: “Non ne avrò il tempo”. Farò la Ford del ’65”. Mi disse che dovevo dargli dei progetti. Così sono andato a casa e ho fatto degli schizzi. La mattina dopo ho portato con me cinque o sei schizzi e li ho messi sulla lavagna. Joe ne scelse uno da modellare in argilla.

” “©2007 Publications International Il modello in argilla che sarebbe diventato il Mustang era basato su un disegno di Halderman.

Dave Ash aveva già fatto un’argilla, molto squadrata, molto rigida. Joe è tornato da una conferenza sulla gestione e ha detto: “No, no, no, non lo faremo! È stato allora che ha detto che voleva che presentassi alcuni progetti. Così abbiamo ricominciato a lavorare sul modello in creta usando il tema di uno dei miei progetti, che aveva degli scoop sui lati e le linee dei quarti. La parte anteriore è stata progettata principalmente in seguito.

Abbiamo costruito il modello in argilla nel nostro Corporate Advanced Studio. George Schumaker è stato incaricato di seguire il mio schizzo nel modello in creta a grandezza naturale. Stavo ancora lavorando alla grande Ford del ’65 dall’altra parte del corridoio, ma durante il giorno continuavo ad andare dove la Mustang in argilla doveva aiutare a interpretare il mio schizzo. Poi Joe mi ha portato lì a lavorare sulle taillamp e sulla parte posteriore, mentre lui e Charlie Phaneuf si occupavano della parte anteriore.

Nella pagina successiva si apprende come i progettisti hanno deciso di trasformare lo schizzo di Halderman nel prototipo della Ford Mustang del 1965.

Per saperne di più sulla Ford Mustang di ieri e di oggi, consultate i seguenti articoli.

  • In sella per la storia completa dell’auto sportiva più amata d’America. Come la Ford Mustang Works racconta la leggenda dalla sua nascita nei primi anni Sessanta fino alla nuovissima Mustang di oggi.
  • Era l’auto giusta al momento giusto, ma la Mustang ha dovuto attendere i primi anni ’60, quando un esperto dirigente Ford ha capito il potenziale della Mustang. Scopri come Lee Iacocca ha dato vita alla sua “idea migliore” nel 1965, la Ford Mustang Prototypes.
  • La Ford Mustang è il fulcro della mania delle muscle car americane. Scoprite alcune delle Mustang più veloci di sempre, insieme ai profili, alle foto e alle specifiche di oltre 100 muscle car.
  • Le muscle car Ford sono state tra le migliori interpreti dell’era delle muscle car. Date un’occhiata ai profili, alle foto e alle specifiche di alcune robuste muscle car Ford.

Lascia un commento