Hot Rod Homecoming: Ricapitoliamo

Il 65° anniversario del salone dell’auto è un grande successo a Pomona, CA

Vedi tutte le 11 fotoNikolas KolenichwriterApr 22, 2013

La rivista HOT ROD ha celebrato quest’anno il suo 65° anniversario e con esso la più grande riunione di auto della storia presentata da Chevrolet Performance, co-sponsorizzata da Edelbrock. Il salone dell’auto si è svolto a Pomona, CA, il 23 e 24 marzo.

L’attenzione si è concentrata su una collezione di oltre 300 auto, 72 delle quali erano in copertina sulla rivista HOT ROD. Si trattava della più grande raccolta di auto da copertina della rivista, che comprendeva auto a caldo di numeri vecchi come il 1948 e nuovi come l’edizione più recente. Tutti i possessori di biglietti sono entrati gratuitamente nel museo dell’NHRA.

Vedi tutte le 11 foto

Tra le famose auto presenti c’erano la ’27 T di Gary Schroeder della copertina di agosto ’58 di HOT ROD e la ’27 T di Tony Baron della copertina di dicembre ’58. Ogni roadster del ’27 era sulla copertina di HOT ROD’s nel ’58, eppure hanno un aspetto completamente diverso. Questi due veicoli sono ciò che rendono l’hobby dell’hot roding quello che è. Creato intorno alla personalizzazione della vostra auto, l’hobby abbraccia il rendere la vostra auto diversa da quella del vostro amico, anche quando state iniziando con la stessa auto.

L’HOT ROD Homecoming ha visto la partecipazione di Linda Vaughn, Courtney Hansen, Vic Edelbrock, Tommy Ivo e molti altri, un concorso per ragazze pin-up, un giro in macchina della Chevrolet Performance e una jam panel di gessati.

Lo spettacolo è stato diviso in quattro edifici, ognuno dei quali rappresenta un pezzo di storia che si muove a caldo. L’edificio 4, l’edificio principale e più grande, ha tutte le prime auto e personaggi famosi che hanno creato il rodaggio a caldo insieme ad un paio di auto importanti nella linea temporale del rodaggio a caldo, tra cui il furgone HOT ROD Levi.

L’edificio 6 si è spostato negli ultimi anni di drag race budget e poi nell’era del Pro street. L’edificio 5 ospitava costruttori professionisti come Steve Strope e Bryan Fuller e l’ultimo edificio, l’edificio 8, ospitava una mostra del Petersen Museum e tutte le auto del progetto HOT ROD.

Erano presenti anche i detentori del record di velocità terrestre; tonnellate di dragster e motori che spuntavano dai cofani si potevano vedere in tutti gli edifici. La foto di copertina di ogni auto era posizionata davanti ai veicoli appropriati su uno stand.

Vedi tutte le 11 foto

La maggior parte delle auto erano invariate e avevano un aspetto migliore delle coperture granulose, ma alcune erano solo un accenno a ciò che erano una volta. I proprietari delle auto erano vicini e amavano parlare delle famose hot rod.

HOT ROD Homecoming gallery :

Vedi tutte le 11 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2013\04\111.jpg

Lascia un commento